Vai al contenuto
didi984

Cambio destinazione d'uso cosa comporta?

Buongiorno a tutti,

vorrei proporre una mia perplessità e sperare in qualcuno che mi possa fare chiarezza.

Nel mio condominio di 20 appartamenti, un condomino possiede 4 appartamenti al piano terra che da alcuni anni utilizza come uffici per la sua azienda. All'ultima assemblea ci è stato chiesto di approvare il cambio di destinazione d'uso di detti appartamenti da abitazione ad ufficio, in quanto nel nostro regolamento il cambio è possibile solo con il 100% dei voti.

A me è sorto però un dubbio, cosa può comportare questo cambio, può esserci un deprezzamento del valore degli appartamenti o ci potrebbero essere sorprese di altro tipo?

Ringrazio già per l'eventuale attenzione.

Buonasera,

Da chi è partita l'iniziativa di chidere all'assemblea?

Il regolamento citato è di tipo contrattuale ?

Solo se così fosse sarebbe necessaria l'unanimita' e potreste essere legittimati a chiedere un ricalcolo della tabelle millesimali con aumento dei mm per coloro i quali hanno apportato le modifiche.

La modifica del regolamento contrattuale deve essere fatto in forma pubblica ( notaio).

Quanto detto sopra non vale qualora il regolamento sia di natura assembleare .

L'assemblea era ordinaria e la richiesta era all'ordine del giorno.

Il regolamento condominiale non so di che tipo sia io è da pochissimo che sono entrata in questo "mondo" e la mia conoscenza in materia è proprio terra terra, so solo che l'amministratore ha detto che ci vuole l'unanimità e io ho messo un veto prendendo un po' di tempo per informarmi sulla questione.

Purtroppo il condominio è abitato per lo più da persone anziane che accettano quello che dice l'amministratore e quest'ultimo è un po' succube del proprietario degli appartamenti/ufficio che da tempo fa tutto ciò che gli pare e piace.

Non vorrei perciò avere sorprese poco piacevoli solo per non aver approfondito la questione.

Grazie della tua disponibilità.

Fondamentalmente il cambio di destinazione d'uso devi chiedergli perchè vuole farlo e soprattutto controllare che nel regolamento di condominio, suppongo contrattuale, siano previste le limitazioni usuali (ovvero ad esempio il divieto di adibire un ufficio a studio medico radiologico, a sala giochi). Insomma devi sapere perchè vuole farlo. Economicamente a voi non cambia proprio nulla, al massimo ci guadagnate, sempre che gli uffici siano magari fittati a professionisti di un certo tipo o vi rimanga lui.

Secondo me il cambio è giustificato (sempre che sia possibile farlo poi per il Comune) dal fatto che in questo modo, come azienda, avrà sgravi fiscali diversi, cosa non possibile con un appartamento.....

Grazie! Vedrò allora di verificare bene cosa prevede il regolamento per essere tutelati anche in futuro, al momento sicuramente lui terrà i suoi uffici e per noi non cambierà nulla.

×