Vai al contenuto
malestro

Canna fumaria stufa a pellet - oggi il caro vicino tramite il padrone di casa ci ha fatto sapere che noi dobbiamo togliere

Buonasera a tutti, volevo sottoporvi quanto segue:

 

Ci siamo trasferiti in un appartamento al secondo ed ultimo piano di un condominio dove non c'è l'amministratore ma soltanto un anziana signora che si occupa di raccogliere i soldi della bolletta della luce e della pulizia delle scale da dividere tra i vari condomini, nel trasferirci abbiamo optato per l'installazione di una stufa a pellet nel soggiorno con relativa canna fumaria che esce dalla parete e sale al tetto tutto rimanendo all'interno del nostro balcone e installando tutto secondo le norme vigenti, quindi senza avvicinarsi a nessun altro appartamento finestra ecc... oggi il caro vicino tramite il padrone di casa ci ha fatto sapere che noi dobbiamo togliere la canna fumaria perchè non abbiamo chiesto il permesso. Ho chiesto all'installatore ad amici avvocati ecc...che mi hanno detto che non devo fare assolutamente nulla e che tutto è in regola ma un parere in più non guasta mai!!!

Se hai rispettato le distanze ed il lavoro è stato effettuato a regola d'arte, sei a posto, infatti non devi chiedere nulla a nessuno, fatto salvo non sia specificato sul regolamento di condominio;

 

cc Art. 1102. Uso della cosa comune.Ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto. A tal fine può apportare a proprie spese le modificazioni necessarie per il miglior godimento della cosa.

Il partecipante non può estendere il suo diritto sulla cosa comune in danno degli altri partecipanti, se non compie atti idonei a mutare il titolo del suo possesso.

Se è tutto come dici, il tuo vicino non può opporsi!

 

"c.c. Art. 1102.*

Uso della cosa comune.

Ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto. A tal fine può apportare a proprie spese le modificazioni necessarie per il miglior godimento della cosa.

Il partecipante non può estendere il suo diritto sulla cosa comune in danno degli altri partecipanti, se non compie atti idonei a mutare il titolo del suo possesso."

 

 

Battuto sul filo di lana dal grande Tullio!!

BUONA SERATA A TUTTI. Mi inserisco sullo stesso argomento: il titolare di un locale al piano terra del condominio ci ha fatto sapere che intende costruire una canna fumaria lungo i 6 piani dell'edificio, ossia sui nostri muri perimetrali, perchè a breve aprirà l'attività di forno per pane e dolci tipici regionali. Il medesimo non è titolare di appartamento, non risiede in condominio e il suo locale nulla ha a che spartire con il condominio se non per la facciata, ogni 30 anni. Si chiede: anche in questo caso è valido l'art. 1102 c.c ? Ma può "invadere" la nostra facciata per un' attività di suo esclusivo uso e lucro? Grazie mille per la cortese risposta. Ottaviano

Spero che qualcuno mi dia una mano prima di sabato 17 c.m. perchè questo è l'argomento "principe" dell'O.D.G. dell'assemblea di condominio e vogliamo presenziare con validi argomenti per contrastare sul nascere questa iniziativa, che a nostro avviso, non è legale che il titolare di un locale al piano terra, il quale non partecipa ad alcuna spesa in condominio, possa occupare i muri perimetrali degli altri condomini titolari di appartamento. Ringrazio chi potrà aiutarci nella soluzione. Ottaviano

Il proprietario del locale al pianoterra del condominio è un condomino come tutti gli altri e se rispetta le distanze e le norme per la costruzione della canna fumaria può farlo senza nessun permesso assembleare, fatto salvo norme regolamentari diverse.

Grazie a tutti delle risposte! Mi dicono che loro vogliono appellarsi al fatto che rovina l'estetica del palazzo ma chi decide quando una cosa lede o non lede l'estetica??

Grazie a tutti delle risposte! Mi dicono che loro vogliono appellarsi al fatto che rovina l'estetica del palazzo ma chi decide quando una cosa lede o non lede l'estetica??
Un Giudice è la persona che può decidere, per cui chi vuole appellarsi deve ricorrere alle vie legali

Un altra domanda i condomini hanno indetto una riunione di condominio ... che succede se tutti votano a favore di togliere la canna fumaria?

Non succede nulla perchè non si può togliere un diritto con una delibera anche se unanime (meno uno spero)

Grazie tullio ma alla riunione indetta ho letto che noi da affittuari non dobbiamo andare ma andrà il padrone di casa giusto??

Si esatto, l'affittuario ha diritto di partecipare alla riunione e votare quando si tratta di riscaldamento condizionamento e partecipare senza diritto di voto, sulle delibere relative alla modificazione degli altri servizi comuni.

Un ultima cosa il padrone di casa messo alle strette da gli altri condomini può obbligarmi a toglierla?

Se tu sei inquilino prima di installare la canna fumaria dovevi avere il permesso del proprietario

Ma per il proprietario non è un problema l'unica cosa mi ha detto che ha parlato con un giudice di pace e gli ha detto che avremmo dovuto chiedere il permesso al condominio...non ci sto capendo molto...

Se il proprietario è d'accordo con te non c'è problema, il permesso del condominio non è necessario come già detto.

Buonasera a tutti, mi ricollego all'argomento canna fumaria,

un condòmino, in passato, ha installato a sue spese una canna fumaria che poggia sulla facciata condominiale, ora da questa canna deriva un gocciolamento costante, credo condensa, che col passare del tempo ha rovinato il marmo di due gradini condominiali esterni.

Posso far sistemare i gradini ed addebire la spesa al proprietario della canna fumaria, visto che lui autonomamente non vuole procedere alla sistemazione?

Come risolvo la questione?

Grazie

Buonasera a tutti, mi ricollego all'argomento canna fumaria,

un condòmino, in passato, ha installato a sue spese una canna fumaria che poggia sulla facciata condominiale, ora da questa canna deriva un gocciolamento costante, credo condensa, che col passare del tempo ha rovinato il marmo di due gradini condominiali esterni.

Posso far sistemare i gradini ed addebire la spesa al proprietario della canna fumaria, visto che lui autonomamente non vuole procedere alla sistemazione?

Come risolvo la questione?

Grazie

Se tu sei l'amministratore, potrai procedere a sistemare i gradini con addebito al proprietario della canna fumaria, previa delibera assembleare che ti autorizzi.

Quindi è indispensabile il consenso assembleare!? grazie della risposta

Secondo il mio parere sono i condomini che devono decidere, anche perché non si tratta di spesa urgente.

×