Vai al contenuto
LucaV.

Cancello carraio e nuovo condomino

In un condominio, qualche anno fa, è stato installato un cancello carraio, pagato solo da coloro che hanno i garages. Ora, un nuovo acquirente, vorrebbe avere la chiave per l' accesso al cancello carraio, che prima non aveva. Vorrei sapere se deve contribuire alle spese per l' installazione del cancello?

Ringrazio anticipatamente per le risposte... Buona domenica

Secondo il mio parere dovrebbe contribuire alle spese di esecuzione e manutenzione sin qui sostenute, con lo stesso criterio dell'art. 1121 cc ultimo comma;

 

- Nel caso previsto dal primo comma i condomini e i loro eredi o aventi causa possono tuttavia, in qualunque tempo, partecipare ai vantaggi dell'innovazione, contribuendo nelle spese di esecuzione e di manutenzione dell'opera.

Grazie mille per la celere e chiara risposta! Occorre quindi effettuare nuovamente la ripartizione delle spese sostenute? Anche nel caso in cui non siano eredi, ma nuovi acquirenti?

Grazie

Grazie mille per la celere e chiara risposta! Occorre quindi effettuare nuovamente la ripartizione delle spese sostenute? Anche nel caso in cui non siano eredi, ma nuovi acquirenti?

Grazie

Si perchè oltre agli eredi ci sono gli aventi causa (acquirenti)
In un condominio, qualche anno fa, è stato installato un cancello carraio, pagato solo da coloro che hanno i garages. Ora, un nuovo acquirente, vorrebbe avere la chiave per l' accesso al cancello carraio, che prima non aveva. Vorrei sapere se deve contribuire alle spese per l' installazione del cancello?

Ringrazio anticipatamente per le risposte... Buona domenica

Prima del cancello carraio cosa c'era?

Il passaggio era ostruito (da un muro) ed è stato creato un varco oppure il passaggio era libero ed il cancello è stato messo per un miglior godimento ed a spese di chi voleva meglio godere (art 1102) senza comunque poter negare l'accesso a chi non ha partecipato alla spesa?

E' stato installato un cancello elettrico, mentre prima era manuale e, dal momento dell' installazione, solo chi ha i garages può accedervi. Ora, un nuovo acquirente, vuole la possibilità di accedervi.

Grazie mille

E' stato installato un cancello elettrico, mentre prima era manuale e, dal momento dell' installazione, solo chi ha i garages può accedervi. Ora, un nuovo acquirente, vuole la possibilità di accedervi.

Grazie mille

Consiglio di verificare le delibere assembleari.

Se c'era un cancello manuale etutti avevano diritto ad accedere, gli stessi non possono perdere tale diritto a seguito di una miglioria.

E' stata apportata una miglioria (da cancello manuale a cancello elettrico) per cui se la miglioria fosse stata deliberata in assemblea avrebbero dovuto partecipare tutti gli aventi diritto ad usare il cancello manuale.

 

Se la miglioria è stata apportata senza delibera assembleare a spese esclusive di coloro che hanno voluto questa comodità, gli stessi non possono vietare l'accesso a chi non ha partecipato alla spesa; al massimo potranno negargli il telecomando ma non la chiave:

 

Art.1102 c.c.

Ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto. A tal fine può apportare a proprie spese le modificazioni necessarie per il miglior godimento della cosa. Il partecipante non può estendere il suo diritto sulla cosa comune in danno degli altri partecipanti, se non compie atti idonei a mutare il titolo del suo possesso.

E' stato installato un cancello elettrico, mentre prima era manuale e, dal momento dell' installazione, solo chi ha i garages può accedervi. Ora, un nuovo acquirente, vuole la possibilità di accedervi.

Grazie mille

Ma quelli che non hanno partecipato alla spesa, finora da dove passavano? Oppure da sempre il cancello era di proprietà dei soli proprietari dei garages?
Ma quelli che non hanno partecipato alla spesa, finora da dove passavano? Oppure da sempre il cancello era di proprietà dei soli proprietari dei garages?

Se non ho capito male, prima avevano diritto ad accedere tutti e solo dopo che il cancello è diventato elettrico è stato vietato l'accesso a chi non ha partecipato alla spesa.

Dovrebbe esserci almeno un titolo registrato (per opporlo ai futuri acquirenti) di chi ha rinunciato al diritto.

 

Si capisce che non è stato sempre così perchè Luca ha scritto:

dal momento dell' installazione, solo chi ha i garages può accedervi."

Salvo che chi non avessse garage non avesse mai avuto il diritto e che avesse l'accesso solo per gentile concessione.

Tutto da verificare.

Se non ho capito male, prima avevano diritto ad accedere tutti e solo dopo che il cancello è diventato elettrico è stato vietato l'accesso a chi non ha partecipato alla spesa.

Dovrebbe esserci almeno un titolo registrato (per opporlo ai futuri acquirenti) di chi ha rinunciato al diritto.

 

Si capisce che non è stato sempre così perchè Luca ha scritto:

dal momento dell' installazione, solo chi ha i garages può accedervi."

Salvo che chi non avessse garage non avesse mai avuto il diritto e che avesse l'accesso solo per gentile concessione.

Tutto da verificare.

Non lo so se è così, deve dircelo LucaV, potrebbe benissimo essere che il cancello era di proprietà dei soli proprietari del garage anche quando c'era il cancello manuale, ovvero due entrate separate, una carrabile ed una pedonale, così ho capito io, non potrebbe essere?

Grazie per le tante risposte! Nel condominio vi sono due cancelli, uno pedonale, dove si accede all' ingresso per andare negli appartamenti, e l' altro carraio carraio. Le spese di quest' ultimo le sostengono, esclusivamente, chi ha i garages, quindi gli altri condomini non possono accedervi. In questo caso come funziona?

Spero di essere stato chiaro...

Da come dici si tratta di 3°c. art. 1123 cc,

 

- Qualora un edificio abbia più scale, cortili, lastrici solari, opere o impianti destinati a servire una parte dell'intero fabbricato, le spese relative alla loro manutenzione sono a carico del gruppo di condòmini che ne trae utilità.

 

Per cui il cancello è ad uso esclusivo dei proprietari del garage i quali ne devono sostenere le spese.

Se l'altro condomino desidera accedervi ed avere la chiave si applica quanto detto al post #2

Grazie per le tante risposte! Nel condominio vi sono due cancelli, uno pedonale, dove si accede all' ingresso per andare negli appartamenti, e l' altro carraio carraio. Le spese di quest' ultimo le sostengono, esclusivamente, chi ha i garages, quindi gli altri condomini non possono accedervi. In questo caso come funziona?

Spero di essere stato chiaro...

Ma tu hai detto che l'accesso è stato vietato solo dopo che quelli che hanno il garage hanno deciso di farlo diventare elettrico.

Prima avevano diritto ad accedere?

Da quel cancello carraio si accede solo ai garage oppure si accede anche ad un'area comune (cortile) dove tutti hanno diritto di accedere, anche per un semplice trasloco?

Non si accede ad un' area comune, si accede solo ai garages. In questo caso bisogna procedere come da post #2, giusto? Se potessero accedere tutti come bisognerebbe procedere?

Grazie

Non si accede ad un' area comune, si accede solo ai garages. In questo caso bisogna procedere come da post #2, giusto?
Se da questo cancello si accede solo ai garage è una utilizzazione separata, come detto 3°c. art 1123 cc e si procede come ho spiegato al post #2
Non si accede ad un' area comune, si accede solo ai garages. In questo caso bisogna procedere come da post #2, giusto?

C'è una cosa che ancora non è chiara. Hai detto che

"Ora, un nuovo acquirente, vorrebbe avere la chiave per l' accesso al cancello carraio, che prima non aveva"

Il nuovo acquirente ha comprato un garage?

Perchè vuole la chiave per accedere all'area garage?

Ora ha il diritto di accesso? Con quale titolo? E' subentrato nei diritti di qualcuno?

Se potessero accedere tutti come bisognerebbe procedere?

Se potessero accedere tutti bisognerebbe andare a capire dalle delibere o non delibere passate il perchè tutti hanno il diritto di accedere ma solo alcuni hanno il dovere di fare manutenzione.

Il nuovo acquirente non ha comprato il garage, ma vorrebbe poter accedere all' area per appoggiare la bicicletta, essendo un condomino che utilizza l' appartamento solo nei mesi estivi.

Non ha il diritto di accesso, infatti vorrebbe poter entrare nell' area, senza contribuire alle spese di installazione dell' automazione.

 

Grazie anche per avermi chiarito anche il caso se potessero accedere tutti!

Il nuovo acquirente non ha comprato il garage, ma vorrebbe poter accedere all' area per appoggiare la bicicletta, essendo un condomino che utilizza l' appartamento solo nei mesi estivi.

Non ha il diritto di accesso, infatti vorrebbe poter entrare nell' area, senza contribuire alle spese di installazione dell' automazione.

 

Grazie anche per avermi chiarito anche il caso se potessero accedere tutti!

Beh, innanzitutto non si può lasciare la bicicletta nell'area di manovra, in ogni caso, non avendo diritto neanche all'accesso, può solo chiedere la "cortesia" di utilizzare tale areaagli aventi diritto.

Gli aventi diritto potranno decidere qualsiasi cosa. dal consentire l'accesso e la sosta gratuitamente, a richiedergli un canone ed una partecipazione alle spese, fino a negargli tutto indipendentemente dal fatto che il nuovo acquirente sia disposto a pagare.

 

E come se qualcuno ti chiede di poter entrare in casa tua a lasciare la bicicletta.

Puoi dare una qualsiasi risposta.

×