Vai al contenuto
Ancona

Bonifico per lavori straordinari - R. Acc.

Buonasera, il condominio ha deliberato l'esecuzione di lavori straordinari.

Quando andrò a pagare la ditta o il professionista con il bonifico specifico per l'ottenimento della detrazione fiscale, dovrò corrispondere l'intero importo fatturato, senza decurtare la R.Acc. (sia quella al 4% per la ditta che quella al 20% per il professionista). Esatto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Buonasera, il condominio ha deliberato l'esecuzione di lavori straordinari.

Quando andrò a pagare la ditta o il professionista con il bonifico specifico per l'ottenimento della detrazione fiscale, dovrò corrispondere l'intero importo fatturato, senza decurtare la R.Acc. (sia quella al 4% per la ditta che quella al 20% per il professionista). Esatto?

Esatto. Ci pensa la banca. Non dovrai nemmeno fare al fornitore la Certificazione unica l'anno x+1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie per la risposta.

Il dubbio mi era sorto perché nella guida dell'Agenzia delle Entrate si dice che possono essere portati in detrazione anche le spese che non possono essere effettuate con bonifico come le ritenute fiscali sugli onorari dei professionisti:

"Le spese che non è possibile pagare con bonifico (per esempio, oneri di

urbanizzazione, diritti pagati per concessioni, autorizzazioni e denunce di inizio

lavori, ritenute fiscali sugli onorari dei professionisti, imposte di bollo) possono

essere pagate con altre modalità".

A quali ritenute si riferisce, allora?

Ho un altro dubbio.

Per effettuare i lavori la ditta si allaccia alla corrente elettrica del condominio. E' possibile portare in detrazione anche il costo delle bollette? Ed eventualmente in quale percentuale?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Salve a tutti,

è esatto per il 4% dell'impresa, per la quale lo tratterrà "a monte" l'istituto bancario, il quale lo certificherà pure, ma è inesatto per il 20% del professionista che va comunque trattenuto in fattura per poi versarlo dal condominio, come solito fare, nel mese successivo il pagamento della fattura stessa.

In quest'ultimo caso l'istituto bancario non tratterrà alcuna ritenuta perché consapevole...dall'analisi automatizzata della p. IVA...che si tratti di prestazione professionale.

Per i consumi di energia elettrica non so aiutarti al momento!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Salve a tutti,

è esatto per il 4% dell'impresa, per la quale lo tratterrà "a monte" l'istituto bancario, il quale lo certificherà pure, ma è inesatto per il 20% del professionista che va comunque trattenuto in fattura per poi versarlo dal condominio, come solito fare, nel mese successivo il pagamento della fattura stessa.

In quest'ultimo caso l'istituto bancario non tratterrà alcuna ritenuta perché consapevole...dall'analisi automatizzata della p. IVA...che si tratti di prestazione professionale.

Per i consumi di energia elettrica non so aiutarti al momento!

Che io sappia la ritenuta è effettuata dall'istituto di credito per ogni pagamento concernente le ristrutturazioni edilizie, ivi compresi i bonifici per il pagamento del professionista es. direttore dei lavori (si veda in tal senso Protocollo n. 94288 del 2010 Agenzia delle entrate).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Mi spiace ma non è esatto.........effettuo spesso questo tipo di operazioni (al professionista) e mai nessuno di questi si è lamentato di aver ricevuto il bonifico concordato meno il 20% di ritenuta.

Credo che su un bonifico dove solo la ritenuta del 20% sia €500, il professionista se ne accorga

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Non ci troviamo d'accordo:

http://www.ipsoa.it/documents/fisco/imposte-dirette/quotidiano/2014/10/29/spese-di-recupero-del-patrimonio-edilizio-la-ritenuta-aumenta-all-8

http://www.studiopenta.it/index.php/it/soci/20-news/180-ritenuta-8-su-bonifici-lavori-ristrutturazione

Circolare dell'ADE 40/2010

"Somme già assoggettate a ritenuta

In alcuni casi per le somme oggetto di bonifico è già prevista la effettuazione di una ritenuta da parte del soggetto ordinante. Così ad esempio, i condomìni in qualità di sostituti di imposta devono operare la ritenuta di acconto del 4%, prevista dall’articolo 25-ter del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, sui corrispettivi dovuti per prestazioni relative a contratti d’appalto di opere o servizi. In dette ipotesi, in considerazione del carattere speciale della disciplina di cui all’art. 25 del DL n. 78 del 2010, al fine di evitare che le imprese e i professionisti che effettuano prestazioni di servizi o cessioni di beni per interventi di ristrutturazione edilizia o di riqualificazione energetica subiscano sullo stesso corrispettivo più volte il prelievo alla fonte, dovrà essere applicata la sola ritenuta del 10% prevista dal predetto decreto legge n. 78 del 2010. I sostituti d’imposta che, per avvalersi della agevolazioni fiscali previste per tali interventi, seguono i pagamenti mediante bonifici bancari o postali, pertanto, non opereranno su tali somme le ritenute ordinariamente previste dal DPR 600 del 1973".

http://download.acca.it/BibLus-net/OpereEdili/Circ40E_2010.pdf

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Salve a tutti,

è esatto per il 4% dell'impresa, per la quale lo tratterrà "a monte" l'istituto bancario, il quale lo certificherà pure, ma è inesatto per il 20% del professionista che va comunque trattenuto in fattura per poi versarlo dal condominio, come solito fare, nel mese successivo il pagamento della fattura stessa.

In quest'ultimo caso l'istituto bancario non tratterrà alcuna ritenuta perché consapevole...dall'analisi automatizzata della p. IVA...che si tratti di prestazione professionale.

Per i consumi di energia elettrica non so aiutarti al momento!

no. se il bonifico al professionista è fatto "parlante" cioè per agevolazione fiscale a fronte di prestazioni per ristrutturazione edilizia (es. direttore lavori) non va trattenuta la r.a. ma la tratterrà la banca e sarà l' 8 % (dal 2015 non è più il 4) dopo aver scorporato l'iva al 22 %.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie a tutti!

Se avete qualche novità sulle bollette...

Buona giornata

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

OK.......

vi credo......

ma a questo punto mi chiedo........

tutti questi professionisti che hanno ricevuto i bonifici con le rit. acc. versate dall'amministratore, di cui io ne sono testimone, sono così "distratti" che non si sono accorti che sul loro conto non c'era l'importo della fattura ma un 20% in meno???

Anzi, dal 2015 un 8% in meno!!!

 

Booooo!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Per l'esecuzione dei lavori l'impresa, ovviamente, si deve allacciare al contatore condominiale. Mi domandavo se potevo portare in detrazione anche le bollette maggiorate della luce....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Provo a fare chiarezza io:

 

Se fai il bonifico con la causale ristrutturazione\risparmio puoi omettere di fare la ritenuta in quanto effettuata dalla banca (attualmente 8%).

Vale per tutti anche per le fatture degli ingegneri e architetti.

Se effettuate la ritenuta e la versate tramite F24, può comunque essere portata in detrazione insieme alle altre spese che non possono essere pagate per legge tramite bonifico (per capirci... il contributo comunale non puoi pagarla tramite bonifico... ma puoi portarlo in detrazione). In questo caso però dovete comunque fare la CU.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Per l'esecuzione dei lavori l'impresa, ovviamente, si deve allacciare al contatore condominiale. Mi domandavo se potevo portare in detrazione anche le bollette maggiorate della luce....

Assolutamente no.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Provo a fare chiarezza io:

 

Se fai il bonifico con la causale ristrutturazione\risparmio puoi omettere di fare la ritenuta in quanto effettuata dalla banca (attualmente 8%).

Vale per tutti anche per le fatture degli ingegneri e architetti.

Se effettuate la ritenuta e la versate tramite F24, può comunque essere portata in detrazione insieme alle altre spese che non possono essere pagate per legge tramite bonifico (per capirci... il contributo comunale non puoi pagarla tramite bonifico... ma puoi portarlo in detrazione). In questo caso però dovete comunque fare la CU.

Non esattamente...

Per le fatture oggetto di agevolazione fiscale, il Condominio NON deve effettuare alcuna ritenuta ne'

su quelle emesse dall'impresa ne' su quelle emesse dai professionisti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La ditta che esegue i lavori si deve allacciare al contatore condominiale ma la portata della corrente è insufficiente.

Ho pertanto richiesto una fornitura temporanea di energia elettrica per lavori straordinari ed il relativo costo per l'allaccio l'ho sostenuto usando il bonifico "parlante".

Ho agito correttamente?

Avevo letto sulla guida dell'Agenzia delle Entrate che potevano essere portate in detrazione tutte le spese sostenute in occasione dei lavori straordinari: "gli altri eventuali costi strettamente collegati alla realizzazione degli interventi" compresi i vari tributi (quali TOSAP, oneri di urbanizzazione ecc.).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Salve, ho un problema leggermente diverso, il D.L. Ha un regine fiscale diverso da quello con iva, ed emette ricevute come per prestazione occasionali(ma senza che ci sia scritto), senza nemmeno la cassa, pagando con bonifico parlante la banca trattiene un importo più basso, la ricevuta come dovrebbe farla?

 

Invece del netto a pagare come prassi, dovra sommare il netto e la R.A. e scrivere lordo a pagare?

 

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×