Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
felixxx

Canne fumarie in comunione senza tiraggio

Cari amici,

ancora una volta sono alla ricerca del vostro aiuto.

In un condominio costituito da 4 scale con riscaldamento autonomo ci sono due canne fumarie per ogni scala.

Ogni canna fumaria collega cinque appartamenti.

Alcuni condomini ci hanno detto che i manutentori delle caldaiette private non gli hanno rilasciato la certificazione di buon funzionamento a causa del mancato tiraggio della canna fumaria.

Abbiamo da poco l'amministrazione di questo condominio e i condomini ci hanno detto che questa situazione era stata affrontata già alcuni anni fa dal precedente amministratore e infatti avevano nominato un ingegnere il quale aveva detto che l'unica soluzione era rifare le canne fumarie (abbandonare quelle esistenti in eternit interne e rifarle nuove esterne).

Saremmo stati pronti a fare un'assemblea straordinaria (con all'odg l'eventuale rifacimento delle canne fumarie) ma il consiglio condominiale ci ha stoppato dicendo che, atteso che tanti condomini hanno già fatto lo scarico diretto in facciata (quasi la maggioranza), la problematica è eventualmente di competenza di coloro che ancora non ce l'hanno e che nei loro confronti non c'è da rifare la canna fumaria ma di dirgli di cambiare caldaia e scaricare in facciata.

Non ho le idee chiare su come comportarmi e non vorrei avere responsabilità in ordine a problemi (con il monossido di carbonio non si scherza).

A vostro parere che tipo di obblighi ho?

Grazie ragazzi per i vostri consigli

 

Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

grazie Claistron

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

però io mi chiedo con quale potere posso obbligare una persona a mettere una caldaietta a condensazione con scarico in facciata...

e se questa persona mi dice che il palazzo è nato con la canna fumaria ed è un dovere fare sì che la canna fumaria sia efficiente?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se leggi con attenzione la norma, comprendi che esistendo già una regolare canna fumaria, lo scarico in facciata diventa problematico, oltre che essere limitato alle nuove caldaie a basse emissioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

si ma chi stabilisce se sistemare la canna fumaria esistente oppure no?

in questo caso un dissenziente può dire di scaricare in facciata ed astenersi dalla spesa per la sistemazione della canna fumaria?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Deve essere sempre l'assemblea, in questo caso, in base al 3° comma dell'art. 1123 del c.c., i soli utilizzatori della singola canna fumaria, che decidono quale sia la via migliore, o più economca.

 

Un bene comune, canna fumaria, quando necessita di interventi, deve essere messo a norma e ripristinato.

 

Nel vostro caso, dovendo dismettere forzatamente la canna fumaria interna non più a norma e dovendo realizzarne una nuova esterna, potrebbe essere conveniente realizzare lo scarico "a parete", limitatamente ai possessori delle nuove caldaie a condensazione a zero emissioni.

 

Ciò deve essere deciso a maggioranza dagli interessati.

 

Chi ha una normale caldaia non a tiraggio forzato e a condensazione, si opporrà certamente a sostenere la spesa per il cambio della propria caldaia e voterà per la messa a norma della vecchia canna fumaria o la realizzazione di una nuova canna fumaria a carico di tutti gli utilizzatori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

cari Signori, domani sera abbiamo l'assemblea con all'odg il problema di cui trattasi..

mi ha detto un termotecnico (e ora me lo scrive) che non è possibile scaricare in facciata, anche con le caldaie a condensazione...

 

a questo punto immagino che basti un condomino (dei cinque collegati a ogni canna fumaria) cui non abbiano rilasciato la certificazione causa mancato tiraggio della canna, per obbligarci ad intervenire in merito...

è così secondo voi?

 

... Lo chiedo perché diversamente, se tre condomini votassero contro la messa a norma della canna (mettendo in minoranza i due che hanno problemi), non potremmo intervenire...

 

ma è un problema che riguarda l'amministratore?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

È un problema che riguarda i relativi proprietari, l'amministratore è parzialmente coinvolto.

 

Sarà comunque la relazione del tecnico che confermerà o meno la fattibilità dell'evaquazione degli scarichi a parete.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×