Vai al contenuto
carati

Bonifico da ripetere e recupero r.a.

il 5/6/2012 sono stati effettuati due bonifici ( all'impresa e al D.L. per complessivi 19000,00 €) nell'ambito dei lavori di m.s. condominiale. A fronte di dati correttamente inseriti sul modulo di richiesta allo sportello, la banca ,in entrambe le disposizioni, ha omesso la trascrizione del cf del condominio ( ovvero compare stranamente solo la prima cifra).Ergo : perdita della detrazione.

Sul presupposto che sia l'impresa che il D.L. siano d' accordo nell'operazione di " sanatoria" ( ripetizione dei bonifici ecc.)in che modo sarà possibile recuperare la r.a. sui bonifici di giugno ?

Ferma restando la responsabilità della mia banca,occorrerà coinvolgere anche gli istituti destinatari dei bonifici ?

La procedura dei bonifici, presso la mia banca è complessa: a) presentazione allo sportello del modulo di richiesta con restituzione di copia timbrata per l'accettazione; b) scannerizzazione del modulo di richiesta e lavorazione del bonifico il giorno successivo da parte di altra filiale ( back-office !); c)stampa della contabile che riporta il bonifico disponibile dopo una ventina di giorni solo su home-banking !

 

Un saluto.

Ma qual'è la procedura che la banca destinataria segue ?

Una volta ricevuto il bonifico, scorpora l'IVA al 21% e sull'imponibile calcola il 4% che sottrae dall'importo che viene poi accreditato ai clienti.Giusto ?

Ora,nel caso prospettato da me si tratta di bonifici mensili ripetitivi che rifluiscono sempre sugli stessi conti.

L'ordinante ( riportato in chiaro ) è sempre lo stesso, idem la partita IVA del benficiario,idem il cf dell'amministratore.

Quando entra in gioco l'ADE ? L'avere già a disposizione tutti i dati per i numerosi bonifici precedenti potrebbe rendere inutile la ripetizione degli stessi con tutte le problematiche ad essa connesse ? In altri termini, possono le due banche aver completato, di loro iniziativa, il gioco assumendo come già noto il CF del condominio ?

Un saluto.

 

Scritto da carati il 03 Nov 2012 - 08:37:58: il 5/6/2012 sono stati effettuati due bonifici ( all'impresa e al D.L. per complessivi 19000,00 €) nell'ambito dei lavori di m.s. condominiale. A fronte di dati correttamente inseriti sul modulo di richiesta allo sportello, la banca ,in entrambe le disposizioni, ha omesso la trascrizione del cf del condominio ( ovvero compare stranamente solo la prima cifra).Ergo : perdita della detrazione.

 

Non è detto.

Infatti, come ben sai, la risoluzione n. 55/E del 7 giugno 2012, sottolinea che "la detrazione in esame non potrà essere disconosciuta nell'ipotesi in cui l'istante proceda alla ripetizione del pagamento alla ditta beneficiaria mediante un nuovo bonifico bancario/postale nel quale siano riportati, in maniera corretta, i dati richiesti dal citato art. 1, comma 3, del DM n. 41 del 1998, in modo da consentire alle banche o a Poste Italiane SPA di operare la ritenuta del 4%, secondo il disposto dell'art. 25 del DL n. 78 del 2010 citato.

In tale ipotesi, infatti, risulterebbero integrati nell'anno del pagamento i presupposti richiesti dalla norma agevolativa".

 

Ergo, la detrazione si perderebbe SOLO qualora, per carenza degli estremi normativi, la banca o le Poste NON fossero state in grado

di operare la ritenuta del 4%. Ma, nel tuo caso, mi sembra di capire che i fornitori beneficiari dei rispettivi bonifici l'abbiano invece subita. Non vedo dunque il problema...

 

Saluti

dolly

Anch'io ho fatto la stessa considerazione ma il dubbio è che anche se è stata operata la ritenuta, non vorrei che l' istituto di credito sia tenuto comunque a trasmettere telematicamente anche gli altri dati ( cf del condominio e dell'amministratore)che prima potevano " aggregarsi" anche successivamente.

Ripeto, non so bene come funziona il tutto. Domani provero' ad approfondire la questione direttamente in banca. Per cautela, ho comunque già preparato un reclamo scritto essendo improponibile, per l'entità dei bonifici, ricorrere all'escamotage suggerito dall'ADE.

Ti ringrazio per la tua disponibilità ( sempre preziosa) e ti auguro una buona serata.

 

×