Vai al contenuto
GHIRO-72

Caldaia autonoma e scarico fumi a parete

Riapro un vecchio argomento a me caro alla luce di una, e direi finalmente, nuova legge che autorizza senza ombra di dubbio lo scarico a parete delle caldaie autonome. La legge in questione è la n.221 del 17 dicembre 2012 che, all'articolo d'interese recita: "53. L'articolo 5, comma 9, del decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412, e' sostituito dal seguente: «9. Gli impianti termici siti negli edifici costituiti da piu' unita' immobiliari devono essere collegati ad appositi camini, canne fumarie o sistemi di evacuazione dei prodotti di combustione, con sbocco sopra il tetto dell'edificio alla quota prescritta dalla regolamentazione tecnica vigente, fatto salvo quanto previsto periodo seguente. Qualora si installino generatori di calore a gas a condensazione che, per valori di prestazione energetica e di emissioni nei prodotti della combustione, appartengano alla classe ad alta efficienza energetica, piu' efficiente e meno inquinante, prevista dalla pertinente norma tecnica di prodotto UNI EN 297 e/o UNI EN 483 e/o UNI EN 15502, il posizionamento dei terminali di tiraggio avviene in conformita' alla vigente norma tecnica UNI 7129 e successive integrazioni»."

-

Quindi, è chiaro che l'installazione di una caldaia a condensazione è ora, senza ombra di dubbio, legale. Unitamente alla riforma del condominio, non ci sono praticamente più vincoli seri per il legale distacco dall'impianto centralizzato (finalmente!). Tuttavia vorrei focalizzare l'attenzione su questo articolo sulla frase: "..., per valori di prestazione energetica e di emissioni nei prodotti della combustione per valori di prestazione energetica e di emissioni nei prodotti della combustione, appartengano alla classe...". Questa frase sembra dare spazio non solo a caldaie a condensazione, ma a tutte le tipologie di caldaie esistenti e/o future, che rispettino i requisiti di risparmio energetico e basso inquinamento. In tal caso, essendo forse troppo interpretativa, come ottenere ragione in caso di installazione di una caldaia che non sia a condensazione, ma che rispetti tutto il resto?

 

Modificato Da - GHIRO-72 il 02 Mag 2013 alle ore 01:12:10

Scritto da GHIRO-72 il 02 Mag 2013 - 01:10:02: ...Quindi, è chiaro che l'installazione di una caldaia a condensazione è ora, senza ombra di dubbio, legale. Unitamente alla riforma del condominio, non ci sono praticamente più vincoli seri per il legale distacco dall'impianto centralizzato ... [...]

 

In realtà non è affatto scontato.

 

Devi dimostrare tutta una serie di cose per ottenere il distacco dal "centralizzato"...e restano comunque a tuo carico quota dei costi "comuni".

 

In generale un "singolo" distacco non conviene mai...meglio che sia un' opera complessiva che coinvolga tutto il condominio.

 

 

Scritto da dimaraz il 02 Mag 2013 - 08:40:17:

In realtà non è affatto scontato.

 

Devi dimostrare tutta una serie di cose per ottenere il distacco dal "centralizzato"...e restano comunque a tuo carico quota dei costi "comuni".

 

In generale un "singolo" distacco non conviene mai...meglio che sia un' opera complessiva che coinvolga tutto il condominio.

 

 

Buongiorno,

Condivido quanto scritto da dimaraz.

Consiglio a ghiro-72 la lettura del 192-05 aggiornato, cambierà pensiero all'istante!

 

 

 

 

1 KGrazie,

a presto

Nanojoule

nanojoule@alice.it

 

il mare è fatto di gocce

 

Modificato Da - microjoule il 02 Mag 2013 09:11:59

Scritto da dimaraz il 02 Mag 2013 - 08:40:17:

In realtà non è affatto scontato.

 

Devi dimostrare tutta una serie di cose per ottenere il distacco dal "centralizzato"...e restano comunque a tuo carico quota dei costi "comuni".

 

In generale un "singolo" distacco non conviene mai...meglio che sia un' opera complessiva che coinvolga tutto il condominio.

 

 

Vi prego, non andate fuori tema... non era questo lo scopo del post... e non è il mio caso visto che, per fortuna, il regolamento di condominio consente di NON partecipare alle spese da voi ipotizzate; quindi nel mio caso la convenienza c'è da questo punto di vista.

Escludendo quindi le argomentazioni del distacco, di non interesse in questa discussione, soffermiamoci sulla questione del tipo di caldaia autorizzata dalla legge per lo scarico a parete, grazie.

 

 

×