Vai al contenuto
simonevezzosi

Caduta calcinacci dai balconi senza manutenzione

Salve, vorrei chiedere: (sono in un condominio di 6 appartamenti in affitto)

La nostra amministrazione condominiale equivale a pagare un tot ad un commercialista che divide le spese dell'acqua, della luce e incassa l'affitto per il propietario; per il resto NON FANNO ASSOLUTAMENTE NIENTE, ne assemblee ne sopraluoghi per vedere ogni tanto le condizioni delle cose. Non si vede mai nessuno!!!!!

 

Stanotte si sono staccati dei pezzi pericolosi di cemento, uno di 40 cm e due sassi grossi come un pugno, dal balcone sopra il mio appartamento, ciò perchè NON viene mai fatto un controllo sulle condizioni dello stabile che ha 50 anni. Meno male che ne io ne moglie e figlia erano li in quel momento, se no i danni erano molto gravi penso, addirittura il pezzzo grosso è caduto dove di solito mi siedo con la sdraio per rilassarmi di sera.

come posso agire? almeno per far riparae e non rischiare di lasciarci la salute??????

 

Devo pagare un amministrazione che serve solo per ripartire spese???(mi chiede 360 euro annui)

La mia paura è che i balconi qualche giorno cadano!!!!! E se non dovessi pagare l'affitto per inadempienze??, d'altronde penso che il proprietario debba garantire appartamenti apposto e non pericolanti!!!

GRAZIE Simone.

Ciao Simone,

se non ho capito male le 6 unità immobiliari sono di proprietà di un unico soggetto che ha affidato la gestione dell'immobile ad un commercialista. In questo caso non siamo in presenza di un condominio e quindi le assemblee non sono previste. E' chiaro che il proprietario non solo debba mettervi a disposizione la cosa locata in buone condizioni e tali da consentirvi di fruirne per l'uso convenuto (art.1575 cc) ma è responsabile civilmente e penalmente dei danni causati a terzi (tra i quali ci siete anche voi inquilini). La cosa che puoi fare è mandare una raccomandata A/R al proprietario e per conoscenza al commercialista che amministra informandoli dell'accaduto e dei pericoli potenziali che state correndo. Vedrai che qualcosa si muoverà.......

Concordo con andreao e per eventuali danni a voi inquilini (cose e persone) vi consiglierei di rivolgervi ad un sindacato inquilini e che vi fornirà assistenza, anche legale se servirà

... hai aperto due discussioni uguali ?

 

fino a 8 proprietari non è obbligatorio avere l'amministratore.

siete tutti corresponsabili sia civilmente che penalmente e fiscalmente (i proprietari).

 

se c'è stato questo grave distacco, chiama i vigili del fuoco (lascia lì i pezzi caduti, fai delle foto, ...) per fare una verifica.

saranno loro a relazionare e intimarvi di fare i lavori per la messa in sicurezza (parlo sempre dei proprietari)

il proprietario (locatore) ha l'obbligo - come ha già detto anderao - di locare le unità immobiliari che siano in buono stato e quindi che non debbano assolutamente presentare - all'interno e all'esterno - anomalie o inconvenienti tali da nuocere all'integrità degli occupanti (locatari o affittuari o inquilini che dir si voglia). Nel caso di specie, stando a quanto ha descritto, è evidente che lo stato di manutenzione dell'edificio sono tutt'altro che regolari. Anzi risulterebbero praticamente 'pessime'.

Pertanto, dopo una raccomandata A/R per segnalare gli "inconvenienti" (stacco pezzi cemento dai cornicioni ecc. ecc.) e di contestuale richiesta di tempestiva sistemazione, se nulla avviene, dovrai/(dovrete) il proprietario mediante un'ulteriore lettera; scritta però da un legale.

Ovviamente si spera che il proprietario provveda fin dalla ricezione della prima lettera di segnalazione/avviso. Diversamente significherebbe, purtroppo, mettersi in situazione di conflittualità. E quando inquilini e locatori/proprietari entrano in discussione, si sa come - spesso - le cose vanno a finire.

In ogni caso sappi (se non lo sai già) che in situazioni come quella da te descritta, se si fanno intervenire vigili urbani (o i vigili del fuoco), questi escono e stilano un rapporto/verbale a carico del proprietario. Che dovrà poi provvedere, entro i termini indicati, a mettere in sicurezza lo stabile.

Trovandosi in un condominio di sei appartamenti, la nomina di un amministratore non e' obbligatoria, e da quanto lei dice mi sembra che il commercialista sia stato incaricato unicamente di portare una minima contabilita' del condominio, e non di amministrare lo stesso. Dunque in tal caso io vedrei meglio l'applicazione delle norme sulla locazione, e innanzitutto le consiglierei di inviare al proprietario/locatore una raccomandata A/R con l'indicazione esatta dei fatti da lei lamentati, invitandolo a provvedere in tempi brevi. In caso di silenzio o di rifiuto del locatore potra' rivolgersi ad un legale per inadempienza da parte proprietaria all'obbligo di curare la manutenzione dello stabile

×