Vai al contenuto
moreno.deangelis dice:

Nel caso invece come prima di unico proprietario di edificio con due unità distintamente accatastate ma con accessi indipendenti e autonome?

Niente da fare: quando un edificio con piu' unità è di proprietà di una sola persona è sempre escluso da superbonus.

E' escluso come 'edificio'.

Non è escluso che i due conduttori, persone fisiche al di fuori dell'attività d'impresa, decidano di sistemare il loro 'edificio', che pure appartiene, in toto, a qualcunaltro.

sandro solfiti dice:

E' escluso come 'edificio'.

Non è escluso che i due conduttori, persone fisiche al di fuori dell'attività d'impresa, decidano di sistemare il loro 'edificio', che pure appartiene, in toto, a qualcunaltro.

Ti riferisci all'ultima faq postata sul sito di AdE?

Io non sono tanto sicura che il riferimento sia ad un edificio con piu' unità riferito ad unico proprietario, e in ogni caso resterebbero preclusi gli iterventi sulle parti comuni, vedi cappotto.

È confermata la maggioranza di almeno un terzo dei millesimi del condominio per approvare x fare il cappotto sull'intero condominio? I condomini che non approvano devono adeguarsi?  Grazie a chi risponde

Nicoletta.brignani dice:

È confermata la maggioranza di almeno un terzo dei millesimi del condominio per approvare x fare il cappotto sull'intero condominio? I condomini che non approvano devono adeguarsi?  Grazie a chi risponde

Si.

  • Grazie 1
Nicoletta.brignani dice:

Grazie, chiedo ma l'impresa che fa il cappottp deve essere la stessa o ogniuno può scegliere quella che vuole?

Se il cappotto è condomìniale è una sola, se siete la bifamiliare dove ogni unità puo' procedere autonomamente ognuno incarica la ditta che desidera.

  • Grazie 1
Danielabi dice:

Si.

In altra discussione mi era sembrato di capire che però i contrari dovevano essere minoritari anche con i millesimi.  

salpa65 dice:

In altra discussione mi era sembrato di capire che però i contrari dovevano essere minoritari anche con i millesimi.  

Si, così parrebbe.

Nicoletta.brignani dice:

Quindi su 1000 millesimi quanti sono necessari? 333? 

Per l'approvazione sono necessari almeno 333 millesimi; chi è contrario deve rappresentare meno dei millesimi di chi approva.

Esempio:

favorevoli  433 mill.   contrari 320 millesimi, l'assemblea approva

favorevoli  333 mill.   contrati 400 millesimi, l'assemblea non approva (anche se le teste dei favorevoli sono superiori a quelle dei contrari).

  • Grazie 1
Nicoletta.brignani dice:

Quindi su 1000 millesimi quanti sono necessari? 333? 

almeno 333,33 periodico per la precisione.

Danielabi dice:

favorevoli  333 mill.   contrati 400 millesimi, l'assemblea non approva (anche se le teste dei favorevoli sono superiori a quelle dei contrari).

Uhm.. su questo si è discusso l'altro giorno e non è certo che 1/3 dei millesimi non sia sufficiente se le teste sono superiori ma ci sono più millesimi contrari perchè il dettato della Norma è  rispettato:

Maggioranza degli intervenuti ed almeno 1/3 dei millesimi (indipendentemente da quanti sono i millesimi contrari)

  • Mi piace 1
  • Grazie 1
Leonardo53 dice:

almeno 333,33 periodico per la precisione.

Uhm.. su questo si è discusso l'altro giorno e non è certo che 1/3 dei millesimi non sia sufficiente se le teste sono superiori ma ci sono più millesimi contrari perchè il dettato della Norma è  rispettato:

Maggioranza degli intervenuti ed almeno 1/3 dei millesimi (indipendentemente da quanti sono i millesimi contrari)

si, abbiamo discusso e anzi...io ero dell'avviso che fossero le teste a determinare la maggioranza, nel senso che con teste in maggioranza che rappresentano almeno 1/3 dei millesimi è fatta, indipendentemente dai millesimi contrari; ma, se non ricordo male, è stato fatto notare da Condo che l'articolo del decreto è scritto come gli articoli ante riforma del 2012; la Cassazione, ante 2012, ha sempre stabilito che ci volesse la doppia maggioranza. Pertanto, in via prudenziale, ci sarebbe da considerare che sia necessaria la doppia maggioranza.
Personalmente penso che non sia così, ma considerando che altri la pensano in altro modo e che, soprattutto, non sappiamo come la pensa la giurisprudenza, meglio indicare la via meno dubbia (a mio parere)

 

  • Mi piace 1

DAI DAI DAI CHE CI SIAMOOOOOOO:

 

“Può ritenersi autonomo anche l’accesso da una strada privata e/o in multiproprità….si ritiene inoltre che possa ritenersi autonomo anche l’accesso da terreni di utilizzo comune ma non esclusivo, come i pascoli, atteso non essendo rilevante, che il terreno sia di proprietà esclusiva del possessore dell’unità immobiliare”

 

QUI IL VIDEO DI OGGI: https://www.domoticadiy.it/2020/09/interrogazione-in-commissione-finanze-accesso-autonomo-dallesterno-30-settembre-2020-superbonus-110/

Nicoletta.brignani dice:

Ma per terreno può essere anche il giardino condominiale?

direi di si...il giardino è un terreno, il cortile è un terreno..... dice terreno ad uso comune

  • Grazie 1
itajackass dice:

direi di si...il giardino è un terreno, il cortile è un terreno..... dice terreno ad uso comune

Evvivaaaaaaaaaaaaa

itajackass dice:

l’accesso da terreni di utilizzo comune ma non esclusivo, come i pascoli

Be, direi che aver tolto i dubbi sugli accessi dai pascoli sia stato veramente fondamentale! 🤭

 

Direi che fra interrogazioni ed emendamenti si sta andando verso il "liberi tutti" (a parte le abitazioni di "lusso)

oooooooooooh, bene!

Basta avere il proprio ingresso che non confluisce nel solito androne condomìniale, poi puo' esserci anche il pascolo fra porta e strada che non c'è problema.

E questa è fatta! 😉

 

L'hai marcato stretto Villarosa, eh? 😃

bravo, grazie!

  • Mi piace 1
  • Grazie 1
Danielabi dice:

oooooooooooh, bene!

Basta avere il proprio ingresso che non confluisce nel solito androne condomìniale, poi puo' esserci anche il pascolo fra porta e strada che non c'è problema.

E questa è fatta! 😉

 

L'hai marcato stretto Villarosa, eh? 😃

bravo, grazie!

non solo io ma centinaia di persone 😉

  • Mi piace 1
  • Grazie 1
itajackass dice:

Ed ecco qui il verdetto finale a prova di "stupido" 🙂

 

 

A me rimane il dubbio sul giardino condominiale. Voi che dite?

Nicoletta.brignani dice:

A me rimane il dubbio sul giardino condominiale. Voi che dite?

Dopo che hanno dato il via anche ai pascoli??
Nicoletta, vai tranquilla, ha detto che va bene anche se si accede a proprietà "multiple", come potrebbe essere il giardino condomìniale.

In sostanza si esclude il "classico" ingresso condomìniale, con portoncione che porta all'androne e alle scale comuni; chi ha un ingresso proprio da cui accede solo lui è a posto, anche se deve passare in giardino, in corte, nella brughiera.....

  • Grazie 1

ARRIVERANNO CHIARIMENTI IN MERITO AL DISCORSO IMPIANTI UTENZE? [[ In particolare gas. Mi interrogo se serve bolletta intestata personale o è sufficiente avere la caldaia in casa e un sottocontatore esclusivo ogniuno può accendere e spegnere quando vuole. Anche se la bolletta intestata condominio orizzontale accesso autonomo.]]

Nicoletta.brignani dice:

ARRIVERANNO CHIARIMENTI IN MERITO AL DISCORSO IMPIANTI UTENZE? [[ In particolare gas. Mi interrogo se serve bolletta intestata personale o è sufficiente avere la caldaia in casa e un sottocontatore esclusivo ogniuno può accendere e spegnere quando vuole. Anche se la bolletta intestata condominio orizzontale accesso autonomo.]]

Non credo, non mi sembra di aver letto emendamenti proposti per tale problema, che probabilmente non è molto sentito.

A mio parere se l'impianto lo gestisci in autonomia rispetto agli altri, hai un impianto indipendente.
Perchè non chiedi ad un tecnico asseveratore?

×