Vai al contenuto
chiaroscuro

Bilanci e contabilità posti su CD consegnato insieme alla convocazione assemblea

L'amministratore del mio condominio nel consegnare a tutti i condomini insieme alla convocazione dell'assemblea invece di consegnare i bilanci (consuntivo e preventivo) ed altra documentazione con fotocopie, come è stato fatto sempre, ci ha consegnato un CD dove sono stati salvati i documenti citati prima.

 

La riforma del nuovo condominio cosa dice su questo argomento?

 

Inoltre, la convocazione per effettuare l'assemblea quanti giorni prima deve essere consegnata?

 

Mi farebbe piacere avere un consiglio da persone esperte delle problematiche condominiali.

 

Ringrazio anticipatamente

L'amministratore deve render conto della gestione: questo in estrema sintesi dice il codice civile.

E lui ha reso conto.

 

La convocazione dell'assemblea deve esser ricevuta almeno 5 giorni prima della data di prima convocazione.

L'amministratore deve render conto della gestione: questo in estrema sintesi dice il codice civile.

E lui ha reso conto.

 

La convocazione dell'assemblea deve esser ricevuta almeno 5 giorni prima della data di prima convocazione.

E' vero quanto scrivi, ma mi domando come fanno quei condomini che non hanno il computer oppure non hanno mai utilizzato lo stesso.

 

Ed in particolar modo parlo per quelle persone non più tanto giovane che abitano in quasi tutti i condomini del paese.

Infatti sono d'accordo con chiaroscuro l'amministratore si, deve rendere conto ma in maniera chiara e leggibile a tutti, in questo caso è stato parziale, ovvero a chi sa usare il PC ha dato la possibilità di leggere le documentazioni prima dell'assemblea ad altri no, per cui questi ultimi potranno richiedere la copia cartacea (come ha sempre fatto) e prima dell'assemblea, oppure durante l'assemblea e prima di procedere alla votazione del bilancio consuntivo, potranno prendersi tutto il tempo necessario per la visione delle documentazioni allungando notevolmente i tempi dell'assemblea.

... invece di consegnare i bilanci (consuntivo e preventivo) ed altra documentazione con fotocopie, come è stato fatto sempre, ci ha consegnato un CD dove sono stati salvati i documenti citati prima...

Come già anticipato da albano la norma dice che l'amministratore deve

"redigere il rendiconto condominiale annuale della gestione e convocare l'assemblea per la relativa approvazione entro centottanta giorni"

pertanto, se non espressamente richiesto di visionare documentazione, l'amministratore potrebbe addirittura portare tutto in assemblea senza dare ne cartaceo ne CD.

 

Forse sul CD oltre alle pagine contenenti riparti, registro contabilità, nota esplicativa... c'è anche di più, come ad esempio estratti conto bancari, fotocopie di fatture... tutti documenti che esulano dal rendiconto e la cui copia richiesta andrebbe pagata a parte e l'amministratore ha ritenuto di offrire un ulteriore servizio gratuito a trasparenza della sua gestione.

 

Il condòmino che non è in grado di "decodificare" il CD si è recato dall'amministratore spiegando che di quel CD non sa che farsene e chiedendo un rendiconto stampato come di consueto?

 

All'atto di consegna CD l'amministratore ha spiegato che a chi non fosse in grado di leggerlo o farselo leggere avrebbe potuto stampare il cartaceo?

 

Forse l'amministratore è solo un attento ecologista ed ha voluto ridurre inquinamento e spreco ?

Qui per fortuna non c'è il CD di mezzo, però........

L'amministratore ha smesso di inviare il resoconto annuale con tutti i nominativi dei condomini. Ora a ciascun condomino ha inviato solo la parte a lui riguardante, da ciò non siamo in grado di sapere se il condominio è in attivo, passivo, chi paga e chi non. L'amministratore alle nostre lamentele ha risposto che è questione di privacy e se vogliamo sapere com'è la situazione dobbiamo recarci da lui. La cosa non ci convince, perciò chiedo aiuto a voi. Grazie

Qui per fortuna non c'è il CD di mezzo, però........

L'amministratore ha smesso di inviare il resoconto annuale con tutti i nominativi dei condomini. Ora a ciascun condomino ha inviato solo la parte a lui riguardante, da ciò non siamo in grado di sapere se il condominio è in attivo, passivo, chi paga e chi non. L'amministratore alle nostre lamentele ha risposto che è questione di privacy e se vogliamo sapere com'è la situazione dobbiamo recarci da lui. La cosa non ci convince, perciò chiedo aiuto a voi. Grazie

Digli all'amministratore che nel condominio non esiste privacy, e se non invia il resoconto completo con le varie partizioni per tutti i condomini è obbligato a farli visionare nel suo ufficio o dove vengono conservati;

 

cc art 1129 (inderogabile)

...

Contestualmente all'accettazione della nomina e ad ogni rinnovo dell'incarico, l'amministratore comunica i propri dati anagrafici e professionali, il codice fiscale, o, se si tratta di società, anche la sede legale e la denominazione, il locale ove si trovano i registri di cui ai numeri 6) e 7) dell'articolo 1130, nonché i giorni e le ore in cui ogni interessato, previa richiesta all'amministratore, può prenderne gratuitamente visione e ottenere, previo rimborso della spesa, copia da lui firmata.

cc art 1130

...

6) curare la tenuta del registro di anagrafe condominiale contenente le generalità dei singoli proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di godimento, comprensive del codice fiscale e della residenza o domicilio, i dati catastali di ciascuna unità immobiliare, nonché ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza delle parti comuni dell'edificio. Ogni variazione dei dati deve essere comunicata all'amministratore in forma scritta entro sessanta giorni. L'amministratore, in caso di inerzia, mancanza o incompletezza delle comunicazioni, richiede con lettera raccomandata le informazioni necessarie alla tenuta del registro di anagrafe. Decorsi trenta giorni, in caso di omessa o incompleta risposta, l'amministratore acquisisce le informazioni necessarie, addebitandone il costo ai responsabili; (2)

7) curare la tenuta del registro dei verbali delle assemblee, del registro di nomina e revoca dell'amministratore e del registro di contabilità. Nel registro dei verbali delle assemblee sono altresì annotate: le eventuali mancate costituzioni dell'assemblea, le deliberazioni nonché le brevi dichiarazioni rese dai condomini che ne hanno fatto richiesta; allo stesso registro è allegato il regolamento di condominio, ove adottato. Nel registro di nomina e revoca dell'amministratore sono annotate, in ordine cronologico, le date della nomina e della revoca di ciascun amministratore del condominio, nonché gli estremi del decreto in caso di provvedimento giudiziale. Nel registro di contabilità sono annotati in ordine cronologico, entro trenta giorni da quello dell'effettuazione, i singoli movimenti in entrata ed in uscita. Tale registro può tenersi anche con modalità informatizzate;

cc art 1130 bis

Il rendiconto condominiale contiene le voci di entrata e di uscita ed ogni altro dato inerente alla situazione patrimoniale del condominio, ai fondi disponibili ed alle eventuali riserve, che devono essere espressi in modo da consentire l'immediata verifica. Si compone di un registro di contabilità, di un riepilogo finanziario, nonché di una nota sintetica esplicativa della gestione con l'indicazione anche dei rapporti in corso e delle questioni pendenti. L'assemblea condominiale può, in qualsiasi momento o per più annualità specificamente identificate, nominare un revisore che verifichi la contabilità del condominio. La deliberazione è assunta con la maggioranza prevista per la nomina dell'amministratore e la relativa spesa è ripartita fra tutti i condomini sulla base dei millesimi di proprietà. I condomini e i titolari di diritti reali o di godimento sulle unità immobiliari possono prendere visione dei documenti giustificativi di spesa in ogni tempo ed estrarne copia a proprie spese. Le scritture e i documenti giustificativi devono essere conservati per dieci anni dalla data della relativa registrazione.

P.s. cerca di convincere gli altri condomini e sostituite al più presto questo amministratore

Digli all'amministratore che nel condominio non esiste privacy, e se non invia il resoconto completo con le varie partizioni per tutti i condomini è obbligato a farli visionare nel suo ufficio o dove vengono conservati;

Infatti è proprio quello che l'amministratore ha detto ai condòmini.

"L'amministratore alle nostre lamentele ha risposto che è questione di privacy e se vogliamo sapere com'è la situazione dobbiamo recarci da lui

Forse stampava tutto ad un costo rimborso spese forfettario e si è accorto che non ci ta dentro.

I condòmini dovrebbero provare a chiedere una copia di riparto a proprie spese proprio citando all'amministratore l'art. 1130 bis

"I condomini e i titolari di diritti reali o di godimento sulle unità immobiliari possono prendere visione dei documenti giustificativi di spesa in ogni tempo ed estrarne copia a proprie spese"

Chissà che a pagamento non si riesca a superare il problema della privacy 😂

... e con estrema calma visionerei documento per documento, visionerei e calcolerei tutto al centesimo, così da far durare la visione, questo prima di procedere alla votazione, 3 - 4 ore e poi vedremo se il prossimo anno ripeterà l'esperienza.

Pan per focaccia!

 

:ok: :thumbup::thumbup::thumbup:

×