Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
svitol

Autorizzazione installazione insegne pubblicitarie su parti comuni

salve a tutti,

un condomino che ha un'attività commerciale su strada, mi ha chiesto l'autorizzazione scritta per installazione di insegna a bandiera e per qualunque tipologia di insegna insistente sulle parti comuni del fabbricato, senza indicarmi le dimensioni delle stesse.

Mi chiedevo se in ogni caso per l'autorizzazione è necessaria la preventiva autorizzazione dell'assemblea condominiale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il condomino ha il diritto di installare su parte comune condominiale le insegne se non contravviene a quanto disposto dal regolamento condominiale (nel caso che questo imponga dei divieti o dei limiti al riguardo) e nei limiti dell'art.1102 c.c. L'affissione pertanto non necessita di nessun consenso assembleare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

l'art.1102 del CC per un insegna pubblicitaria mi sembra un pò una forzatura..........

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ci pensa poi il Comune col suo regolamento...: spesso i funzionari preposti non danno l'autorizzazione perché manca l'assenso preventivo della Proprietà, che per questo caso altro non è che l'assenso assembleare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ciascuno dei condomini può servirsi dei muri perimetrali dell'edificio condominiale per quelle utilità accessorie che ineriscono al godimento della sua proprietà esclusiva, qual è l'utilità del risalto pubblicitario dell'attività professionale o commerciale svolta, che si realizza normalmente mediante l'apposizione di insegne, targhe, cartelli e simili. Consegue che - poiché la utilizzazione del muro perimetrale comune mediante tale apposizione non ne altera la naturale e precipua destinazione di sostegno dell'edificio condominiale - l'utilizzazione stessa, ove non impedisca l'esercizio concorrente del diritto degli altri partecipanti di fare eguale uso del muro, costituisce normale esercizio del diritto di usare la cosa comune. (Cass. civ., sez. III, 24 ottobre 1986, n. 6229)

 

In tema di condominio di edifici, i partecipanti con voto unanime possono sottoporre a limitazioni, nell'ambito dell'autonomia negoziale, l'esercizio dei poteri e delle facoltà che normalmente caratterizzano il contenuto del diritto di proprietà sulle cose comuni, vertendosi in materia disponibile, con la conseguenza che con regolamento contrattuale possono vietare l'apposizione di insegne, targhe e simili sui muri perimetrali comuni, ovvero subordinarla al consenso dell'amministrazione. (Cass. 03/09/93 n. 9311)

 

Il conduttore può apporre sul muro condominiale l'insegna luminosa necessaria a pubblicizzare la propria attività commerciale; detta insegna può essere apposta anche nella porzione del muro non corrispondente all'unità tolta in locazione.

Al proprietario è riconosciuto il diritto di godere e di disporre del bene anche utilizzando le parti condominiali purché non risulti alterata la destinazione di dette parti, né pregiudicato l'uso da parte degli altri condomini.

Secondo la Corte d'Appello di Firenze, le stesse facoltà spetterebbero anche al locatore dell'immobile. Quest'ultimo, infatti, verrebbe a sostituirsi al proprietario nell'uso e nel godimento del bene.

Resta inteso, in ogni caso, che sia la posizione del proprietario che quella del conduttore incontrano gli stessi limiti per cui, l'esercizio del diritto può risultare "compresso" da eventuali limiti contenuti nel regolamento di condominio o in eventuali norme speciali. (Corte di Appello di Firenze - Sez. II - n. 449/2005)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
l'art.1102 del CC per un insegna pubblicitaria mi sembra un pò una forzatura..........

Ha risposto per me Tullio. L'art.1102 c.c. apre molte possibilità: come già detto molte volte il condomino non è un carcere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×