Vai al contenuto
piccoraffa

Assemblea registrata - gli effetti un atto documentale da allegare agli atti?

Ormai è prassi (errata) registrare il dibattito assembleare e, dopo, trascriverlo sul computer; sia perchè spesso il processo verbale è poco leggibile e sia perchè qualche amministratore "furbetto" (complici presidente e segretario) può apportare modifiche a suo vantaggio.

Premesso ciò, se l'assemblea è registrata, la registrazione sonora costituisce a tutti gli effetti un atto documentale da allegare agli atti?

Inoltre, il processo verbale del segretario (cioè il verbale scritto a mano) deve essere ugualmente allegato al registro dei verbali per legge o è a discrezione dell'amministratore?

Ciao @piccoraffa

... se l'assemblea è registrata, la registrazione sonora costituisce a tutti gli effetti un atto documentale da allegare agli atti? ...
come atto documentale vale il verbale scritto a mano, qualunque altro mezzo non mi risulta previsto, ma potrei sbagliarmi.

La registrazione sonora, tra altri aspetti, ha una seria incidenza sul confinamento delle informazioni private e personali.

 

... il processo verbale del segretario (cioè il verbale scritto a mano) deve essere ugualmente allegato al registro dei verbali per legge o è a discrezione dell'amministratore?
il verbale deve essere trascritto (scritto) nell'apposito registro delle assemblee (Art.1136 comma 7), non c'è discrezionalità.
La registrazione può essere una prova documentale per discrpanze tra lo scritto ed il discusso.
se seguissi questa motivazione allora ci si dovrebbe mettere a fare delle fotografie dei presenti in assemblea per essere certi che i nominativi degli elencati nel verbale corrispondano effettivamente a quelli intervenuti dato che uno di questi, magari, non parlando mai, sfuggirebbe al censimento della registrazione.

 

L'amministratore può anche redigere a posteriori un verbale utilizzando un semplice editor, stamparlo e, previa firma apposta dal segretario e dal presidente di quell'assemnblea, distribuirlo ma, insieme ad esso, ci deve essere anche copia di quello manoscritto in sede assembleare (anch'esso controfirmato).

 

Solo la comparazione dei due verbali può dare riscontro di eventuali incongruenze.

Qualora, la richiesta di registrazione dei “lavori” dell’assemblea condominiale sia relativa alla semplice registrazione fonografica, su nastro magnetico o su “compact disc”, la questione giuridica cambia, e l’autorizzazione al tale richiesta di “riproduzione vocale su nastro o cd”, effettuata da un condomino partecipante all’assemblea, non può essere respinta, immotivatamente, dal presidente dell’assemblea, pena l’impugnazione del verbale di assemblea per vizio del procedimento assembleare, ai sensi e per gli effetti previsti dall’art. 1137 del codice civile.

E’ quanto deciso da una recente sentenza del Tribunale di Foggia che, richiamando l’unica precedente pronuncia giurisprudenziale in materia (Tribunale di Bologna, 25 marzo 1999, n. 596), ha affermato che “ …per analogia fra la normativa condominiale e quella societaria, deve ritenersi applicabile l’art. 2371 del Codice civile, secondo cui l’assemblea è presieduta dalla persona indicata nell’atto costitutivo o in mancanza da quella designata dai convenuti; pertanto, l’autorizzazione alla registrazione fonografica dell’assemblea deve essere data dal presidente, sia pure alla condizione, per esempio, che la registrazione su nastro magnetico o compact disc venga allegata al verbale e trascritta al termine dell’assemblea.

Per cui la registrazione audio allagata al verbale fa prova documentale

... non può essere respinta, immotivatamente, dal presidente dell’assemblea ...
infatti, se un altro condomino solleva obiezioni, il presidente le accoglie e le interpreta come motivazioni valide ha facoltà di negare la registrazione.

 

Comunque si torna al verbale scritto, perché quello ci deve essere indipendentemente dalla registrazione.

Se, eventualmente, non si è in grado di redigerne uno nel corso dello sviluppo dell'assemblea significa che i problemi son ben'altri, ma questo è un mio parere.

infatti, se un altro condomino solleva obiezioni, il presidente le accoglie e le interpreta come motivazioni valide ha facoltà di negare la registrazione.

 

Comunque si torna al verbale scritto, perché quello ci deve essere indipendentemente dalla registrazione.

Se, eventualmente, non si è in grado di redigerne uno nel corso dello sviluppo dell'assemblea significa che i problemi son ben'altri, ma questo è un mio parere.

Se il Presidente accoglie le obiezioni dell'altro condomino e nega la registrazione audio, quello che vorrebbe registrare l'audio dello svolgimento dell'assemblea potrà impugnare per vizio del procedimento assembleare, ai sensi e per gli effetti previsti dall’art. 1137 del codice civile. (--> vedi Sentenza post #5)

Il verbale può essere scritto tranquillamente al computer, ma va ugualmente stampato e fatto firmare al Presidente e al Segretario. Ricordo che il verbale può essere firmato anche da qualunque condomino presente, basta farsi nominare scrutatore. Quindi, se qualcuno pensa alla malafede, può chiedere di firmare il verbale ed averne subito copia visto che è redatta al computer.

Il verbale può essere scritto tranquillamente al computer, ma va ugualmente stampato e fatto firmare al Presidente e al Segretario. Ricordo che il verbale può essere firmato anche da qualunque condomino presente, basta farsi nominare scrutatore. Quindi, se qualcuno pensa alla malafede, può chiedere di firmare il verbale ed averne subito copia visto che è redatta al computer.
Sono perfettamente d'accordo, :thumbup:

anche se qualsiasi condomino può firmarlo e non è necessario essere scrutatore (figura che non esiste nel Codice Civile del condominio)

Scrutatore è il termine utilizzato (c'è già nei registri condominiali "Buffetti") per indicare le generalità dei condomini che andranno a firmare senza dover interpretare le firme

Scrutatore è il termine utilizzato (c'è già nei registri condominiali "Buffetti") per indicare le generalità dei condomini che andranno a firmare senza dover interpretare le firme
Buffetti non è fonte giuridica e può scrivere quello che vuole, nel codice civile che è fonte giuridica non esiste lo scrutatore nelle assemblee condominiali

Grazie @Tullio_TS per la precisazione.

Personalmente, rimango dell'opinione che tanto vale il diritto del partecipante alla registrazione tanto vale quello di chi non gradisce che ciò avvenga.

Sono questioni private e soggettive, sarà poi il presidente a decidere e il Giudice a giudicare.

Riscrivo, gli strumenti per certificare quanto avviene in assemblea già ci sono e, come al pari di un verbale trascritto che proprio per questo può essere oggetto di manipolazione, anche una registrazione (un file audio digitale) può essere alterato, più facilmente per sottrazione di tracce.

 

Forse mi allontano un po dall'argomento ma queste discussioni, mi pare, nascono più che altro, e là dove, il verbale non viene scritto nel corso dello svolgimento dell'assemblea e riletto immediatamente, oltre che letto integralmente alla fine; oppure in quelle situazioni in cui qualcuno, nell'insicurezza, cerca di tutelarsi facendo riportare ogni sillaba, ma diventa una esasperazione.

Grazie @Tullio_TS per la precisazione.

Personalmente, rimango dell'opinione che tanto vale il diritto del partecipante alla registrazione tanto vale quello di chi non gradisce che ciò avvenga.

Sono questioni private e soggettive, sarà poi il presidente a decidere e il Giudice a giudicare.

Riscrivo, gli strumenti per certificare quanto avviene in assemblea già ci sono e, come al pari di un verbale trascritto che proprio per questo può essere oggetto di manipolazione, anche una registrazione (un file audio digitale) può essere alterato, più facilmente per sottrazione di tracce.

 

Forse mi allontano un po dall'argomento ma queste discussioni, mi pare, nascono più che altro, e là dove, il verbale non viene scritto nel corso dello svolgimento dell'assemblea e riletto immediatamente, oltre che letto integralmente alla fine; oppure in quelle situazioni in cui qualcuno, nell'insicurezza, cerca di tutelarsi facendo riportare ogni sillaba, ma diventa una esasperazione.

Infatti hai ragione, nel caso il Presidente vieti la registrazione e il condomino che intendeva registrare impugni, non si sa come il Giudice si esprimerà, il futuro è impossibile da prevedere, per cui si possono fare tutte le ipotesi ma è impossibile poter fornire in anticipo la sentenza con certezza.

La tesi della manipolazione audio l'avevo postata diverse volte del corso di topic sul tema e diverso tempo fa e mi trovi d'accordo anche su questo.

 

E sono d'accordo anche per la scrittura post assemblea il che non dovrebbe avvenire mai, ma da quanto leggo qui sul forum succede diverse volte.

 

I sistemi per ottenere un verbale trasparente ci sono, è il presidente che in concertazione con i condomini presenti detta al segretario il testo ed alla fine prima delle firme del presidente, segretario e qualche condomino volontario (non obbligatorio), si legge il testo completo ai presenti, e se possibile si fanno delle fotocopie e/o si può fotografare il testo con il telefonino, si consegna una copia al presidente ed a chi la desidera, facendo così la trasparenza è garantita.

Assolutamente no, io registro per memoria storica e se poi il verbale non corrisponde a quanto discusso in assemblea ne riparliamo.

Non chiedo nessun consenso ai partecipanti è una cosa ad uso personale.

se seguissi questa motivazione allora ci si dovrebbe mettere a fare delle fotografie dei presenti in assemblea per essere certi che i nominativi degli elencati nel verbale corrispondano effettivamente a quelli intervenuti dato che uno di questi, magari, non parlando mai, sfuggirebbe al censimento della registrazione.

 

L'amministratore può anche redigere a posteriori un verbale utilizzando un semplice editor, stamparlo e, previa firma apposta dal segretario e dal presidente di quell'assemnblea, distribuirlo ma, insieme ad esso, ci deve essere anche copia di quello manoscritto in sede assembleare (anch'esso controfirmato).

 

Solo la comparazione dei due verbali può dare riscontro di eventuali incongruenze.

Assolutamente no, io registro per memoria storica e se poi il verbale non corrisponde a quanto discusso in assemblea ne riparliamo.

Non chiedo nessun consenso ai partecipanti è una cosa ad uso personale.

non vorrei esagerare ma mi pare grave.

Quantomeno ci dovrebbe essere una consapevolezza di ciò da parte degli altri e la condivisione affinché tu possa registrare.

Dal momento che qualcuno sa che tu sei in possesso di una registrazione poco importa quali che siano o potrebbero essere i tuoi propositi dei quali saresti tu stesso a garantirne l'uso personale (personale ?).

Attenzione !

Se è per questo neanche le altre figure sono disciplinate dal codice civile https://www.condominioweb.com/assemblea-condominiale-in-mancanza-di-presidente-e-segretario.14291
Il tuo allegato dice;

 

Delibere valide anche senza segretario e presidente dell’assemblea

 

Che il Presidente non sia citato nel nuovo ordinamento in vigore dal 18.06.13 lo so bene, lo era nel precedente, mentre i segretario non era e non è citato neanche ora, però un articolo citando sentenza, qui nell'archivio del Forum dice;

 

La firma del presidente e del segretario costituiscono due elementi senza i quali una delibera condominiale è nulla

Fonte https://www.condominioweb.com/delibera-nulla-se-manca-la-firma-del-presidente-e-del.11381#ixzz43Nvu4hKV

www.condominioweb.com

Se è per questo neanche le altre figure sono disciplinate dal codice civile ...
il fatto è che qualcuno deve firmare il verbale per attestarne la sua veridicità.

Poi, non tanto il segretario (che lo può fare il presidente stesso quando forse il più delle volte è l'amministratore a scrivere), ma un presidente ci vuole per gestire lo svolgimento dell'assemblea.

Qui c'è similitudine con quanto disciplinato per la società.

Il verbale, per avere una validità giuridica, deve essere firmato dal segretario e dal presidente.

Possono tranquillamente firmare anche altri, anche tutti, ma ciò non aggiunge nulla alla valenza della firma dei primi due.

Assolutamente no. Che problemi hanno, la verità è una o no.

non vorrei esagerare ma mi pare grave.

Quantomeno ci dovrebbe essere una consapevolezza di ciò da parte degli altri e la condivisione affinché tu possa registrare.

Dal momento che qualcuno sa che tu sei in possesso di una registrazione poco importa quali che siano o potrebbero essere i tuoi propositi dei quali saresti tu stesso a garantirne l'uso personale (personale ?).

Attenzione !

Poi, non tanto il segretario (che lo può fare il presidente stesso quando forse il più delle volte è l'amministratore a scrivere),
Perfettamente d'accordo, quando sono Presidente, scrivo io stesso il verbale, leggendolo a voce alta nello stesso momento della scrittura, e poi al termine della seduta prima della firma e firme di qualche condomino (se ci sono).
Assolutamente no. Che problemi hanno, la verità è una o no.
figurati, libero di pensarla come credi ma non so cosa accadrebbe se qualcuno scoprisse che registri di nascosto.

 

Gli strumenti ci sono: segretario, presidente, scritttura, lettura, rilettura ...

E questi valgono per tutti, si tratta quindi, in assemblea, d'imparare a farne un uso corretto.

Per me, altre sofisticazioni non occorrono.

La ringrazio della libertà concessa e le ricordo che sono innumerevoli le contestazioni, o mugugni, tra lo scritto e ed il discusso.

figurati, libero di pensarla come credi ma non so cosa accadrebbe se qualcuno scoprisse che registri di nascosto.

 

Gli strumenti ci sono: segretario, presidente, scritttura, lettura, rilettura ...

E questi valgono per tutti, si tratta quindi, in assemblea, d'imparare a farne un uso corretto.

Per me, altre sofisticazioni non occorrono.

Ciao Tullio,

la sentenza del Tribunale di Foggia, in merito alla registrazione fonografica, che numero e data ha?

Io ho cercato su internet ma non sono riuscito a trovarla. Mi puoi aiutare? Grazie.

In internet vi è solo la massima o le interpretazioni.

Ciao Tullio,

la sentenza del Tribunale di Foggia, in merito alla registrazione fonografica, che numero e data ha?

Io ho cercato su internet ma non sono riuscito a trovarla. Mi puoi aiutare? Grazie.

Ciao Tullio,

la sentenza del Tribunale di Foggia, in merito alla registrazione fonografica, che numero e data ha?

Io ho cercato su internet ma non sono riuscito a trovarla. Mi puoi aiutare? Grazie.

×