Vai al contenuto
Haoren

Assemblea straordinaria + passaggio consegne = € 370

...non essendo stato confermato anche per l'anno 2016, il precedente amministratore ha emesso, oltre quella per amministrazione ordinaria, un'altra fattura per "prestazioni professionali inerenti la convocazione di assemblea straordinaria e passaggio di consegne a nuovo amministratore". Totale 370 euro

 

Ora...già che il condominio (5 famiglie) era ed è combinato male.... (bilancio di 9 mila euro/anno circa. Ad oggi raccolti circa 1000)....

non si riesce a contestare una fattura del genere, quantomeno ridimensionarla visto che l'art.1129 recita «alla cessazione dell’incarico l’amministratore è tenuto alla consegna di tutta la documentazione in suo possesso afferente al condominio e ai singoli condomini, e ad eseguire le attività urgenti al fine di evitare pregiudizi agli interessi comuni senza diritto ad ulteriori compensi».

 

La convocazione assemblea straordinaria è giusto che sia pagata, ma il passaggio consegne mi sembra una sorta di "vendetta" nei confronti del condominio.

Lo stesso atteggiamento di emettere fatture "strane" lo hanno avuto tutti i fornitori che ho "licenziato" perchè cari...rispetto alla concorrenza. Hanno emesso fatture al passaggio tra vecchio amministratore e me, oppure al ricevimento della lettera di fine rapporto col condominio.

 

Il problema che ho in qualità di persona con funzioni analoghe, di raccogliere i fondi per pagare tutti. Se posso evitare qualcosa, senza ledere diritti, lo faccio senza pensarci due volte.

 

Grazie !

tutto dipende se nel preventivo analitico dell'amministratore presentato a suo tempo erano previsti codesti compensi ,se previsti sono dovuti .

se non previsti nulla e' dovuto .

Se il compenso per il passaggio documenti non era stato previsto nel compenso analitico all'atto dell'ultimo rinnovo dell'amministratore uscente, nulla si dovrà per questo motivo all'ex amministratore, anche se presenta fatture in tal senso.

cc art 1129

- L'amministratore, all'atto dell'accettazione della nomina e del suo rinnovo, deve specificare analiticamente, a pena di nullità della nomina stessa, l'importo dovuto a titolo di compenso per l'attività svolta

Ovvero se l'amministratore non ha specificato l'importo per il passaggio della documentazione all'atto della nomina o riconferma, nulla potrà pretendere.

Vero, nulla può pretendere ma non mi pare che nel condominio ci siano le risorse economiche per contestare la fattura. Il risultato è scontato.

... Lo stesso atteggiamento di emettere fatture "strane" lo hanno avuto tutti i fornitori che ho "licenziato" perchè cari... al ricevimento della lettera di fine rapporto col condominio...

Quando si licenziano le ditte "sponsorizzate" dall'ex amministratore occorre fare molta attenzione e muoversi con cautela.

Occorre avere i contratti tra le mani o, eventualmente, chiederne copia ai fornitori perchè potrebbero saltar fuori delle penali.

 

Niente di più facile che l'ex amministratore, successivamente alla sua revoca, possa firmare un contratto datato antecedentemente alla sua revoca dove sono previste penali e consegnare il contratto al suo "sponsor".

Vero, nulla può pretendere ma non mi pare che nel condominio ci siano le risorse economiche per contestare la fattura. Il risultato è scontato.

per contestare una fattura intendi tutti i crismi che prevedono il tentativo di conciliazione presso la camera di commercio ed i relativi costi ?

 

Quando si licenziano le ditte "sponsorizzate" dall'ex amministratore occorre fare molta attenzione e muoversi con cautela.

Occorre avere i contratti tra le mani o, eventualmente, chiederne copia ai fornitori perchè potrebbero saltar fuori delle penali.

 

Niente di più facile che l'ex amministratore, successivamente alla sua revoca, possa firmare un contratto datato antecedentemente alla sua revoca dove sono previste penali e consegnare il contratto al suo "sponsor".

Prima di scusarmi per la situazione di dissesto economico che mi ha costretto a richiedere la cessazione dei contratti, ho richiesto alle ditte la copia del contratto col condominio o qualcosa di firmato. Le risposte sono state evasive e quasi sempre la solita : "andavamo avanti così da diversi anni senza bisogno di contratti scritti".

per contestare una fattura intendi tutti i crismi che prevedono il tentativo di conciliazione presso la camera di commercio ed i relativi costi ?

 

Prima di scusarmi per la situazione di dissesto economico che mi ha costretto a richiedere la cessazione dei contratti, ho richiesto alle ditte la copia del contratto col condominio o qualcosa di firmato. Le risposte sono state evasive e quasi sempre la solita : "andavamo avanti così da diversi anni senza bisogno di contratti scritti".

Eh, dovevi fare come ho fatto io quando sono diventato amministratore.

Pur mantenendo gli stessi fornitori con contratto (pulizie e ascensore) ho preteso un rinnovo che annullasse i contratti precedenti, con recessi senza penali.

Per ascensore disdetta da dare entro 90 giorni dalla scadenza annuale.

Per le pulizie disdetta in qualsiasi momento con preavviso di 30 giorni.

 

Ormai devi solo limitare i danni e valutare se pagare le penali o mantenere i fornitori fino a regolare disdetta.

×