Vai al contenuto
bedelia67

Casa affollata

Ciao a tutti

nel mio cortile siamo in nove famiglie, alcuni proprietari i più affittuari. Una di queste famiglie (in affitto) è composta da 4 persone (di cui due bambini) e vivono in un appartamento composto da un soggiorno/cucina e due camere. All'inizio dell'estate hanno accolto in casa dei parenti (anche loro in 4 anche loro con due bambini).Ad inzio Agosto sono partiti tutti per le vacanze nel paese d'origine, in Albania.Dopo 15 giorni la famiglia accolta in casa torna in Italia e si ripiazza, da sola in questa casa. Sabato ritornano anche gli affittuari ufficiali trascinandosi dietro altri parenti (coppia lei incintissima con bimbo di un anno). Insomma adesso stanno dentro in undici di cui 5 bambini da 1 a 7 anni che scorrazzano per il cortile facendo un fracasso infernale tutto il giorno. E questo è il problema: i bimbi lasciati fuori allo stato brado e urlanti e loro dentro che ridono e scherzano anche loro urlanti!La mia vicina è sul piede di guerra: ha già interpellato l'amministratore perchè vuole che obblighi gli affittuari ufficiali a cacciare gli ospiti ma io non credo che lui abbia potere alcuno. Ho la mezza certezza che il proprietario non ne sappia niente(non vive qui) e la mia opinione è che l'unico che si dovrebbe arrabbiare è solo lui e noi nulla possiamo in casa d'altri...La mia vicina è la classica tipa che dichiara guerra dicendo "armiamoci e partite" e spesso salta di pari passo dalla parte del nemico, totalmente inaffidabile. Ha qualche potere l'amministratore o c'e qualcosa che possiamo fare visto che a quanto pare gli ospiti resteranno qui ancora a lungo?

Ciao 

Innanzitutto Io chiederei all'amministratore di contattare il proprietario ai fini di avere chiarimenti sulla presenza. È vero che l'amministratore potrà fare poco o nulla ma potrebbe anche segnalare il sovrautilizzo e la verifica da parte proprietà. Purtroppo il ricorso alla magistratura è  da abbandonare in quanto Non otterrai assolutamente nulla, ma solo spese o addirittura peggio.

A vostro favore gioca il fatto che abitate in un comune relativamente piccolo.

A vostro sfavore c'è l'esistenza di un contratto di locazione.

 

Chi può e si deve muovere è il proprietario, anche illustrando la situazione e chiedendo collaborazione all'ufficio casa (o similare) del Comune. Però la realtà nuda e cruda è che solo il proprietario può risolvere pressando insistemente il suo conduttore affinchè riporti la condizione d'uso dell'immobile ad una situazione dignitosa e tollerabile; il Comune potrà spalleggiare e favorire le iniziative del proprietario, ma niente di più se sussiste un regolare contratto di locazione sul quale il Comune non può disquisire.

 

Ho conosciuto situazioni aanaloghe che si sono risolte come descritto, ed altre dove si sono rese necessarie lunghe e tormentate trattative tramite legali. 

L'amministratore non puo' certo cacciare nessuno di casa ma ha dei doveri verso i restanti condomini.  Iniziate a segnalare all'amministratore i rumori molesti, iil sovraffollamento dell'appartamento e invitatelo ad avvertir eil proprietario.-

L'amministratore questo puo' fare, raccogliere le vostre lagnanze e trasmetterle alla proprietà.

Inoltre verificate in comune che metratura minima a persona prevede il regolamento comunale e se i signori sono di piu', avvertite la polizia municipale.

 

Nel cortile i bambini possono giocare o il regolamento lo vieta? se lo vieta, l'amministratore puo' invitare al rispetto del regolamento,  in genere il mancato rispetto del regolamento potrebbe essere motivo di inadempienza contrattuale tra proprietà e conduttore.

 

Altra cosa: pagano regolarmente le spese? se no, iniziate a vessare la proprietà con diffide di pagamento... quando la proprietà dovesse trovarsi a pagare spese condominiali che l'inquilino non versa, sarà piu' invogliato a sfrattarli

Grazie delle risposte

l'amministratore vive lui stesso nel cortile e credo che segnalerà la cosa al proprietario.

il cortile è circondato da 4 garage e tre posti auto (un solo posto occupato) e di fatto sarebbe area di manovra auto ma al contempo è anche posto di gioco per bambini (sempre per la solita storia che i bambini hanno il diritto di giocare). Abbiamo stabilito che è vietato il gioco del pallone , regola che ovviamente non viene rispettata, infatti mi hanno scassato la basculante che mi sono dovuta sistemare a mie spese (a chi chiedo i danni? a gente che lavora saltuariarmente? o a quell'altro che come "lavoro" vende la Morte? chi non ha niente, non ha niente da perdere). Per il resto le spese comuni le paga direttamente il proprietario(sono spese minime). Ciao e grazie

SisterOfNight dice:

 

 

Altra cosa: pagano regolarmente le spese? se no, iniziate a vessare la proprietà con diffide di pagamento... quando la proprietà dovesse trovarsi a pagare spese condominiali che l'inquilino non versa, sarà piu' invogliato a sfrattarli

Ciao, sfrattarli sicuramente si ma, solo, se non gli pagano le spese condominiali che sono stabilite sul contratto di locazione perché altrimenti, ritengo, che altri motivi per sfrattarli non ce ne siano…...

prova a sentire in Comune. Ci sono delle regole precise che definiscono il nr. massimo di occupanti negli alloggi

 

aggiorno: la famiglia ospite con i due bimbi pare se ne sia andata...in compenso sono arrivati i suoceri dall'Albania....nemmeno in chiesa entra e esce così tanta gente

Non si può dire che nel palazzo vi annoiate visto la continua presenza di ospiti nuovi 😁.  Potete informare il proprietario circa questo continuo cambio di persone all0interno dei locali, ma se non vi sono problemi di ordine pubblico (eventuale notifica di cambio residenza o domicilio) ad autorità di PS  ed al comune se il contratto e regolarmente registrato non credo ci siano modi, salvo disdetta-rescissione contrattuale del proprietario/locatore 

Modificato da SPL House
SPL House dice:

Non si può dire che nel palazzo vi annoiate visto la continua presenza di ospiti nuovi 😁.  Potete informare il proprietario circa questo continuo cambio di persone all0interno dei locali, ma se non vi sono problemi di ordine pubblico (eventuale notifica di cambio residenza o domicilio) ad autorità di PS  ed al comune se il contratto e regolarmente registrato non credo ci siano modi, salvo disdetta-rescissione contrattuale del proprietario/locatore 

Ciao purtroppo hai ragione non è giusto, non è logico, non è ordinato, è una situazione che porta l'intero Condominio ad avere continui problemi di convivenza ma, è una triste realtà dovuta ad una mancanza di legge restrittiva a riguardo.

Basterebbe una norma che vietasse che all'interno di un appartamento di tot mq non ci possono stare più di tot persone…...ecco risolto il problema ma.…….come al solito si sa…….già che nessun legislatore prenderà mai provvedimenti….

In tutto questo loro non comprendono dove sia il problema: si aiutano tra di loro e probabilmente in cuor loro sentono di fare una cosa giusta dando a noi degli egoisti!

E lo potrei comprendere e tollerare se mantenessero un "low profile" e invece quella casa è sempre una bolgia di gente grande e piccola che urla piange e strepita!Ieri sera quel bambino  ha smesso di piangere come un disperato a mezzanotte e giustamente la mamma per non disturbare il resto dell' appartamento lo ha portato fuori in cortile...a piangere sotto le finestre degli altri. Che problema c'è? Trogloditi!

Ciao in questo periodo di crisi, tale fenomeno è andato aumentando.

E' un fenomeno molto comune.

Molte famiglie si radunano dentro un appartamento per dividere le spese.

Non sei la sola a subire ciò.

 

×