Vai al contenuto
Antigone25

Assenza di tabelle millesimali.

In un condominio senza tabelle si vuole deliberare, provvisoriamente e salvo conguaglio, una spesa relativa a manutenzione ascensore. La giurisprudenza dice che

"in mancanza di tabelle millesimali regolarmente approvate l'assemblea ha il potere di deliberare a maggioranza una ripartizione provvisoria degli oneri contributivi, a titolo di acconto e salvo conguaglio, una volta attribuite le corrette carature millesimali agli appartamenti (Cass. n. 8505 del 22/4/05 e Cass. 24670/06), ciò in deroga al criterio legale previsto dagli artt. 1123 e 1124 c.c. Tale possibilità trova la sua ratio nella necessità che, pur in assenza di formali tabelle, il Condominio possa provvedere alla normale gestione dei beni comuni attraverso versamenti la cui entità, per ogni condomino, è provvisoria(Trib. Roma 22 giugno 2009 n. 13834)."

 

Quando leggo "a maggiornza" si fa riferimento a quali maggioranze? 1136 comma 3 Codice Civile?

Quando leggo "a maggiornza" si fa riferimento a quali maggioranze? 1136 comma 3 Codice Civile?
Che io sappia non esiste altra giurisprudenza in merito, per cui direi che sarebbe opportuno deliberare con il 2° comma dell'art. 1136 cc ovvero lo stesso quorum previsto per la delibera di approvazione della tabella.
Perchè il comma 2?
Perchè? E' un mio parere personale, perciò non vincolate

Se trovi norme legislative o giurisprudenza contraria postale, così acquisirò più esperienza

In un condominio senza tabelle si vuole deliberare, provvisoriamente e salvo conguaglio, una spesa relativa a manutenzione ascensore. La giurisprudenza dice che

"in mancanza di tabelle millesimali regolarmente approvate l'assemblea ha il potere di deliberare a maggioranza una ripartizione provvisoria degli oneri contributivi, a titolo di acconto e salvo conguaglio, una volta attribuite le corrette carature millesimali agli appartamenti (Cass. n. 8505 del 22/4/05 e Cass. 24670/06), ciò in deroga al criterio legale previsto dagli artt. 1123 e 1124 c.c. Tale possibilità trova la sua ratio nella necessità che, pur in assenza di formali tabelle, il Condominio possa provvedere alla normale gestione dei beni comuni attraverso versamenti la cui entità, per ogni condomino, è provvisoria(Trib. Roma 22 giugno 2009 n. 13834)."

 

Quando leggo "a maggiornza" si fa riferimento a quali maggioranze? 1136 comma 3 Codice Civile?

In pratica quella sentenza dice che in mancanza di tabelle millesimali approvate possono essere versate quote in acconto, deliberate a maggioranza, da conguagliare a consuntivo dopo l'approvazione delle tabelle.

A maggioranza, a mio parere, deve intendersi la stessa che serve per l'approvazione di un preventivo spese e cioè, visto che mancano millesimi certi, almeno la maggioranza degli intervenuti all'assemblea che rappresenti almeno 1/3 dei condòmini.

Credo anche che la sentenza si riferisca alle spese "ordinarie" in quanto la sentenza stessa parla di "normale gestione".

La mia tesi si basa sulla creazione di una tabella provvisoria come previsto dalla Sent. Cass. 21 novembre 2006, n. 24670, per cui anche se provvisoria una tabella millesimale si approva con il quorum del 2° c. art. 1136 cc, se invece di provvisorio è soltanto una delibera, allora concordo con la tesi dl Leonardo e comunque su una base millesimale provvisoria magari basata sul valore catastale delle u.i., per cui se la spesa non è notevole è sufficiente 1/3 del valore presunto e la maggioranza delle teste presenti in assemblea

 

In tema di ripartizione delle spese di condominio, la mancanza di tabelle millesimali applicabili in relazione alle spese effettuate consente all'assemblea condominiale di adottare, a titolo di acconto e salvo conguaglio, tabelle provvisorie. (Pertanto la deliberazione assembleare maggioritaria, con la quale si sia proceduto alla ripartizione temporanea e provvisoria delle spese in base a una tabella non adottata con il consenso di tutti i condomini, è legittima.) - (Cass. civ., sez. II, 21 novembre 2006, n. 24670)

Non esiste giurisprudenza ulteriore sul punto, per cui a mio parere si deve tener presente l'art. 1136 c. 2 Cod. Civ. sulla base del quale si approvano le tabelle millesimali

Grazie mille a tutti. Le mie domande sul "perchè" sono volte solo a meglio comprendere cose che non so, so di non sapere. Ringrazio tutti per la gentilezza.

×