Vai al contenuto
Peregrinotuc73

Canoni abbuonati

Buongiorno a tutti,

nel caso io locatore abbia la necessità di abbuonare dei canoni di affitto al conduttore, (per esempio in seguito a disagi intervenuti per allagamenti o altro che abbia inficiato il buon godimento della locazione), come posso fare al fine di non pagare le tasse su canoni non recepiti in quanto abbuonati?

Ringrazio.

Non sono esperto in pratiche fiscali, ma credo che non sia possibile non pagare le tasse per sconti all'inquilino.

Buongiorno a tutti,

nel caso io locatore abbia la necessità di abbuonare dei canoni di affitto al conduttore, (per esempio in seguito a disagi intervenuti per allagamenti o altro che abbia inficiato il buon godimento della locazione), come posso fare al fine di non pagare le tasse su canoni non recepiti in quanto abbuonati?

Ringrazio.

tu hai fatto un saldo tra il dare e l'avere (canone di locazione / spese ripristino abitabilità), ma contabilmente parlando sono due voci ben distinte: una tua entrata (canone di locazione) e una tua uscita (spese di ripristino).

è evidente che aritmeticamente il risultato è lo stesso, ma non come voci di contabilità.

... ed il fisco di contabilità se ne intende 🙂

Non credo che la tua analisi contabile sia corretta Paul Cayard: non ho fatto nessun saldo.

Ho sostenuto delle spese per il ripristino, (io locatore e non il conduttore) e nel contempo non ho incassato due canoni di affitto perchè abbuonati per compensare un disagio, (e non abbuonati per pagare delle spese sostenute dal conduttore).

come posso fare al fine di non pagare le tasse su canoni non recepiti in quanto abbuonati?

Purtroppo, come ti è già stato risposto, non è possibile. L'unica possibilità per non pagare le tasse sui canoni non percepiti è solo dal momento della conclusione del contratto a seguito di un procedimento giuridizionale di convalida di sfratto.

 

"In base alla regola generale di cui all’art. 26 del TUIR, secondo cui i redditi fondiari sono imputati al possessore indipendentemente dalla loro percezione, anche per il reddito da locazione non è richiesta, ai fini della imponibilità del canone, la materiale percezione di un provento.

Pertanto, ove il reddito fondiario sia costituito dal canone di locazione, non rileva il canone effettivamente percepito dal locatore, bensì l’ammontare di esso contrattualmente previsto per il periodo di imposta di riferimento"

 

http://www.acs.enea.it/doc/circolare_11e21maggio2014.pdf

Non credo che la tua analisi contabile sia corretta Paul Cayard: non ho fatto nessun saldo.

Ho sostenuto delle spese per il ripristino, (io locatore e non il conduttore) e nel contempo non ho incassato due canoni di affitto perchè abbuonati per compensare un disagio, (e non abbuonati per pagare delle spese sostenute dal conduttore).

... avevo interpretato che gli interventi per i disagi fossero stati sostenuti dal conduttore con l'accordo dell'abbuono dei canoni di locazione (d'altra parte non era specificato nel primo post; ora è chiaro).

×