Vai al contenuto
sgatti964

Calcolo dell'aggiornamento ISTAT annuale.

Vi sottopongo il seguente quesito.

Contratto di Locazione uso abitativo 4+4 iniziato il 01/03/2012 e scadenza annuale il 28/02/2013.

Secondo Voi, se il contratto è partito il 1/3/2012 l’aumento ISTAT (nel mio caso il 100%) da applicare nel 2013 deve essere fatto con l’indice FOI del mese di Marzo 2013. L’unico problema (e non da poco) di questo tipo di riferimento è che l’ISTAT ha in media un ritardo di un mese e mezzo nella pubblicazione degli indici.

In questo esempio, a Marzo 2013 troverò pubblicato l’indice di Gennaio 2013. Quindi l’aggiornamento ISTAT, per essere sicuro di avere l’indice di Marzo 2013, dovrà essere fatto a Maggio 2013.

 

Riassumendo: secondo il Vostro consiglio e parere, come devo comportarmi e quale è la procedura corretta, sia nei confronti dell’inquilino in affitto, sia nei confronti della Agenzia delle Entrate, dato che a quest’ultima devo pagare l’Imposta di Registro con il Canone di Affitto annuale rivalutato entro 30 giorni dalla scadenza dell’annualità e cioè il 31/03/2013, ma come spiegato sopra l'indice ISTAT ufficiale viene pubblicato non prima di Maggio 2013?

 

Aspetto una Vostra risposta.

 

Grazie, cordiali saluti.

Scritto da sgatti964 il 02 Mar 2013 - 10:19:51: Riassumendo: secondo il Vostro consiglio e parere, come devo comportarmi e quale è la procedura corretta, sia nei confronti dell’inquilino in affitto, sia nei confronti della Agenzia delle Entrate

Io personalmente al momento del calcolo dell'aggiornamento ISTAT uso come indice di referimento quello relativo all'ultimo mese disponibile.

Nel tuo caso quindi, partendo il contratto dal 1 Marzo, avrei mandato raccomandata con i conteggi (istat e tassa registro) relativi all'indice di Gennaio 2013 (2,2%).

 

 

Rispondo a jerrySM.

 

Salve,

nel mio caso essendo che la prima annualità è scaduta il 28/02/2013, ritengo sia più giusto e corretto mandare al CONDUTTORE il conteggio e calcolo dell'aggiornamento con l'indice istat foi definitivo di febbraio 2013 che sarà pubblicato il 12 marzo 2013. Quindi sono in tempo per pagare la TASSA DI REGISTRO (entro 30 giorni dalla scadenza annuale) con l'adeguamento ISTAT.

 

Domanda: una copia del modello F23 va consegnata alla Agenzia delle Entrate dove è stato registrato il contratto di locazione?

 

Aspetto una Vostra risposta.

Grazie, cordiali saluti.

 

 

Scritto da sgatti964 il 04 Mar 2013 - 10:04:01: nel mio caso essendo che la prima annualità è scaduta il 28/02/2013, ritengo sia più giusto e corretto mandare al CONDUTTORE il conteggio e calcolo dell'aggiornamento con l'indice istat foi definitivo di febbraio 2013 che sarà pubblicato il 12 marzo 2013.

Nel mio esempio facevo riferimento a Gennaio perchè di solito io comunico aggiornamento e quota tassa registro prima dell'inizio del mese in modo che l'inquilino abbia tempo per regolarsi coi pagamenti.

Se vuole aspettare l'uscita degli indici di Febbraio e comunicare importo affitto a tassa registro a mese già inoltrato (quindi magari col canone del mese che è stato già pagato) è liberissimo di farlo, l'importante è applicare un indice certo (l'ultimo pubblicato).

Dimenticavo, per le annualità successive a quella di registrazione non va consegnata nessuna copia all'AdE del F23. La prossima consegna sarà quella relativa al pagamento per un'eventuale proproga.

 

 

Modificato Da - jerrySM il 04 Mar 2013 10:29:06

Alla cortese attenzione di jerrySm,

 

grazie per le Tue esaudienti risposte.

 

Volevo chiederti a te o a chi è in grado di rispondere, altre cose in materia,essendo poco pratico.

Il CONDUTTORE attualmente in affitto (contratto 4+4), mi ha inviato una RACCOMANDATA A.R. di disdetta del CONTRATTO DI LOCAZIONE, lascerà l'appartamento il 01° Settembre 2013.

 

1) Quali sono nei dettagli tutte le procedure e iter corretti da

seguire.

 

2) Il Deposito Cauzionale a suo tempo dato e messo su un

LIBRETTO POSTALE a mio Cognome e Nome come mi devo regolare.

Entro quanto tempo devo restituire il DEPOSITO, salvo

verifiche dello stato immobile e se con gli interessi.

Se il LIBRETTO POSTALE va chiuso o se posso tenerlo in essere

per successivo inquilino.

 

3) Nel caso trovassi un nuovo inqulino e questo non vuole

aspettare il 01° settembre 2013, come e cosa posso fare?

 

Grazie ancora e cordiali saluti.

 

 

 

Scritto da sgatti964 il 04 Mar 2013 - 11:07:28: 1) Quali sono nei dettagli tutte le procedure e iter corretti da seguire.

Se la raccomandata è stata mandata nei tempi e modi previsti da contratto, quindi tu accetti il recesso anticipato non bisogna fare niente. Se invece c'è qualche irregolarità (tempi o modi che non seguono quanto previsto a contratto) rispondi con raccomandata A/R (entro non mi ricordo quanti gg) spiegando i motivi per cui il recesso non è valido.

Scritto da sgatti964 il 04 Mar 2013 - 11:07:28:

2) Il Deposito Cauzionale a suo tempo dato e messo su un LIBRETTO POSTALE a mio Cognome e Nome come mi devo regolare.

Se il libretto è solo a tuo nome puoi farci quello che vuoi, al conduttore che se ne va devi ridagli i soldi (assegno o al limite bonifico), comprensivi degli interessi. Se non li hai mai corrisposti annualmente devi calcolarli dall'inizio della locazione.

Prepari un verbale di riconsegna immobile in cui verranno annotati eventuali danni che devono essere sistemati.

Nel caso migliore in cui non ci sono danni o pagamenti pendenti (es oneri accessori) firmate che i locali sono in ordine, tu restituisci il deposito cauzionale comprensivo di interessi per un importo di Euro xxx e nessun'altro è dovuto ne pa una parte ne dall'altra.

Altrimenti segna quali e quanti lavori sono necessari (oppure, se dovuto, quanto previsto a consuntivo per spese condominiali) e trattieni quanto previsto. Poi al termine dei lavori di sistemazione (o pagamento di quento previsto a consuntivo per spese condominiali) riconsegni il tutto (comprensivo di fatture o ricevute spese).

In rete trovi esempi di verbali di riconsegna immobili pronti all'uso.

Del libretto postale a tuo nome puoi fare quello che ti pare, all'inquilino non interessa niente. Ne a quello che esce ne a quello che entrerà

Scritto da sgatti964 il 04 Mar 2013 - 11:07:28:

2) 3) Nel caso trovassi un nuovo inqulino e questo non vuole

aspettare il 01° settembre 2013, come e cosa posso fare?

Senti l'inquilino che deve uscire se magari è disposto ad anticipare l'uscita, in caso contrario gli dici a quello nuovo che l'appartamento sarà libero dal 01° settembre, se può aspettare bene, altrimenti arrivederci e grazie.

Un consiglio, visto che la data di riconsegna può subire ritardi (magari anche per cause non riconducibile direttamente all'inquilino uscente) non accettare somme a titolo di caparra confermativa ne direttamente da privati da sopratutto da agenzie se non vuoi che poi, per qualche ritardo non dipendente da te, ti chiedano i danni se l'appartamento non è pronto in tempo.

Saluti, jerry.

 

 

Alla Cortese attenzione di jerrySM.

 

Salve,

ma la TASSA DI REGISTRO annuale, va ripartita al 50% tra CONDUTTORE e LOCATORE?

 

Grazie, cordiali saluti.

 

 

 

Scritto da sgatti964 il 04 Mar 2013 - 14:26:58: ma la TASSA DI REGISTRO annuale, va ripartita al 50% tra CONDUTTORE e LOCATORE?

Di solito, visto che lo stato considera entrambi come responsabili in solido per il pagamento, si divide tra conduttore e locatore. Nulla vieta però di stabilire in maniera diversa sul contratto. PS: in un forum risponde chiunque abbia info utili circa un particolare problema o quesito, non è quindi d'uso rivolgersi direttamente ad un singolo utente per domande generiche...

 

 

×