Vai al contenuto
Danielabi dice:

Si, senz'altro, pero'....(😁)..... mi interessava sapere se come "tecnico", indipendentemente da quanto riportato da AdE che dovrebbe aver mutuato dal Testo unico dell'edilizia, hai le idee chiare sull'ingresso autonomo: se esco nel mio giardino, aprendo il mio cancello e sfocio su cortile condominiale il mio ingresso è autonomo?

Ciao GIME io abito proprio tra Fidenza e Parma, a 100m in una trasversale della via Emilia ovest! 

 

Comunque si come chiede Daniela,e anche io, abitando in un contesto di corte o supercondominio dove è presente un viale comune da cui si diramano tanti giardini privati....se questa soluzione ti rientra o meno?

 

Ahimè anche Pagliai dà contro questa soluzione e lui dice che tutto il percorso da strada pubblica a porta ingresso deve essere privato.....

 

Spero appunto di no!

itajackass dice:

Ciao GIME io abito proprio tra Fidenza e Parma, a 100m in una trasversale della via Emilia ovest! 

Io a Noceto...pensa te...

 

Modificato da GIME
Danielabi dice:

Testo unico dell'edilizia, hai le idee chiare sull'ingresso autonomo: se esco nel mio giardino, aprendo il mio cancello e sfocio su cortile condominiale il mio ingresso è autonomo?

L'ingresso all'u.i. è autonomo anche se hai una parte a giardino privato, ma con accesso da cortile condominiale. In questo caso, se poi il cortile ha un cancello o portone sulla strada, si parla di corte.

  • Grazie 1
GIME dice:

L'ingresso all'u.i. è autonomo anche se hai una parte a giardino privato, ma con accesso da cortile condominiale. In questo caso, se poi il cortile ha un cancello o portone sulla strada, si parla di corte.

Spero davvero sia così e venga mantenuto questo testo. Se si ti offro una pizza da I Monelli x)

itajackass dice:

A posto... Io Ponte Taro!

Apposto siamo...

Appena tre chilometri ci separano...

hai presente le villette di Case Rosa a Fontevivo  in parallelo all'autostrada? Quelle rientrano nella fattispecie  di cui al p.2 che ho citato.

Adesso sono in terronia, ma a fine settembre sarà lì. Se vuoi ti offro un caffè al S. Marco. 👍

Certo che ho presente tra l'altro ai tempi volevo proprio comprare una di quelle! ....Ma la strada che han davanti non è pubblica?! Io comunque abito dietro la via dei monelli,condominio LE LOGGE

itajackass dice:

Spero davvero sia così e venga mantenuto questo testo. Se si ti offro una pizza da I Monelli x)

i  Monelli...certo, perché no..😄

itajackass dice:

Certo che ho presente tra l'altro ai tempi volevo proprio comprare una di quelle! ....Ma la strada che han davanti non è pubblica?! Io comunque abito dietro la via dei monelli,condominio LE LOGGE

La strada è pubblica, si, mi riferisco a quella che non spunta più ma che serve quelle villette che hanno "«...un accesso indipendente non comune ad altre unità immobiliari chiuso da cancello o portone d’ingresso che consenta l’accesso dalla strada o da cortile o giardino di proprietà esclusiva»

GIME dice:

mi riferisco a quella che non spunta più

Non ho capito cosa intendi qui 🙂

comunque loro sono tranquille perché tra il loro giardino e la strada pubblica non c'è nulla di "condiviso" con altri

itajackass dice:

Non ho capito cosa intendi qui 🙂

Mi riferisco al reticolo di via Turati, via Picelli, via Musini...insomma qual cosa del genere 👍

e che, se non ho capito male, è simile a quello alla spalle dei Monelli dove abiti tu...

Modificato da GIME
GIME dice:

L'ingresso all'u.i. è autonomo anche se hai una parte a giardino privato, ma con accesso da cortile condominiale. In questo caso, se poi il cortile ha un cancello o portone sulla strada, si parla di corte.

bene, quindi se itajakass venisse da te per l'asseverazione, tu firmeresti tranquillo, giusto?

GIME dice:

Mi riferisco al reticolo di via Turati, via Picelli, via Musini...insomma qual cosa del genere 👍

e che, se non ho capito male, è simile a quello alla spalle dei Monelli dove abiti tu...

 Ti allego la foto di streetview del nostro supercondominio. La mia casa (bifam PT) è quella dietro all'albero magnolia (in realtà la foto è vecchia quell'albero è stato abbattuto anni fa). Come vedi tutte le case (2 unif e 3 bifam) sono servite da questo vialone comune (in fondo abbiamo i garage). Quasi ogni casa,almeno quelle al PT, hanno il loro giardini pvt....ma comunque siamo tutti dentro questo "spazio" condominiale.

 

Siamo tutti costretti a camminare sul vialone per raggiungere le nostre proprietà

IMG_20200811_203741.jpg

Anche perché analizzando la frase incriminata:

 

La presenza, inoltre, di un «accesso autonomo dall’esterno», presuppone, ad esempio, che «l’unità immobiliare disponga di un accesso indipendente non comune ad altre unità immobiliari chiuso da cancello o portone d’ingresso che consenta l’accesso dalla strada o da cortile o giardino di proprietà esclusiva».

 

 

E poniamo il caso che per "accesso autonomo" venga inteso "il percorso non comune a nessuno":

 

Leggendola così sembra che la u.i. debba avere un "percorso esclusivo" per arrivare alla porta di casa....e tale percorso debba essere accessibile dalla strada (e qui sarebbe logica la frase: strada pubblica->percorso pvt->casa).... Ma poi si aggiungono gli "OPPURE":

 

o da cortile o giardino pvt..... E qui la frase diventa insensata: 

 

Leggendola di nuovo:

 

la u.i. debba avere un "percorso esclusivo" per arrivare in casa....e tale percorso debba essere accessibile da un giardino pvt o da un cortile.... Il che non ha senso che esista la specificazione di cortile o giardino se uno di questi 2 viene "prima" del percorso già di per sé indicato come esclusivo.

Cioè questa configurazione è insensata:

Giardino->percorso esclusivo->casa

 

 

Invece se "accesso" rimane nella sua forma originale (cioè da fuori a dentro edificio) allora la frase ha più senso perché:

 

L'accesso alla u.i. (passaggio da fuori a dentro) è consentito provenendo dalla strada direttamente, oppure dal giardino pvt, oppure da un cortile non specificato.... E quindi accesso autonomo sarebbe circoscritto solo al passaggio fuori-dentro.

Danielabi dice:

bene, quindi se itajakass venisse da te per l'asseverazione, tu firmeresti tranquillo, giusto?

Serietà vuole che vada io da lui a rendermi conto di presenza se lo stato dell'arte rientri tra i casi previsti ai fini dell'ottenimento del bonus.😉

Solo dopo attenta verifica e simulazione del "salto" di classi energetiche il tecnico procederà con l'asseverazione. 

itajackass dice:

La presenza, inoltre, di un «accesso autonomo dall’esterno», presuppone, ad esempio, che «l’unità immobiliare disponga di un accesso indipendente non comune ad altre unità immobiliari chiuso da cancello o portone d’ingresso che consenta l’accesso dalla strada o da cortile o giardino di proprietà esclusiva».

Secondo me, questa è proprio la fattispecie che riguarda la tua situazione +ben evidente dalla foto.

Sarò lì a fine settembre..se non hai proprio fretta fretta, un sopralluogo insieme lo farei volentieri.

Fammi sapere.

GIME dice:

Secondo me, questa è proprio la fattispecie che riguarda la tua situazione +ben evidente dalla foto.

Sarò lì a fine settembre..se non hai proprio fretta fretta, un sopralluogo insieme lo farei volentieri.

Fammi sapere.

Io ho già chiaro gli interventi che vorrei fare (PdC + FV + ACCUMULO + colonnina) ed eventualmente finestre (attualmente sono in F) e avevo già contattato la ditta scelta (se vuoi in pvt ti posso dire chi, loro sono specializzati in PdC ad alta temperatura), lo step che mi manca appunto era:

1. capire se ho i requisiti di accesso al bonus

2. se si, aggiornare planimetrie perchè in questi 5 anni ho spostato qualche porta ecc...

 

Se a fine settembre non ci sono aggiornamenti che chiariscano la situazione volentieri.

 

Perchè avrei una carta jolly da giocare, ma anche qui è in FORSE:

 

Io ho la fortuna di avere il box auto direttamente collegato a mia taverna tramite porta interna garage, quindi box auto appiccicato alla mia u.i.

A mia volta dietro il garage ho un secondo giardino privato (non accessibile direttamente).

A fianco di tale giardinetto è presente una via "privata" che porta ad un altro lotto di case... (per @GIME: è una strada sterrata a fianco sinistro dei Monelli )

su tale strada "privata" è presente un cancello (del nostro condominio) che si affaccia su essa.... il mio vicino che abita li da tanto, mi ha spiegato che dall'anno scorso, per usucapione, possiamo uscire da quella strada utilizzando questo secondo cancello (che in pratica non è mai stato usato, è arrugginito, non si apre agevolmente).

La mia idea malsana era creare una nuova porta nel garage che da direttamente sul mio giardino secondario, e di nuovo aprire un accesso nella siepe del giardino che da su quella strada privata....

 

In questo modo avrei un accesso diretto: strada->giardino->garage->u.i. senza calpestare parti comuni.

 

Ma anche qui rimane il dubbio... Posso sfociare su strada privata? Anche se da un anno abbiamo usucapione? Oppure la strada deve essere per forza pubblica (intendo per accesso bonus)? Mistero....

Senza titolo-1.jpg

Modificato da itajackass
itajackass dice:

1. capire se ho i requisiti di accesso al bonus

2. se si, aggiornare planimetrie perchè in questi 5 anni ho spostato qualche porta ecc...

 

Se a fine settembre non ci sono aggiornamenti che chiariscano la situazione volentieri.

 

Perchè avrei una carta jolly da giocare, ma anche qui è in FORSE:

Si mi è chiaro dove è posizionata casa tua.

In generale: le norme non possono contenere tutte le casistiche costruttive o urbanistiche etc. etc..

Dal decreto ,dalle linee guida e dalla circolare , ad oggi mi sento di confermarti quanto già detto. 

Ma, per avere certezza dello stato dell'arte, mi sono sempre recato sui luoghi. 

In ogni caso, si sentiamoci in pvt e definiamo. Grazie

GIME dice:

In ogni caso, si sentiamoci in pvt e definiamo

D'accordo @GIME , ma interessava sapere (a me e presumo a molti altri) se la questione "accesso autonomo" si risolve anche se lo sbocco è su parti altrui, a quanto pare, salvo sorprese da sopralluogo, ci metteresti la firma.

Non per mettere in dubbio quanto affermi (non mi permetterei mai), ma giusto per capire: c'è una qualsiasi nota/circolare/accidente vario che lo stabilisce, oppure è esperienza maturata con gli uffici tecnici comunali?

(non ti offendere 😊)

Danielabi dice:

D'accordo @GIME , ma interessava sapere (a me e presumo a molti altri) se la questione "accesso autonomo" si risolve anche se lo sbocco è su parti altrui, a quanto pare, salvo sorprese da sopralluogo, ci metteresti la firma.

Non per mettere in dubbio quanto affermi (non mi permetterei mai), ma giusto per capire: c'è una qualsiasi nota/circolare/accidente vario che lo stabilisce, oppure è esperienza maturata con gli uffici tecnici comunali?

(non ti offendere 😊)

@Danielabi Assolutamente nessuna offesa. anzi.

In generale: il DPCM 20 ottobre 2016 "regolamento edilizio tipo" contiene un allegato "A" dove si trovano varie definizioni e tra queste quelle di:

- edificio : "Costruzione stabile, dotata di copertura e comunque appoggiata o infissa al suolo, isolata da strade o da aree libere, oppure separata da altre costruzioni mediante strutture verticali che si elevano senza soluzione di continuità dalle fondamenta al tetto, funzionalmente indipendente, accessibile alle persone e destinata alla soddisfazione di esigenze perduranti nel tempo"

- edificio unifamiliare : "Per edificio unifamiliare si intende quello riferito ad un’unica unità immobiliare urbana di proprietà esclusiva, funzionalmente indipendente, che disponga di uno o più accessi autonomi dall’esterno e destinato all’abitazione di un singolo nucleo familiare".

In tale contesto, circa lo "sbocco su parti altrui" le fattispecie che conosco sono:

- accesso autonomo direttamente da strada pubblica;

- accesso autonomo da strada pubblica o privata tramite ingresso da  giardino privato o area a verde di pertinenze esclusiva;

- accesso autonomo da cancello o portone che delimita un cortile o una corte.

E magari me ne scappa qualcuno..

Ma limitatamente al discorso eco-bonus, ribadisco il mio#48, da verificare però, caso per caso.👍

 

 

  • Grazie 1

Il giardino condominiale può rientrare nella definizione del codice civile di CORTILE come area verde? Perche io appena esco dalla mia porta di ingresso ho il mio portico ma poi ho il giardino condominiale.

Grazie mille a chi mi risponde

 

 

 

itajackass dice:

Ok. ma quello è il meno per me...faccio presto a farlo diventare indipendente appunto staccandomi da lui e installando una colonna solo mia. non capisco se la colonna scarichi è inteso come impianto acqua?!

itajackass dice:

Secondo me sei in un caso limite... più si che no però. perchè comunque il tuo accesso è privato e dà direttamente sull'esterno senza passare per luoghi chiusi comuni. quindi a mio avviso sei con ingresso indipendente

Danielabi dice:

Il grosso del decreto deve passare il vaglio della ragioneria dello Stato, bollinatura, pubblicazione in Gazzetta...

 

Il punto 2 del Sole 24ore, taglia di nuovo le gambe, a mio parere, a molti....perchè indica che l'accesso deve essere direttamente da strada o giardino di proprieta'.

A dirla tutta non so perchè fare sto casino totale, anzi....il perchè lo so, ma insomma...

itajackass dice:

ma infatti una u.i. dentro un edificio con tante u.i. (>3) sarà sempre considerata come condominio e quindi si potrà accedere a superbonus solo con interventi comuni. a meno che sia da massimo 2 u.i. (in questo caso è molto facile avere 2 ingressi indip. come casa mia d'altronde). ma esistono anche edifici con >3 u.i. ma chi vive al piano terra potrebbe avere lui un ingresso indip rispetto a tutti gli altri...in questo caso lui accede al 110 come singolo, gli altri non possono

Danielabi dice:

🙄  uscito? dove? Nel sito del Mise non c'è, in circolazione io trovo solo bozze....

 

Danielabi dice:

Idem..............ma siamo sempre alle solite: meglio vedere la carta bollata. 😁

 

Anche se la voce è stata copiata paro paro dalla n. 33 del dpcm 20/10/2016 (intesa fra Governo, Regioni e Comuni per l'adozione del regolamento edilizio come normato dal dpr 380/2001)

 

La definizione stabilisce che l'edificio unifamiliare deve avere un accesso indipendente non in comune con altri, quindi sono esclusi i vialetti in comune, i giardini in comune, le piazzette in comune, i cortili in comune, i ponticelli in comune.....in sostanza si tratta di un accesso di proprietà che immette sulla pubblica via.

Tale definizione vale anche per le villette a schiera, o le bifamigliari orizzontali.

 

 

itajackass dice:

Ci siamo è uscita circolare AdE che permette alle u.i. con i requisiti, ANCHE SE IN CONDOMINIO , di accedere autonomamente al superbonus.

È indifferente se il tetto è comune o meno... è indifferente la disposizione orizzontale o verticale delle u.i. in una plurifamigliare....quindi NON solo villette a schiera che fino ad ora erano state sbandierate ai 4 venti come le uniche possibili

 

itajackass dice:
itajackass dice:

Anche io la leggo così.... Perché intendo "accesso" come la porta principale che fa entrare dentro l'edificio.....non intendo "accesso" come "percorso" che va dalla strada pubblica fino alla porta di ingresso.... altrimenti la parola "esterno" dovrebbe riferirsi a una parte al di fuori del "lotto/terreno" su cui sorge l'immobile... Speriamo bene,attendiamo i cervelloni cosa dirannoca inizio settimana...anche se su fb qualche "architetto/geometra" la vede diversamente questa frase e mi boccia l'idea....

Nicoletta.brignani dice:

l giardino condominiale può rientrare nella definizione del codice civile di CORTILE come area verde? Perche io appena esco dalla mia porta di ingresso ho il mio portico ma poi ho il giardino condominiale.

Grazie mille a chi mi risponde

 

e tra il tuo portico e il giardino condominiale cosa c'è? 

un qualcosa che vi separi ci dovrebbe essere....

Praticamente esco dalla mia porta di ingresso e ho per tutto il perimetro di casa mia il mio portico, e poi tutto in torno al mio portico c e subito il giardino condominiale senza nessun cancello o separazione. Dimmi ma ci vuole qualche divisorio? Sono 10 case all interno di un giardino comune chiuso da cancello 

Modificato da Nicoletta.brignani
Nicoletta.brignani dice:

Praticamente esco dalla mia porta di ingresso e ho per tutto il perimetro di casa mia il mio portico, e poi tutto in torno al mio portico c e subito il giardino condominiale senza nessun cancello o separazione. Dimmi ma ci vuole qualche divisorio?

Secondo me si...Cioè gli altri condomini vengono a passeggiare tranquillamente lì in un'area comune e nessuno transita sotto il tuo portico nemmeno per sbaglio?

Esatto perché ogni casa ha il suo portico privato. E ogni casa è libera su ogni lato. Posso rientrare nella definizione di esterno autonomo? Grazie mille

×