Vai al contenuto
dtera

Attestato corso aggiornamento 15 ore

Buona sera-

dati:

- regolamento di attuazione art 71 bis

- Elenco Associazioni delle professioni non regolamentate (posizioni 2-4-6-21)

ai fini verifica validità attestato-emittente autorizzato

quale prova è giuridicamente valida o meglio come verificarne la validità

Grazie

presumo timbro e firma del responsabile scientifico che attesta il superamento dell'esame .

Persona fisica o giuridica abilitata? iscritta elenco-benestare Ministero Giustizia?programma abilitato? ecc...

al momento, risulterebbero solo 4 associazioni...

Col business creato ad arte, quante truffe....

Attenzione a fermarsi alla prima osteria

Le associazioni non sono responsabili scientifici . I soggetti abilitati non sono le associazioni . I soggetti abilitati sono persons fisiche .

Tutto gia' molto chiaro

ma chi conferma la validita'/abilitazione dell'intestazione e della firma?

Ci saranno molte truffe attenzione!

Non e' difficile stampare carta e ottenere timbri

Tutto gia' molto chiaro

ma chi conferma la validita'/abilitazione dell'intestazione e della firma?

Ci saranno molte truffe attenzione!

Non e' difficile stampare carta e ottenere timbri

Il Regolamento emanato dal Ministero di Giustizia, all'art. 5 comma 4 specifica che:

 

L’inizio di ciascun corso, le modalità di svolgimento, i nominativi dei formatori e dei responsabili scientifici sono comunicati al Ministero della giustizia non oltre la data di inizio del corso, tramite posta certificata, all’indirizzo di posta elettronica che verrà tempestivamente indicato sul sito del Ministero della Giustizia.

 

Colui che documenterà con timbri e firme false i corsi frequentati si assumerà le sue responsabilità

Credo non sia difficile verificare se un corso ed i nominativi dei responsabili siano stati comunicati al Ministero.

Punti precisati già inizialmente-

Bene, come detto, al presente, nell'elenco del Ministero di Giustizia-non esistendoci un loro albo professionale-

i nominativi ( quindi associazioni professioni non regolamentate)sembrerebbero solo 4 e numerose le comunicazioni che circolano....

Nessun attenuante per indirizzo posta elettronica.

Solo una verifica in base alle Istituzioni...

Sempre possibile gli atti di fede...

In ogni modo cordiali saluti

Bene, come detto, al presente, nell'elenco del Ministero di Giustizia-non esistendoci un loro albo professionale-

i nominativi ( quindi associazioni professioni non regolamentate)sembrerebbero solo 4 e numerose le comunicazioni che circolano....

Non è previsto alcun albo professionale e nessun elenco.

Chiunque decida di tenere dei corsi di formazione deve solo comunicarlo al Ministero di Giustizia.

Chiunque ritenga di averne i requisiti comunica l'inizio dei corsi e può cominciare anche il giorno dopo.

Non è un'esclusiva delle Associazioni, anzi... cominciano ad affacciarsi sul mercato anche soggetti diversi dalle classiche associazioni di amministratori.

Questo un esempio di società che tiene corsi di formazione ma non è un'associazione, con tanto di nomi e cognomi di formatori e responsabile scientifico:

http://centrogiuridicoedeconomicopolibio.blogspot.it/2014/10/aggiornamento-annuale-obbligatorio-di.html

Punti precisati già inizialmente-

Bene, come detto, al presente, nell'elenco del Ministero di Giustizia-non esistendoci un loro albo professionale-

i nominativi ( quindi associazioni professioni non regolamentate)sembrerebbero solo 4 e numerose le comunicazioni che circolano....

Nessun attenuante per indirizzo posta elettronica.

Solo una verifica in base alle Istituzioni...

Sempre possibile gli atti di fede...

In ogni modo cordiali saluti

guarda che l'elenco delle associazioni delle professioni non regolamentate non c'entra nulla con la formazione prevista dal regolamento dei corsi .

Appunto..

conferma del busines .... delle lobby...

e del "peso professionale" di tutto l'insieme ...

molto fumo e poco arrosto.

Requisiti...chi valuta e come...molta forma e poca sostanza.

Non mi sorprende- anzi constato come nel quotidiano

La vera professionalità è una merce sempre più rara.

Saluti

una verifica di fatto

nessuna morale

 

Fatti esposti e verificati

 

chi volesse intendere..intenda

a buon intenditor poche parole

 

 

saluti

I

Credo non sia difficile verificare se un corso ed i nominativi dei responsabili siano stati comunicati al Ministero.

Al momento credi male....è assai difficile,non esiste pubblicazione od elenco consultabile e non penso che il singolo possa chiedere copia dell'invio effettuato dall'ente per nome e conto del RS.

Seguo questo aspetto e ti assicuro essere difficile, in questo momento, avere certezze o conferme nonostante ci si sforzi.

ossia cio ' che affermi non ha né succo ne polpa .

 

-------

E' una Sua opinione.

Nessuna polemica o morale

..rispetto e passo oltre....

I fatti sono fatti concreti

------

cordialità

Al momento credi male....è assai difficile,non esiste pubblicazione od elenco consultabile e non penso che il singolo possa chiedere copia dell'invio effettuato dall'ente per nome e conto del RS.

Seguo questo aspetto e ti assicuro essere difficile, in questo momento, avere certezze o conferme nonostante ci si sforzi.

 

Grazie

condivido ed apprezzo professionalità e trasparenza

Al momento credi male....è assai difficile,non esiste pubblicazione od elenco consultabile e non penso che il singolo possa chiedere copia dell'invio effettuato dall'ente per nome e conto del RS.

Seguo questo aspetto e ti assicuro essere difficile, in questo momento, avere certezze o conferme nonostante ci si sforzi.

 

Grazie

condivido ed apprezzo professionalità e trasparenza

I corsi, così come sono istituiti, non danno alcuna garanzia e già si sente (nel forum) di alcune associazioni che rilasciano tutto on line, contravvenendo anche al regolamento che obbliga all'esame finale in sede (certificheranno il falso?).

 

Se rilasceranno attestati di corso iniziale ed aggiornamenti dietro semplice pagamento di fatto, che differenza ci sarà tra un amministratore "titolato ed aggiornato" ed un amministratore interno come me che non ha nessun titolo di studio e nessun obbligo di aggiornamento?

 

Secondo me avrebbero dovuto istituire dei corsi per proprietari in modo da renderli capaci di valutare da soli le capacità del loro mandatario.

Se per formare un amministratore sono sufficienti 72 ore al costo totale di 180 euro (144 euro in offerta), le stesse ore e forse meno denaro occorrerebbe per fare dei corsi di formazione per condòmini (più richieste, meno costi).

A mio avviso ogni condominio dovrebbe investire questa cifra per istruire a spese del condominio i propri consiglieri in modo che possano svolgere con più cognizione le funzioni di controllo di cui all'art. 1130 bis.

Nel corso degli anni, a rotazione, mettere in preventivo un corso iniziale a ciascun condòmino (anche non consigliere) non sarebbe un'idea malvagia

 

Solo se e quando i condòmini saranno capaci di esaminare da soli il proprio amministratore si potrà fare a meno anche di chiedere requisiti perchè saranno loro stessi in grado di fare una valutazione ponderata così come sapranno come porre rimedio nel caso in cui la valutazione iniziale fosse risultata errata.

 

P.S. So già da me che sto fantasticando ma... finchè c'è vita c'è speranza 🙂

Buongiorno

Non a caso, per richiamare o paragonare certe situazione si dice: tipo riunione di condominio.

Personalmente ritenevo che certa litigiosità', anche bonaria, fosse conseguenza di "non conoscenza" o simile.

Per un lungo periodo e con diverse comunicazioni, in particolare dalla così detta "riforma?" ho affrontato tanti argomenti/interessi

motivando e richiamando anche gli articoli cc. ecc..ecc.(semina nel deserto ..)

Per sintetizzare- si cambio' amministratore- e mi devo convincere che molte persone preferiscono non conoscere e non

prendersi responsabilità. Lanciare il sasso e togliere la mano. Non essere interpellate o coinvolte ..e pagare...

Di fronte poi ai fatti concreti ed ai numeri (non opinioni)..non c'è peggior sordo di chi non voglia intendere o volere.

In fondo vedasi la nostra situazione nazionale generale....

E' costume generale lamentarsi, pretendere, parole.. e non fare nulla..sempre colpa degli altri.

Penso, in generale, che ognuno abbia cio' che si costruisce o si meriti.

Indubbiamente, il busines (corsi-amministratori-condomini) è grande.

Gli amministratori non saranno tutti santi ma è difficile difendere i condomini.

Amministro già da qualche anno, anche se non mi sono mai scritta, per scelta, a nessuna associazione di categoria.

 

Per l’obbligo di aggiornamento obbligatorio, ho cominciato a guardarmi intorno per ricercare una struttura che mi garantisse la possibilità di fare aggiornamento con il rilascio di attestazione da esibire ai condomini (qualcuno già ne la sta richiedendo!).

 

Partiamo dal presupposto che da quando è uscita la legge, tutti vendono aggiornamento.

 

A tal proposito una collega si è iscritta al corso di aggiornamento a pagamento di Confedilizia, scoprendo poi, a posteriori, che di aggiornamento ha ben poco, avendo tutte le caratteristiche di un corso di formazione iniziale (tipo: nomina amministratore, prorogatio dei poteri, revoca amministratore ecc.). Tra l’altro il materiale consiste in dispense cartacee. Mi domando: come documentano l’effettivo svolgimento delle 15 ore minime di aggiornamento come la legge richiede? Forse ci si mettono 15 ore per leggere il cartaceo scaricato?

 

Di questo tipo di aggiornamento, internet è pieno!

 

Non voglio spendere soldi per avere un qualcosa che oltre a non fornirmi aggiornamento su temi già conosciuti da noi che amministriamo, mi espone anche ad eventuali contestazioni o lamentele da parte dei condomini (dove sta scritto che sono 15 ore???).

 

Tutto e solo cartaceo. A qualcuno di voi risultano associazioni di categoria che svolgano aggiornamento in un modo più serio?

 

 

 

Non voglio spendere soldi per avere un qualcosa che oltre a non fornirmi aggiornamento su temi già conosciuti da noi che amministriamo, mi espone anche ad eventuali contestazioni o lamentele da parte dei condomini (dove sta scritto che sono 15 ore???).

 

A qualcuno di voi risultano associazioni di categoria che svolgano aggiornamento in un modo più serio?

Una premessa è doverosa.

Rispondimi sinceramente,dove ti aggiornavi fino all'8/10/2014?

La legge ha introdotto un obbligo ma l'aggiornamento non dovrebbe essere imposto ma voluto vista la materia di per sè varia ed in continua evoluzione,non credi?

Premesso questo saranno i Responsabili scientifici dei rispettivi corsi a rispondere sia dei contenuti sia delle attestazioni poi rilasciate.

Al momento, le associazioni con un minimo di creanza che desiderano fare vero aggiornamento (giustamente diversificato da quello che oramai si definisce corso di formazione) si stanno organizzando,perchè la fretta non è buona consigliera e se si vuole dare un contenuto ci si deve prima ragionare.

Non comprendo infatti nè queste miriadi di associazioni,enti ed organizzazioni che si stanno proliferando come funghi proponendo fantomatici corsi solo in nome del businness,nè gli amministratori che improvvisamente sembrano preoccupati di aggiornarsi mentre fino ad ieri si accontentavano di "pensare" di sapere....incredibile!

Buongiorno,

Faccio parte degli associati A.N.AMM.I. , ed in riferimento all’argomento trattato, volevo evidenziare la mia grande soddisfazione, come socia, in merito alla cura dimostrata da parte di A.N.AMM.I. nell’organizzare appunto il suddetto corso di aggiornamento.

Io ho già frequentato precedentemente il corso di formazione iniziale per amministratori di condominio, e mi sono trovata benissimo: alta preparazione, serietà e professionalità.

Proprio per questo motivo, voglio continuare ad evidenziare la grande precisione da parte dell’ Associazione stessa che, in ottemperanza al D.M. 140/14, ha già provveduto a comunicare che dal prossimo gennaio erogherà il prescritto “aggiornamento professionale obbligatorio 2015” indicandone le modalità, assolutamente “uniche” rispetto a quanto adottato da altre strutture o associazioni: il corso sarà erogato in via telematica e si comporrà di 15 ore di videoregistrazioni visionabili sul WEB secondo la procedura inserita nella circolare informativa, inviata a tutti i soci.

Tra l’altro, solo per tutti i soci, il corso è gratuito e ci si puo’ iscrivere semplicemente attraverso un minimo contributo spese di segreteria.

Anche io sono iscritto ANAMMI, e credo che l'associazione abbia trovato una soluzione ideale per istituire i corsi.

Quoto Cinzia85!

...dal prossimo gennaio erogherà il prescritto “aggiornamento professionale obbligatorio 2015” indicandone le modalità, assolutamente “uniche” rispetto a quanto adottato da altre strutture o associazioni: il corso sarà erogato in via telematica e si comporrà di 15 ore di videoregistrazioni visionabili sul WEB secondo la procedura inserita nella circolare informativa, inviata a tutti i soci...

E cos'ha di unico questa modalità?

Cosa cambia tra il visionare una videoregistrazione on line o visionarla su un dvd piuttosto che leggere una dispensa?

C'è un'Associazione che tiene i corsi on line in videoconferenza dando la possibilità di interagire... quella è già una modalità più evoluta.

Infine chi vorrà restare sempre aggiornato non si limiterà alle 15 ore annuali imposte.

Un esempio... fai il corso a ottobre ed a dicembre ti approvano una nuova Legge (vedi obbligo mod. CU).

Per chi vorrà solo entrare in possesso del pezzo di carta per stare "in regola", potrà acquistarlo dal miglior offerente.

×