Vai al contenuto
gianni robecchi

Azione risarcitoria

Secondo voi, quando il Condominio viene condannato da sentenza al pagamento delle spese di lite, l'amministratore deve ottemperare agendo in autonomia oppure dietro delibera? Per me ci vuole la delibera, in quanto il pagamento eccede le attribuzioni in capo all'amministratore. Però ho dei dubbi.

L'importante è che segua quanto disposto dal giudice, poi i condòmini saranno chiamati ad approvare il consuntivo in assemblea.

 

Se l'amministratore convocasse una assemblea, i condòmini non sarebbero chiamati a decidere se pagare o meno, in quanto vi è una ordinanza del giudice; l'assemblea servirebbe per informarli sui fatti.

 

Ciò che possono deliberare è procedere eventualmente in appello.

Secondo voi, quando il Condominio viene condannato da sentenza al pagamento delle spese di lite, l'amministratore deve ottemperare agendo in autonomia oppure dietro delibera? Per me ci vuole la delibera, in quanto il pagamento eccede le attribuzioni in capo all'amministratore. Però ho dei dubbi.

di fronte ad una sentenza c'è poco da decidere, l'amministratore può anche ottemperare in autonomia.

E nel caso il Condominio non avesse fondi disponibili o avesse giusto i soldi per le bollette in scadenza?

E nel caso il Condominio non avesse fondi disponibili o avesse giusto i soldi per le bollette in scadenza?

L'amministratore può convocare l'assemblea per informare i condòmini e li chiamerà a deliberare sull'anticipo delle spese e relativa ripartizione, consapevoli di avere poco da contestare.

E nel caso il Condominio non avesse fondi disponibili o avesse giusto i soldi per le bollette in scadenza?

in questo caso si dovrà per forza convocare un'assemblea per decidere come acquisire le somme necessarie

×