Vai al contenuto
gianluca334

Autorimessa: Differenza Millesimi tra Box e Posti Auto

Salve

nel mio condominio e' presente un Autorimessa con Box chiusi e Posti Auto delimitati solo da strisce bianche tutti privati

Sin dalla costruzione quindi dall' acquisto la tabella millesimale denominata "D - spese energia elettrica Autorimessa" contempla solo la superfice e nessuna distinzione tra Box o Posto Auto, e' corretto?

Dopo 10 anni i condomini si sono svegliati e vorrebbero riformare la suddetta tabella applicando diversi coefficenti ( Revisione Tabella D)

Sottolineo che l' Autorimessa dispone di cancello di accesso.

1. E' lecito e corretto riformare la tabella millesimale per questo motivo?

2. Effettivamente e' giusto attribuire coefficienti diversi per Box chiusi e Posti Auto nell' ambito della stessa Autorimessa posta nel semi interrato ?

3. Per modificare la Tabella occorre il consenso di tutti i condomini oppure e' sufficiente l' unanimita' dell' assemblea?

Un saluto a tutti e complimenti

... tabella millesimale denominata "D - spese energia elettrica Autorimessa" contempla solo la superfice e nessuna distinzione tra Box o Posto Auto, e' corretto? ...
in cosa consiste il consumo energetico per l'autorimessa (io lo immagino ma se lo riporti è meglio) ?

 

...

1. E' lecito e corretto riformare la tabella millesimale per questo motivo?

2. Effettivamente e' giusto attribuire coefficienti diversi per Box chiusi e Posti Auto nell' ambito della stessa Autorimessa posta nel semi interrato ?

3. Per modificare la Tabella occorre il consenso di tutti i condomini oppure e' sufficiente l' unanimita' dell' assemblea? ...

1) per le modifiche delle tabelle millesimali vale l'art.69 d.a.c.c., non credo sia lecita una revisione sulla base di quei motivi ma sarebbe meglio avere prima la risposta alla domanda che ho sopra riportato.

2) a mio parere dipende dalla disposizione planimetrica ma, in linea di principio, le differenze potrebbero essere ricondotte a quelle delle superfici occupate(box o posti che siano).

3) si torna all'art.69 d.a.c.c.

Il consumo energetico dell' autorimessa consiste in due linee, una temporizzata per aree comuni e una dedicata per interno box .

Puoi essere esplicito sulla risposta al punto 3.

Grazie mille

 

- - - Aggiornato - - -

 

Perchebparli di disposizione planimetrica, che vantaggi puo avere un condomino su un altro..

i box sono tutti allineati sullo stesso lato, i posti auto sono al centro dell' autorimessa.

Fai riferimento sempre all'art 69 disp. att. c.c. per la modifica di tabelle millesimali di qualsiasi genere.

Se ne esistono le condizioni si possono modificare anche con 500 millesimi, altrimenti il regolamento di condominio contrattuale deve essere seguito come se fosse LA LEGGE con buona pace di chi non è d'accordo e l'ha sottoscritto.

Nessuno sa dirmi se e' corretto che un BOX abbia coeficente diverso di un posto auto ad. es a parita di superficie?

Il coefficente da attribuire a uno oppure all' altro di cosa deve tener conto ?

Solo dell' energia eletttrica ?

Se si di quanto discostano i due coefficienti?

grazie mille per la vostra collaborazione

Fai riferimento sempre all'art 69 disp. att. c.c. per la modifica di tabelle millesimali di qualsiasi genere.

Se ne esistono le condizioni si possono modificare anche con 500 millesimi, altrimenti il regolamento di condominio contrattuale deve essere seguito come se fosse LA LEGGE con buona pace di chi non è d'accordo e l'ha sottoscritto.

Si ma a riguardo c'e molta confusione soprattutto ci sono sentenze che modificano se pur parzialmente quanto scritto nell' art 69 poi c'e la riforma del condominio che rimette tutto nelle mani dell' unanimità salvo grosse modifiche ....

Ripeto vorrei capire:

1 - in assemblea e' stato deliberato all' unanimità la modifica delle tabelle millesimali dell' autorimessa, e' lecito ?

2 - E' lecito differenziare box auto da posti auto (presenti nella stessa autorimessa)

 

Secondo l' assemblea i BOX dovrebbero pagare piu dei posti auto a parita di superficie , puo essere corretto?

Il consumo energetico dell' autorimessa consiste in due linee, una temporizzata per aree comuni e una dedicata per interno box .

Puoi essere esplicito sulla risposta al punto 3.

Grazie mille ...

prego, ma è stato ripetuto: l'art.69 fa da riferimento e "deriva" dall'art.68.

 

... Perchebparli di disposizione planimetrica, che vantaggi puo avere un condomino su un altro..

i box sono tutti allineati sullo stesso lato, i posti auto sono al centro dell' autorimessa.

il professionista che redige le tabelle millesimali lo fa caratterizzando le varie parti del condòminio ed effettuando i rilievi plano-altimetrici.

Tra i vari coefficienti esistono anche quelli funzionali quindi, considerando un'autorimessa, è possibile che un box si trovi, ad esempio, in una posizione meno felice per quanto concerne la movimentazione di un'auto, piuttosto che una differente e significativa esposizione all'illuminazione artificiale, o altro.

C'è quindi anche una componente soggettiva nella redazione delle tabelle.

Nel tuo caso, probabilmente, si è ritenuta irrilevante una distinzione tra box e posti auto: evidentemente l'illuminazione che occorre per accedere agli uni e agli altri è la medesima e non sono state valutate ulteriori discriminazioni.

Premesso che non esiste un riferimento normativo certo, la valorizzazione dei coefficienti è rimessa alla valutazione del tecnico o di chi progetta e aggiorna i software per la redazione tabelle.

A questo link trovi un pdf con i coefficienti, che appunto costituisce un esempio applicativo e non un riferimento. --link_rimosso--

 

Se il problema è la corrente, con poca spesa si mette un contatore a defalco e un quadro fuori il box, fermo restando che lo sgancio deve essere unico.

 

Resta da dire che però, a mio avviso è del tutto sbagliato redigere le tabelle attribuendo criteri e cofflcienti in funzione del valore commerciale. Ovvero "il box vale di più e ti becchi più millesimi". Di fatto occupano lo stesso spazio.

Oltre al fatto che come ti hanno scritto più volte, per decidere a maggioranza ci vuole una soglia minima di differenza nei valori.

×