Vai al contenuto
ermin2000

Case Aler Milano: subentro a locatario deceduto

Ho un quesito da porre sperando che qualcuno mi possa dare una risposta.

Si tratta di una persona che abitava, avendo ottenuto anche la residenza, nelle case popolari di Milano, gestite dall'Aler, con il locatario dell'appartamento. Il locatario dopo un lungo periodo di ricovero in ospedale, è deceduto nella primavera scorsa. La persona in questione, che non aveva legami di sorta, se non di amicizia, con il locatario deceduto, ha continuato ad abitare nell'appartamentino Aler, pagando regolarmente l'affitto e le spese di gas e luce.

La domanda quindi è la seguente:

- può questa persona, che si trova in stato di indigenza, continuare ad abitare nel detto appartamento pagando l'affitto che pagava in precedenza il locatario deceduto?

- se la risposta fosse negativo, questa persona può opporsi e in che modo allo sfratto?

le risposte le trovi nel regolamento aler milano .

 

Prendete in mano la vostra vita e fatene un capolavoro.

(Papa Giovanni Paolo II )

Scritto da peppe64 il 04 Mag 2012 - 20:44:33: le risposte le trovi nel regolamento aler milano .

 

Prendete in mano la vostra vita e fatene un capolavoro.

(Papa Giovanni Paolo II )

Nelle case ALER di MILANO,al locatario non posono sbentrare neppure i figli, se non hanno la residenza nell'immobile. Almeno ufficialmente. Mia figlia voleva subentrare a Mia mamma (quando Lei si è trasferita a casa mia) ma le hanno detto di no. Però, appena liberata la casa è sta occupata abusivamente sfondando la porta Blindata, e da allora ci vivono tranquillamente senza pagare l'affitto. Ma ogni 2-3 anni l'azienda del gas e della luce, mi scrive di pagare i consumi dei contatori che gli abusivi hanno spiombato senza naturalmente fare la voltura.

 

DIMENTICAVOVIVA L'ITALIA.

 

Modificato Da - Giovanni1943 il 04 Mag 2012 21:11:17

Se la coabitazione è stata autorizzazta dall'Aler ed è superiore ai tre anni, Lei ha diritto a abitarvi.

 

Se la coabitazione era stata autorizzata dall'Aler e l'intestario deceduto era un invalido, - a questo punto bisognerà vedere la percentuale -, la coabitazione richiestà è di un anno.

Se ha questi requisiti, l'Alermi, le rinnoverà il contratto e sarà rivisto il canone.

×