Vai al contenuto
Bolognina

Cani liberi in giardino Condominiale

Dopo la riforma del Condominio Legge 220/2012 è corretto sanzionare chi viola il regolamento di Condominio che recita " fatto assoluto divieto lasciare liberi i cani in aree condominiali " chi può intervenire per far rispettare la violazione? E vero che la sanzione può essere tra i €uro 200,00 a €uro 800,00 ?

Grazie

Le sanzione devono essere previste nel regolamento di condominio . Esse se previste devono essere irrogate tramite delibera assembleare con votazioni a maggioranza . Le sanzioni sono fino a 200 euro , e fino a 800 nel caso di recidiva

Dopo la riforma del Condominio Legge 220/2012 è corretto sanzionare chi viola il regolamento di Condominio che recita " fatto assoluto divieto lasciare liberi i cani in aree condominiali " chi può intervenire per far rispettare la violazione? E vero che la sanzione può essere tra i €uro 200,00 a €uro 800,00 ?

Grazie

Se la sanzione è stabilita dal RdC è possibile comminare l'ammenda come previsto dall'art 70 Dacc;

 

- Per le infrazioni al regolamento di condominio può essere stabilito, a titolo di sanzione, il pagamento di una somma fino ad euro 200 e, in caso di recidiva, fino ad euro 800. La somma è devoluta al fondo di cui l'amministratore dispone per le spese ordinarie. L’irrogazione della sanzione è deliberata dall’assemblea con la maggioranza di cui al secondo comma dell’articolo 1136 del Codice.

Comunque per l'ammenda sarà necessaria una delibera assembleare, ovvero l'amministratore non può agire di propria iniziativa in modo autonomo

È come per il codice della strada, devono essere scritte le sanzioni: divieto di sosta xy, passaggio col rosso yx ecc. Sul regolamento di condominio deve essere scritto: cani liberi sanzione 100 euro, biciclette nell'androne 50 euro, panni stesi sul balcone 80 euro ecc. Spetta poi all'assemblea comminare o meno la sanzione dopo che l'amministratore ha messo in mora il condomino con lettera rr. Normalmente non è l'amministratore che vede le violazione ma riceve segnalazioni scritte dai condomini che devono essere documentate molto accuratamente e testimoniali, tali da poter sostenere una, anche possibile, causa giudiziale.

In un condominio da me gestito, in una vecchia assemblea, antecedente alle nuove disposizioni, i condomini hanno deliberato di applicare una sanzione RISARCITORIA di € 500 per coloro che usassero la piscina in modo inappropriato facendo il bagno con vestiti e scarpe. Lo scopo di questa sanzione era di ripagare il condominio dal danno per la sostituzione dell'acqua ecc. ecc.

Si potrebbe fare la stessa cosa per chi con i cani sporca e calpesta l'erba del giardino condominiale?

Ed in questo caso, senza attendere l'assemblea, potrebbe l'amministratore inviare al condomino inadempiente una richiesta di risarcimento del danno?

×