Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
azienda cartaria

Canna fumaria - sono obbligato a lasciarli entrare e rompere?

sono proprietario di un appartamento facente parte di un condominio. Nella mia scala vi sono m4 unità, io abito al primo piano, nel locale sottostante vi era un negozio di oggettistica, ora vogliono aprire una pizzeria me chiedono di passare dal mio appartamento, rompere la parete per raggiungere la canna fumaria che risulta bloccata..sono obbligato a lasciarli entrare e rompere? hanno già la caldaia per riscaldamento,

grazie,

Giorgia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Secondo me non sei obbligato a far transitare una canna fumaria attraverso il tuo appartamento, sarà bene che trovino un'altra strada attraverso le parti comuni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Nulla da dimostrare, nell'appartamento privato puoi impedire di far transitare cose di un'altro proprietario, in pratica le vieti di entrare e fare danni in casa tua.

 

cc Art. 1102. Uso della cosa comune.

Ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto. A tal fine può apportare a proprie spese le modificazioni necessarie per il miglior godimento della cosa.

Il partecipante non può estendere il suo diritto sulla cosa comune in danno degli altri partecipanti, se non compie atti idonei a mutare il titolo del suo possesso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

grazie...scusami ma il condomino sostiene che dal mio appartamento, tramite verifica telecamera, risulta interrotta e sono OBBLIGATO,

grazie ancora,

giorgia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Questo condomino può usare la canna fumaria esistente, oppure costruirne una nelle parti comuni con tutte le norme e le distanze di legge dagli sporti, ma senza entrare nel tuo appartamento se tu non lo vuoi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

da ciò che dice Giorgia, mi pare che la canna fumaria sia già esistente (esiste dunque un diritto di servitù) ma sia semplicemente occlusa da qualcosa. Pertanto a mio avviso deve permettere a chi eseguirà i lavori di manutenzione, di accedere per effettuare l'intervento. con il ripristino della situazione e a costo zero per Giorgia... ovviamente!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Infatti ma solamente se non esiste nessuna altra possibilità di intervento;

 

cc Art. 843.Accesso al fondo.

Il proprietario deve permettere l'accesso e il passaggio nel suo fondo, sempre che ne venga riconosciuta la necessità, al fine di costruire o riparare un muro o altra opera propria del vicino oppure comune.

Se l'accesso cagiona danno è dovuta un'adeguata indennità.

...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Dal racconto di Giorgia non si capisce un gran che.

Non si capisce se si chiede di entrare in casa per disostruire la canna fumaria esistente o ci si vuole collegare al punto di allaccio in casa sua.

Non si capisce bene neanche se questa canna fumaria è ad uso esclusivo degli impianti autonomi di riscaldamento o se la pizzeria vuole collegarci il suo forno elettrico per smaltire i fumi delle pizze.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

vorrebbero entrare in casa per disostruire la canna esistente per smaltire i fumi del forno pizza, hanno già una canna per riscaldamento..sembra che detta canna sia ostruita pure al terzo piano, vorrebbero quindi rompere la mia parete .

prima non vi era la necessità poiché il negozio precedente aveva solo il riscaldamento non forno o altro. non potrebbero forare dalle scale ( la mia parete confina con le scale comuni)

Giorgia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se il tuo appartamento confina con le scale, tra l'altro parte comune devono agire da quella parte, perchè disturbare un condomino nella sua proprietà privata e causare disagi ed eventuali danni, se non c'è la necessità?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Poichè la canna fumaria è condominiale io comincerei con il coinvolgere l'amministratore e/o documentarmi personalmente preso la ASL se il tipo di canna fumaria che avete può scaricare i fumi di una pizzeria o per attività commerciali occorre una canna fumaria separata.

 

In un edificio anni '60 della mia città c'era una canna fumaria in sola muratura (così si costruivano all'epoca), ormai fuori norma ed alla quale ormai nessuno è collegato.

Una pizzeria aveva installato un forno elettrico con i filtri a norma... ma dopo aver ottenuto i permessi della ASL aveva collegato (fuori norma per risparmiare) il tubo del forno alla vecchia canna fumaria condominiale facendo di fatto diventare bollente il muro del primo piano.

 

Questo per dire di vigilare anche sulla legalità dell'allaccio, vigilanza che spetterebbe all'amministratore su tua segnalazione.

Ti consiglio di scrivere all'amministratore con raccomandata alla francese (unico foglio piegato in 3) in modo che non possa dire di aver ricevuto una busta vuota.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

BUONGIORNO !

Vorrei cortesemente chiedere in condominio, come e da quale norma legislativa venga indicata la proprietà della canna fumaria. Specifico: abito nel piano rialzato di un condominio, ho la canna fumaria che parte dalla cucina e dovrei allacciarmi con la stufa a pellets, il tecnico in risposta mi ha indicato che non può effettuare ne l'allacciamento ne il collaudo in quanto il condomino del piano di sopra ha effettuato a sua volta un foro, nonostante lui abbia già la sua canna fumaria . Il condomino in questione mi ha verbalmente affermato che lui il foro non lo chiude , come indicato dal tecnico, in quanto passando sulla superficie del suo appartamento gli da diritto di poterne usufruire. In attesa di vs riscontro porgo cordiali saluti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Buonasera,

circa tre anni fa ho acquistato un appartamento con terrazzo di copertura di esclusiva proprietà

alla ringhiera del quale è ancorata una canna fumaria esterna a servizio del locale ristorante pizzeria ubicato al piano terra. Quando ho acquistato il locale era sfitto, da circa due anni il ristorante pizzeria ha aperto causandomi innumerevoli danni e molestie. Fuliggine, vapori maleodoranti, grasso che si appiccica ai pavimenti dei balconi alle persiane ai vetri ecc. non si può soggiornare sui balconi ne sul terrazzo, mia moglie non può stendere la biancheria. Ho cercato pacificamente di far capire al gestore che la situazione era inaccettabile l'unica cosa che ho ottenuto è stata l'istallazione dell'abbattitore di fuliggine che comunque non ha migliorato la situazione. In questi giorni ho provveduto ad inviare una raccomandata all'amministratore al proprietario del locale e al gestore del ristorante pizzeria. Nel caso, come credo, non riesca a risolvere il problema a chi devo rivolgermi? Mi hanno detto di inviare una lettera al Sindaco del Comun alla Polizia Municipale e all'Asl di competenza.

Grazie per l'attenzione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×