Vai al contenuto
Fabio Morace

Assemblea straordinaria - ed allora che serve la decisione dell’assemblea ?

Buongiorno a tutti

Non so’ se questa è la sezione giusta per il mio quesito , mi scuso anticipatamente.

Sono amministratore di un piccolo condominio di nove appartamenti di cui due di uno stesso proprietario.

Ad ottobre del 2015 indicevo un’assemblea straordinaria per deliberare su dei lavori urgenti da eseguire , cordolo dei cornicione del palazzo condominiale.

I codomini presenti 6 con millesimi 833,18 hanno deliberato che i lavori dovevano essere ripartite in parti uguali .

Adesso a distanza di quasi otto mesi uno dei condomini assenti vuole impugnare la delibera perché vuole pagare secondo i millesimi .

Ed allora che serve la decisione dell’assemblea ?

Faccio presente che l’assemblea era in seconda convocazione e che agli assenti era stato trasmesso a suo tempo il verbale per raccomandata.

 

Grazie

ciao

è corretto che la divisione avvenga per millesimi, visto che la modifica del criterio di riparto non è stata approva alla unanimità. quindi la delibera era nulla relativamete al criterio di riparto

Buongiorno a tutti

Non so’ se questa è la sezione giusta per il mio quesito , mi scuso anticipatamente.

Sono amministratore di un piccolo condominio di nove appartamenti di cui due di uno stesso proprietario.

Ad ottobre del 2015 indicevo un’assemblea straordinaria per deliberare su dei lavori urgenti da eseguire , cordolo dei cornicione del palazzo condominiale.

I codomini presenti 6 con millesimi 833,18 hanno deliberato che i lavori dovevano essere ripartite in parti uguali .

Adesso a distanza di quasi otto mesi uno dei condomini assenti vuole impugnare la delibera perché vuole pagare secondo i millesimi .

Ed allora che serve la decisione dell’assemblea ?

Faccio presente che l’assemblea era in seconda convocazione e che agli assenti era stato trasmesso a suo tempo il verbale per raccomandata.

 

Grazie

Ti era già stato risposto, per favore non postare più volte lo stesso quesito;

 

https://www.condominioweb.com/forum/quesito/assemblea-parti-uguali-89296/

... I codomini presenti 6 con millesimi 833,18 hanno deliberato che i lavori dovevano essere ripartite in parti uguali .

Adesso a distanza di quasi otto mesi uno dei condomini assenti vuole impugnare la delibera perché vuole pagare secondo i millesimi .

Ed allora che serve la decisione dell’assemblea ?...

Ammesso che tu sia amministratore interno come me (sono anch'io un pensionato ed ex operaio), devi sapere che se vuoi amministrare il tuo condominio devi assumerti tutte le responsabilità ed avere tutte le conoscenze, al pari di un amministratore professionista.

 

Dovresti sapere che per deliberare in difformità dal criterio legale di riparto incide sui diritti individuali di ciascuno per cui la delibera è NULLA in mancanza di una CONVENZIONE (contratto accettato e firmato da tutti i 1.000 millesimi), così come previsto dal 1° comma dell'art. 1123 del codice civile.

Immagina se i 6 presenti e 833,18/1000 avessero deliberato di far pagare tutta la spesa ai due condòmini assenti. Ti sembrerebbe logico?

 

Art. 11123 c.c.

Le spese necessarie per la conservazione e per il godimento delle parti comuni dell’edificio, per la prestazione dei servizi nell’interesse comune e per le innovazioni deliberate dalla maggioranza sono sostenute dai condomini in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno, salvo diversa convenzione.

Ospite
Questa discussione è chiusa.
×