Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
brijon

Cambio amministratore -   per i lavori urgenti, chi è il responsabile?

Ciao e buon natale a tutti i partecipanti del forum.

 

A inizio dicembre si è svolta l'assemblea deliberando variazione amministratore, ancora non è stato fatto il passaggio di consegne per 'impedimenti' del vecchio amministratore.

 

Per i lavori urgenti, chi è il responsabile? A chi bisogna far riferimento? Vecchio o nuovo amministratore, considerando che ancora in banca risulta il vecchio e nessuna variazione fiscale è stata fatta? Secondo quale articolo?

 

Grazie e buon natale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Sino a che non si effettueranno le consegne, l'amministratore revocato deve eseguire le attività urgenti, e secondo logica ne è il diretto responsabile e senza pretendere nessun compenso.

Complimenti al revocato che trova impedimenti alle consegne.

 

cc art 1129

...

Alla cessazione dell'incarico l'amministratore è tenuto alla consegna di tutta la documentazione in suo possesso afferente al condominio e ai singoli condomini e ad eseguire le attività urgenti al fine di evitare pregiudizi agli interessi comuni senza diritto ad ulteriori compensi.

...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ciao e buon natale a tutti i partecipanti del forum.

 

A inizio dicembre si è svolta l'assemblea deliberando variazione amministratore, ancora non è stato fatto il passaggio di consegne per 'impedimenti' del vecchio amministratore.

Avete fatto l'assemblea ad inizio dicembre.

Tra ponte di Sant'Ambrogio, festività Natalizie e preparazione chiusure annuali dei vari condominii che chiudono l'esercizio al 31 dicembre per preparare i rendiconti...

Difficile pensare che un professionista revocato abbia voglia di trascurare i restanti suoi amministrati e mettersi a preparare il passaggio di consegne durante le feste Natalizie.

Un passaggio di consegne fatto per bene non è uno scherzo.

Si devono indicare analiticamente tutti i documenti condominiali e fiscali che il vecchi passa al nuovo (fattura per fattura).

 

Sarete fortunati se il passaggio di consegne avverrà entro la fine di gennaio (altro mese in cui si cominciano a tenere le assemblee ordinarie di presentazione rendiconto).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie Leonardo, il problema é che il vecchio amministratore, non fa il passaggio di consegne e non si preoccupa delle urgenze del condominio.

Abbiamo portone rotto, pozzi da spurgare, varie ed eventuali, e lui dice che non ha cosa fare e non si preoccupa delle nostre necessità. E non fa neanche il passaggio di consegne......

 

Ci vorrebbe un po' di serietà o, quantomeno, consentire ad altri di adoperarsi per risolvere i problemi.

 

Grazie e auguri

 

P.s. Non siamo mica a Milano, il ponte di S.Ambrogio non ci riguarda

🙂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ciao e buon natale a tutti i partecipanti del forum.

 

A inizio dicembre si è svolta l'assemblea deliberando variazione amministratore, ancora non è stato fatto il passaggio di consegne per 'impedimenti' del vecchio amministratore.

 

Per i lavori urgenti, chi è il responsabile? A chi bisogna far riferimento? Vecchio o nuovo amministratore, considerando che ancora in banca risulta il vecchio e nessuna variazione fiscale è stata fatta? Secondo quale articolo?

 

Grazie e buon natale

Il nuovo amministratore deve far pressione per ottenere la documentazione, nel frattempo può cominciare a fare il cambio firma in banca e provvedere alla richiesta di variazione del codice fiscale presso l'agenzia delle entrate e verificare la situazione fiscale on-line.

 

Potrebbe chiedervi copia del regolamento e dell'ultimo consuntivo e preventivo al fine di individuare ed informare i fornitori del cambio di amministratore, se occorresse potrebbe procurarsi copia delle ultime fatture.

 

I due problemi che hai indicato sono risolvibili con due telefonate dopo aver verificato che vi siano i fondi necessari.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie Leonardo, il problema é che il vecchio amministratore, non fa il passaggio di consegne e non si preoccupa delle urgenze del condominio.

Abbiamo portone rotto, pozzi da spurgare, varie ed eventuali, e lui dice che non ha cosa fare e non si preoccupa delle nostre necessità. E non fa neanche il passaggio di consegne......

Se il nuovo amministratore ha accettato l'incarico può cominciare a far approvare un preventivo provvisorio... incassa quote.. esegue lavori urgenti... chiede ai condòmini chi sono i fornitori e li contatta... comincia a far volture delle utenze.....

 

Insomma, il nuovo amministratore non ha bisogno della documentazione per eseguire lavori urgenti.

Potete deliberare anche una quota provvisoria pari per tutti, da conguagliare quando avrete i documenti.

 

Se il vecchio amministratore avesse bruciato i documenti e fosse scappato alle Bahamas con la cassa cosa avreste fatto? Avreste bloccato il condominio per sempre?

 

P.S. Da me che sono al sud, invece del ponte di Sant'Ambrogio c'è il ponte dell'Immacolata (o della Madonna che dir si voglia)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

é anche vero che, molto spesso, i condomini non sanno nemmeno dare due indicazioni di numero (tipo c.f. e n. di conto corrente) e ciò, a mio avviso, limita molto l'attività del nuovo amministratore. se c'è lavoro urgente chiaramente andrà fatto subito... ma le esigenze di Brijon, mi pare, possano attendere ancora 15 giorni.... di modo che siano consentiti tutti i passaggi.

Forse una telefonatina anche dei condomini al vecchio amministratore potrebbe aiutare a "facilitare" il passaggio di consegne....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ma l'amministratore vecchio può sollecitare il pagamento delle quote, magari in un conto che di lì a poco sarà chiuso? (ad un mio parente è capitato...)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

finalmente qualcosa si muove ed il passaggio di consegne avverrà, forse, questo sabato.

grazie a tutti

nel passaggio di consegne, visto che si dovrà consuntivare poi il 2016, bisognerà scrivere ogni fattura ricevuta o si prende il plico e si controlla a posteriori?

vorrei presenziare anche io, mi date qualche consiglio in piu? (chiaramente consigli per evitare raggiri)

grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
finalmente qualcosa si muove ed il passaggio di consegne avverrà, forse, questo sabato.

grazie a tutti

nel passaggio di consegne, visto che si dovrà consuntivare poi il 2016, bisognerà scrivere ogni fattura ricevuta o si prende il plico e si controlla a posteriori?

vorrei presenziare anche io, mi date qualche consiglio in piu? (chiaramente consigli per evitare raggiri)

grazie

Chiedere al nuovo amministratore di essere presente al passaggio di consegne è lecito ma potrebbe supporre che non ti fidi del suo operato.

Lo avete appena nominato ed a meno che non abbiate sbagliato la scelta, questi saprà cosa fare e cosa chiedere.

Il nuovo amministratore verificherà le registrazioni contabili in un secondo momento e firmerà con riserva di controllo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
vorrei presenziare anche io

Per esser reso partecipe al passaggio di consegne sarebbe preferibile ricevere l'invito dal nuovo amministratore. Insieme ad altra condòmina ho presenziato una sola volta a causa di inviti diretti, ma ne avrei fatto anche a meno.

 

Il passaggio di consegne, è una particolare circostanza dove due professionisti con interessi contrapposti si misurano e per quanto l'atmosfera possa esser serena, resta una circostanza dove uno o più condòmini ci fanno la parte degli imbucati muti.

Muti, perché per accordi precedentemente presi, il nuovo amministratore difficilmente ti renderà partecipe al passaggio di consegne onde evitare di rompere la apparente cordialità fra professionisti. E per contro tu ti atterai a quel sottile equilibrio anche se avrai qualcosa da ridire, perché già tu sai che potrai intervenire solo se il nuovo amministratore ti farà una domanda diretta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
finalmente qualcosa si muove ed il passaggio di consegne avverrà, forse, questo sabato.

grazie a tutti

nel passaggio di consegne, visto che si dovrà consuntivare poi il 2016, bisognerà scrivere ogni fattura ricevuta o si prende il plico e si controlla a posteriori?

vorrei presenziare anche io, mi date qualche consiglio in piu? (chiaramente consigli per evitare raggiri)

grazie

Il passaggio di consegne è, appunto, un passaggio di documenti e del registro contabile.

Il nuovo amministratore firma per ricevuta solo per i documenti ricevuti e per eventuali somme ricevute se in cassa contanti.

Sarà poi il nuovo amministratore a verificare che tutta la contabilità sia in ordine e che quanto risulta contabilmente corrisponda a quanto risulta fisicamente.

 

Il passaggio di consegne si fa presso lo studio dell'amministratore uscente (io l'ho fatto addirittura presso lo studio del suo avvocato al quale aveva dato procura e l'amministratore uscente era perfino assente).

Più che chiedere il permesso all'amministratore entrante, potresti essere messo alla porta dall'amministratore uscente che non è obbligato a farti presenziare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Il passaggio di consegne è, appunto, un passaggio di documenti e del registro contabile.

Il nuovo amministratore firma per ricevuta solo per i documenti ricevuti e per eventuali somme ricevute se in cassa contanti.

Sarà poi il nuovo amministratore a verificare che tutta la contabilità sia in ordine e che quanto risulta contabilmente corrisponda a quanto risulta fisicamente.

grazie a leonardo e ad albano.

 

la mia domanda è proprio volta a capire se i documenti vengono verificati seduta stante o a posteriori dal nuovo amministratore.

Se il nuovo firma per ricevuta e poi manca qualcosa puo essere additato come responsabile di alcune mancanze, quindi forse è il caso che verifichi uscita per uscita insieme al vecchio, giusto?

 

Più che chiedere il permesso all'amministratore entrante, potresti essere messo alla porta dall'amministratore uscente che non è obbligato a farti presenziare.

il vecchio amministratore puo mettere alla porta un condomino che vuole partecipare? anche in religioso silenzio?

non è un diritto poter partecipare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Se il nuovo firma per ricevuta e poi manca qualcosa puo essere additato come responsabile di alcune mancanze, quindi forse è il caso che verifichi uscita per uscita insieme al vecchio, giusto?
Si è meglio controllare seduta stante, ed un amministratore dovrebbe sapere se firma in contraddittorio si prende le responsabilità se poi mancano dei documenti
il vecchio amministratore puo mettere alla porta un condomino che vuole partecipare? anche in religioso silenzio?

non è un diritto poter partecipare?

Il vecchio amministratore se vuole non ti fa entrare nel suo ufficio, ovvero tu non hai il diritto di entrare se lui non vuole.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Giorno, il neo nominato potrebbe per iscritto anticipare o chiedere di presentarsi con l' ausilio di un condomino, in difetto di non ricevuta risposta si riterrà confermata tale richiesta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

la mia domanda è proprio volta a capire se i documenti vengono verificati seduta stante o a posteriori dal nuovo amministratore.

Se il nuovo firma per ricevuta e poi manca qualcosa puo essere additato come responsabile di alcune mancanze, quindi forse è il caso che verifichi uscita per uscita insieme al vecchio, giusto?

L'amministratore firma per ricevuta ogni singolo documento che riceve.

Per esempio, riceverà il registro di cassa in cui sono annotate tutte le uscite e riceverà tutti i giustificativi di spesa.

Se nel registro di cassa è indicata la spesa di una riparazione elettrica ma pi manca la fattura, l'amministratore entrante non potrà mai firmare di aver ricevuto la fattura giustificativa di spesa.

L'incrocio tra quanto risulta contabilmente ed i giustificativi di spesa lo deve fare con calma l'amministratore entrante.

Si tratta di una revisione della contabilità a partire dall'ultimo rendiconto approvato e non può essere fatta in sede di passaggio di consegne perchè non è cosa che si può fare in poche ore.

L'amministratore firma per quello che riceve e poi controlla per conto suo.

Se riscontrerà delle anomalie le porterà a conoscenza dell'assemblea che deciderà il da farsi.

il vecchio amministratore puo mettere alla porta un condomino che vuole partecipare? anche in religioso silenzio?

non è un diritto poter partecipare?

Il condòmino ha diritto a partecipare all'assemblea di condominio e non ad assistere al passaggio di consegne presso lo studio dell'ex amministratore che ormai è un estraneo al condominio e che avendo cessato il suo mandato è tenuto a consegnare tutto quanto in suo possesso per l'esercizio del mandato (documenti e giustificativi di spesa, nonchè residuo di cassa) ed a rendere conto della sua gestione (registro di contabilità in cui sono annotate entrate ed uscite)

 

- - - Aggiornato - - -

 

Giorno, il neo nominato potrebbe per iscritto anticipare o chiedere di presentarsi con l' ausilio di un condomino, in difetto di non ricevuta risposta si riterrà confermata tale richiesta.

L'ex amministratore potrebbe anche cestinare la lettera del neo nominato, non rispondere e vietare l'ingresso al condòmino nel momento in cui si presenta accompagnato dal nuovo amministratore.

Non puoi applicare il "silenzio - assenso"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Comportarsi in questo modo sarebbe un grande maleducato. La coscienza vuole che a domanda si risponde almeno questo è il dettato del senso civico Non costa nulla rispondere si o no.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Comportarsi in questo modo sarebbe un grande maleducato. La coscienza vuole che a domanda si risponde almeno questo è il dettato del senso civico Non costa nulla rispondere si o no.

Non stiamo parlando ne di coscienza ne di senso civico ma di puro DIRITTO.

 

Non conoscendo i retroscena, alcuni comportamenti dell'ex amministratore potrebbero anche essere la diretta conseguenza di precedenti comportamenti dei condòmini.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×