Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
rosi48

Bonus per varie manutenzioni ordinarie in condominio:si può richiederlo anche in forma cumulativa?

Grata se qualcuno potesse chiarirmi in merito al seguente quesito:

È possibile che l'amministratore richieda il bonus per le manutenzioni ordinarie nell'ambito del condominio (es.pulizia annuale condutture fognarie, pulizia annuale grondaie, imbiancatura/periodica pareti e soffitti di corridoi cantine, sistemazioni impianto citofonico, manutenzione cancelli elettrici e portoni, manutenzione verde, ecc.) anche in forma cumulativa.

In altri termini, se deve obbligatoriamente richiedere (e quindi istruire una pratica) per l'importo (in base alla prevista aliquota) di ciascun intervento oppure è possibile che li cumuli e li presenti con un'unica richiesta di bonus.

Dato che, solitamente, gli interventi di manutenzione ordinaria di un piccolo/medio condominio hanno costi relativamente limitati che, presi singolarmente, spesso non vale la pena utilizzare per l'ottenimento dei previsti bonus (da in cassare nel corso di 10 anni), mi chiedevo se è possibile, per l'appunto, cumulare tutti gli interventi (omogenei per aliquota) effettuati nel corso della gestione e regolarmente fatturati (nonché definitivamente pagati con F24) per istruire poi un'unica pratica di importo più 'consistente' in modo tale che ciascun condòmino possa poi portare la sua quota in detrazione quando presenta la dichiarazione dei redditi (730 o Unico che sia).

Del resto, se la presentazione cumulativa per l'ottenimento dei bonus fiscali non è possibile, si può allora ritenere che la facilitazione fiscale è, nella stragrande maggioranza dei casi, solamente teorica o virtuale. E quindi, riservata esclusivamente ad interventi per importi rilevanti (sia ordinari che, soprattutto straordinari). Grazie per la risposta a chiarimento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E' sicuramente possibile "cumulare" diversi interventi ...ma temo tu abbia una visone troppo ampia di quali spese sia possibile chiedere deduzione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
E' sicuramente possibile "cumulare" diversi interventi ...ma temo tu abbia una visone troppo ampia di quali spese sia possibile chiedere deduzione.

Grazie per la risposta. Comunque forse tu hai una visione più ristretta: ti spiacerebbe quindi - se non chiedo troppo - indicarmi quelle spese ordinarie suscettibili di bonus che (sicuramente) si possono cumulare? Grazie ancora.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie per la risposta. Comunque forse tu hai una visione più ristretta: ti spiacerebbe quindi - se non chiedo troppo - indicarmi quelle spese ordinarie suscettibili di bonus che (sicuramente) si possono cumulare? Grazie ancora.

Sono certamente da escludere dall'agevolazione le prime due voci che hai riportato (pulizia annuale condutture fognarie, pulizia annuale grondaie) e manutenzione del verde.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Sono certamente da escludere dall'agevolazione le prime due voci che hai riportato (pulizia annuale condutture fognarie, pulizia annuale grondaie) e manutenzione del verde.

Grazie, molto gentile da parte tua specificare che pulizia condutture, grondaie e manutenzione verde - quantunque vengano sempre inserite come spese correnti(ordinarie) nel consuntivo non possono beneficiare del bonus fiscale.

Pertanto, se non ho compreso male, un intervento sul cancello carraio (sistemazione motori) + intervento su portone ingresso (cambio serratura + cambio molla richiamo) + imbiancatura pareti e soffitti corridoi di transito a cantine e box dovrebbero rientrare cumulando le relative spese. È così? Grazie ancora

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Gli interventi ammessi li trovi nelle lettere b), c) e d) dell’articolo 3 del Dpr 380/2001 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia)..............

 

In ogni caso bisogna fare delle valutazioni........se si spendono ad esempio € 2000,00 di spese ordinarie deducibili e che quindi la detrazione fiscale è di € 1.000,00 (in 10 anni) il condomino è composto ad esempio da 40 unità immobiliari.....quindi € 1000,00 /40= € 25 cad. in 10 anni sono 2,5 all'anno...........tra fotocopie (intendo plico complessivo di quota da dividere procapite, dichiarazione amministratore, copia fatture e copia bonifici) e invio si spendono almeno € 150,00/€ 200,00 conviene davvero??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Gli interventi ammessi li trovi nelle lettere b), c) e d) dell’articolo 3 del Dpr 380/2001 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia)..............

 

In ogni caso bisogna fare delle valutazioni........se si spendono ad esempio € 2000,00 di spese ordinarie deducibili e che quindi la detrazione fiscale è di € 1.000,00 (in 10 anni) il condomino è composto ad esempio da 40 unità immobiliari.....quindi € 1000,00 /40= € 25 cad. in 10 anni sono 2,5 all'anno...........tra fotocopie (intendo plico complessivo di quota da dividere procapite, dichiarazione amministratore, copia fatture e copia bonifici) e invio si spendono almeno € 150,00/€ 200,00 conviene davvero??

Grazie.

È evidente che se il totale delle spese per interventi ordinari (come quelli che ho citato nella precedente-ultima risposta) si attesta a quell'importo (2.000 euro) anche se nel nostro condominio siamo in 22 significa che ciascuno potrebbe detrarre - in 10 anni - circa 45 euro. Quindi bisogna raggiungere un importo tale che possa determinare un rientro "annuale" di almeno 75-100 euro (750-1000 euro in 10 anni per ciascuno dei 22 condòmini). Pertanto, che la sommatoria delle spese cumulabili e suscettibili di bonus raggiunga, globalmente, almeno i 35.000-40.000 euro. Altrimenti non vale la pena far lavorare l'amministratore (il quale potrebbe anche reclamare un compenso extra per istruire tute le pratiche).

Diverso il discorso allorché si parla di spese straordinarie. Che solitamente si attestano su importi di parecchie migliaia di euro (come per esempio, sistemare un buon tratto di impianto fognario mediante scavi, ispezioni-verifiche e riparazioni + collaudi relativi)

 

Certo che se, nel corso di una gestione, si sostengono spese di manutenzioni ordinarie per 5000/6000 euro - che si possono sommare/aggiungere a 25.000/30.000 euro di spese per interventi straordinari - allora dovrebbe una certa convenienza a chiedere la detrazione dovrebbe esserci. Dico bene?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

"Certo che se, nel corso di una gestione, si sostengono spese di manutenzioni ordinarie per 5000/6000 euro - che si possono sommare/aggiungere a 25.000/30.000 euro di spese per interventi straordinari - allora dovrebbe una certa convenienza a chiedere la detrazione dovrebbe esserci. Dico bene?

 

Su questo tipo di ragionamento allora sì, sono anche io concorde che in questo caso si potrebbero pagare detti interventi d'importo minore con bonifico detrazione fiscale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E se poi il condominio non è dei più nuovi, e quindi nell'arco di qualche anno si presentano ulteriori spese ordinarie o straordinarie di medesima levatura - o anche superiori - significa assicurare un certo flusso di rimborsi da bonus fiscale. Ciò, è evidente, sempre che un governo non interrompa queste facilitazioni per via delle difficoltà in cui "naviga".

A parte questo - di cui ancora una volta ringrazio - dopo aver dato una lettura all'articolo 3 del DPR 380/2001 non risulta del tutto agevole individuare esattamente quelli che sono gli interventi - ordinari e straordinari - per i quali si può effettivamente beneficiare del bonus fiscale. Si parla per lo più di interventi di carattere edilizio/ristrutturativo e (in misura minore) di interventi di sostituzione/rinnovo di dispositivi.

Bisogna quindi interpretare correttamente il testo del DPR. Per esempio, la tinteggiatura di pareti e soffitti di corridoi e spazi comuni condominiali - che è risaputo rientrare fra gli interventi per i quali si può beneficiare del bonus del 50% - non è facilmente individuabile dalla lettura dei vari punti dell'art. 3 dello stesso decreto.

Chissà se qualcuno ha pubblicato specificatamente una lista degli interventi (esclusivamente) condominiali - straordinari e ordinari - da considerare per l'ottenimento del bonus. Sarebbe veramente qualcosa di estremamente utile: per gli amministratori e per i condòmini stessi (i quali poi potranno materialmente detrarre i previsti importi risultanti in corso di dichiarazione).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Cred che una "lista" pienamente esaustiva che includa tutte le casistiche anche particolari che si possano avere come spese in un Condominio...non esista.

 

Andrà valutata di volta in volta...sennò togli "lavoro" fattuabile ai commercialisti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Mandami un messaggio privato con mail che ti giro un file riepilogativo degli interventi aggiornato al maggio 2014

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×