Vai al contenuto
Magò

Cassetta della posta

Buongiorno a tutti.

Nel condominio dove abito ci sono una decina di cassette postali, unite tra di loro, tipo casellario (scusate l'imprecisione dei termini).

Qualche settimana fa, probabilmente per un atto di vandalismo da parte di ignoti, ho trovato la mia cassetta senza portina.

Ho contattato l'amministratore per sapere come comportarmi, mi ha detto che devo sostituire la cassetta a mie spese con una identica.

Ora, il problema non è pagarla io, già immaginavo di doverlo fare, ma è di trovarla uguale alle altre, considerato che queste cassette, seppur buone ed ancora belle, hanno circa 20 anni. Ho cercato in molte ferramenta e negozi vari, ma non ne ho trovate di uguali.

Come devo comportarmi? Devo rassegnarmi a tenere la cassetta della posta senza portina, diventando quasi inutilizzabile (la posta cade perfino fuori)?

Grazie.

 

Scritto da Magò il 27 Ago 2012 - 11:53:29:

Ho contattato l'amministratore per sapere come comportarmi, mi ha detto che devo sostituire la cassetta a mie spese con una identica.

Ora, il problema non è pagarla io, già immaginavo di doverlo fare, ma è di trovarla uguale alle altre, considerato che queste cassette, seppur buone ed ancora belle, hanno circa 20 anni. Ho cercato in molte ferramenta e negozi vari, ma non ne ho trovate di uguali.[...]

 

Forse non dovrebbe rivolgersi a "ferramenta e negozi vari". Provi a ricontattare l'Amministratore che Le potrebbe fornire il numero del primo costruttore delle cassette. Oppure provi a rivolgersi, direttamente, a fabbri oppure proprio chi "costruisce e commercializza cassette postali".

Credo che o l'uno o l'altra possano risolverle il problema.

Aristide Balducci

Scritto da Magò il 27 Ago 2012 - 12:59:33:

intanto sono due mesi che cerco e la posta continua a svolazzare in giro per il giardino (ed a sparire, soprattutto).

[...]

Provi ad esporre il problema al direttore dell'Ufficio Postale a lei più vicino e... magari si fà mandare la posta alla casella postale dell'Ufficio medesimo.

 

E' ovvio che questo è un rimedio temporaneo... Provi a consultare altri fabbri. Per uno bravo nelpropriomestiere non dovrebbe essere molto difficile "ricostruirle una portina" molto simile (se non uguale) a quella originale.

Aristide Balducci

Scusate se mi permetto lo sfogo ma secondo me sono assurde tutte queste storie per una cassetta della posta. Siamo nel 2012 e' stiamo ancora a guardare se una cassetta della posta e' diversa dalle altre. Perché mai dopo 20 anni dovrei spendere cifre assurde per riparare o trovare una cassetta postale ormai fuori produzione. Se proprio vogliamo fare i corretti puoi sceglierne una nuova e far approvare il modello in assemblea. Mano a mano che si romperanno le altre degli altri condomini provvederanno anch'essi a prendere il tuo stesso modello approvato dall'assemblea. Non dovranno diventare pazzi a cercarla perché sarà una cosa nuova e spenderanno una cifra giusta ed adeguata. Non credo che una cassetta postale diversa deturpi il decoro architettonico del condominio. Se così fosse allora tutte le parabole e tutti i motori dei condizionatori che si vedono spuntare dai terrazzi dei vari condomini cosa deturpano? Penso che gli amministratori dovrebbero essere più flessibili sulle regole condominiali per evitare di alimentare inutili liti tra i condomini stessi e per non cadere nell'assurdo. Inutile dare pretesti agli altri condomini per fare delle liti su sciocchezze.. Spesso gli amministratori se ne lavano le mani e assecondano richieste o regole assurde per semplificarsi la vita e non avere problemi in prima persona. Meglio girare il problema al singolo condomino che usare il buon senso rischiando pero' di andare contro altri condomini. Poi questi condomini che si lamenteranno per un eventuale cassetta della posta diversa saranno i primi a non voler per esempio ridipingere un androne condominiale decadente. Visto che in quel caso devono tirare fuori i soldi anche loro allora il decoro condominiale non ha più nessun significato. Le liti spesso nascono anche per queste futilità e spesso vengono aiutate dagli amministratori che invece di amministrare e mediare preferiscono assecondare la maggioranza in ogni caso , anche i più assurdi , come imporre di cercare una cassetta postale di venti anni fa. Scusate lo sfogo e l'intrusione.

Scritto da Magò il 27 Ago 2012 - 11:53:29: ...

Ora, il problema non è pagarla io, già immaginavo di doverlo fare, ma è di trovarla uguale alle altre, considerato che queste cassette, seppur buone ed ancora belle, hanno circa 20 anni. Ho cercato in molte ferramenta e negozi vari, ma non ne ho trovate di uguali.

Come devo comportarmi? Devo rassegnarmi a tenere la cassetta della posta senza portina, diventando quasi inutilizzabile (la posta cade perfino fuori)?

Guarda sul casellario se riesci a determinare marca e modello del casellario (almeno la marca dovrebbe essere visibile), dopodichè contatti la casa madre e chiedi se esistono pezzi di ricambio (es. l'antina da rimontare).

Se non riesci a trovare la ditta o non esiste modo di riparare il casellario, acquista una cassettab della posta esterna, meglio se dello stesso colore del casellario, previa comunicazione scritta all'amministratore in cui COMUNICHI (non "chiedi il permsso", che potrebbe esserti negato) che hai contattato la ditta e che è impossibile riparare quel casellario, quindi che provvederai ad installare ex art. 1102 C.C. una nuova cassetta postale di tua proprietà esclusiva.

 

Staff

×