Vai al contenuto
Robert11

Bilanci condominiali non approvati da 5 anni

Buongiorno,

sto acquistando un appartamento in un condominio che non approva i bilanci (e quindi anche le spese ordinarie) da 5 anni. Ho appurato che le spese condominiali non sono mai state richieste, durante il quinquennio, ai condomini. So che, per legge, sono obbligato in solido con il venditore al pagamento relativo alle spese condominiali dell'anno in corso e di quello precedente.

Adesso che acquisto mi si pone il seguente problema: se approvo in assemblea le spese riguardanti anche gli anni precedenti come il 2019, 2018, ecc.... non è che l'amministratore è legittimato, a quel punto, a chiederle anche a me? (pur trattandosi di spese pregresse rispetto alla mia obbligazione solidale?).

Mi date una mano a chiarire la questione? Grqazie

Poco ma sicuro che l'amministratore, quando saranno approvati i bilanci, li chiederà a te. 

Infatti, il futuro venditore, non sarà più condomino e sarà tuo onere agire nei suoi confronti per il ristoro delle somme. 

 

Giovanni Inga dice:

Poco ma sicuro che l'amministratore, quando saranno approvati i bilanci, li chiederà a te. 

Infatti, il futuro venditore, non sarà più condomino e sarà tuo onere agire nei suoi confronti per il ristoro delle somme. 

 

Grazie Giovanni. Che l'amministratore le mandi a me me lo aspetto. Ma io sono tenuto a pagare spese ordinarie più vecchie dell'anno precedente?

Robert11 dice:

Grazie Giovanni. Che l'amministratore le mandi a me me lo aspetto. Ma io sono tenuto a pagare spese ordinarie più vecchie dell'anno precedente?

Il nuovo proprietario risponde delle spese dei due anni precedenti l'acquisto. Così mi disse il notaio a fine 2020. 

per quel che so si paga l'anno  incorso e quello precedente, nel caso di rudolf11 se il rogito è fatto in quest'anno pagherà l'intero 2022 e il precedente 2021.

 

Antonio

Robert11 dice:

Grazie Giovanni. Che l'amministratore le mandi a me me lo aspetto. Ma io sono tenuto a pagare spese ordinarie più vecchie dell'anno precedente?

No.. Solo per l'anno in corso e per il precedente. 

Tuttavia capita spesso che vengano richieste anche quelle più arretrate ed è per questo che volevo metterti in guardia. 

 

teniamo conto che nel preventivo complessivo dovrebbero essere già compresi anche eventuali debiti precedenti. 

 

ma non ho capito, l'amministratore ha solo mandato consuntivi e preventivi, ma non ha mai convocato assemblea per approvarli?

Giovanni Inga dice:

Poco ma sicuro che l'amministratore, quando saranno approvati i bilanci, li chiederà a te. 

Infatti, il futuro venditore, non sarà più condomino e sarà tuo onere agire nei suoi confronti per il ristoro delle somme. 

 

Certamente concordo... a me è già successo

Robert11 dice:

Buongiorno,

sto acquistando un appartamento in un condominio che non approva i bilanci (e quindi anche le spese ordinarie) da 5 anni. Ho appurato che le spese condominiali non sono mai state richieste, durante il quinquennio, ai condomini. So che, per legge, sono obbligato in solido con il venditore al pagamento relativo alle spese condominiali dell'anno in corso e di quello precedente.

Adesso che acquisto mi si pone il seguente problema: se approvo in assemblea le spese riguardanti anche gli anni precedenti come il 2019, 2018, ecc.... non è che l'amministratore è legittimato, a quel punto, a chiederle anche a me? (pur trattandosi di spese pregresse rispetto alla mia obbligazione solidale?).

Mi date una mano a chiarire la questione? Grqazie

Prevenire e meglio che curare. Prima dell'acquisto fatti esibire gli ultimi verbali assembleari e cosa è stato approvato.

Robert11 dice:

Buongiorno,

sto acquistando un appartamento in un condominio che non approva i bilanci (e quindi anche le spese ordinarie) da 5 anni. Ho appurato che le spese condominiali non sono mai state richieste, durante il quinquennio, ai condomini. So che, per legge, sono obbligato in solido con il venditore al pagamento relativo alle spese condominiali dell'anno in corso e di quello precedente.

Adesso che acquisto mi si pone il seguente problema: se approvo in assemblea le spese riguardanti anche gli anni precedenti come il 2019, 2018, ecc.... non è che l'amministratore è legittimato, a quel punto, a chiederle anche a me? (pur trattandosi di spese pregresse rispetto alla mia obbligazione solidale?).

Mi date una mano a chiarire la questione? Grqazie

Scrivi che non sono state richieste , ma saranno state versate annualmente in base alla ripartizione di preventivi approvati (?), altrimenti l’amministratore avrebbe anticipato le somme necessarie per cinque gestioni consecutive.

Quando saranno sottoposti all’approvazione dell’assemblea condominiale i 5 conti consuntivi (parti della documentazione costituente i rendiconti), atteso che in base al tenore delle domande poste sul forum posso affermare che alcuni amministratori  sommano algebricamente i saldi di fine gestione al preventivo della gestione successiva , ottenendo un saldo finale nel quale è compreso quello pregresso, quindi non distinguibili l’uno dall’altro se non eseguendo operazioni aritmetiche, mentre dovrebbero essere riportati solo come ricognizione del saldo precedente, ti consiglio di effettuare le opportune verifiche per non  pagare  spese che non ti competono per legge, come suggerito da chi è già intervenuto prima di me nella discussione.

 

×