Vai al contenuto
Brad83

Assemblea di Condominio assurda ... PARERI

Buongiorno,

sono nuovo del Forum.

Volevo un vostro parere e anche su come potrei muovermi e tutelarmi, in relazione a un'assemblea di condominio che reputo assurda.

Nel particolare, si trattava di un'assemblea fatta per l'approvazione del consuntivo 2014/2015 e approvazione preventivo 2015/2016.

Iniziata l'assembla, lo scrivente non aveva nulla da eccepire sulle spese relative al consuntivo, ma una volta discusso il preventivo 2015/2016, provvedevo a chiedere all'amministratore il motivo di alcune voci e nel particolare quanto segue:

Compenso amministratore: 900 euro

oneri di Legge su compenso amministratore: 400 euro (queste due somme di 400 saranno le voci al cui chiederò spiegazioni)

Cassa previdenziale ed Iva su compensi e spese: 400 euro

 

in relazione al fatto che l'anno precedente, nel consuntivo 2014/2015, le voci erano le seguenti:

Compenso amministratore 870 euro

Oneri di Legge su compenso amministratore 46.16 euro

Dichiarazione fiscale 770 + Oneri di Legge (iva e c.p.) 253.76 euro

 

e nel preventivo 2014/2015

compenso amministratore 870 euro

Oneri di Legge 38.16 euro

Dichiarazione Fiscale 770 + Oneri di Legge (iva e c.p.) 255.00 euro

 

chiedevo il motivo di queste due voci di 400 euro relative al preventivo 2015/2016.

Lo stesso amministratore, che riferiva di essere nell'anno 2015 ancora in regime iva agevolato e solo nel 2016 passerà all'ordinario, non riusciva a darmi una risposta se non urlarmi in faccia e darmi del maleducato e ignorante, adducendo che tali costi erano relativi all'iva e non si sà cos'altro.

Invitato a moderare il tono di voce in quanto la domanda era legittima, interrompeva l'assemblea dando le dimissioni irrevocabili.

A seguito di tale vicenda, in relazione al fatto che gli altri condomini rimanevano un pò allibiti di tale controversia e mi guardavano un pò male in quanto gli avevo creato un disagio in relazione alle dimissioni dell'amministratore, riferivo testuali parole "chiedo scusa ai condomini del comportamento (che poi era piu inteso alla vicenda piu che comportamento) ma se mi sono comportato cosi avrò avuto i miei motivi".

A tal punto l'amministratore riferiva che tale frase era ingiuriosa e calunniosa e contattava un suo avvocato di fiducia che presenziava al seguito dell'assemblea che poi, subito dopo il suo arrivo, veniva interrotta.

Sul verbale di assemblea veniva trascritto che a causa del comportamento del condomine ****, l'assemblea era interrotta e che avrebbe valutato su instaurare un procedimento giudiziario nei miei confronti.

Nulla veniva scritto sull'intervento del difensore.

Inoltre scriveva che lo stesso dava le sue dimissioni irrevocabili.

 

Chiedo a voi un parere.

Ma è normale un comportamento cosi?

Tengo a precisare che, durante tutta l'assemblea mi sono preso ripetutamente del maleducato e urli in faccia.

Secondo voi il compenso di 900 + 400 + 400 è normale?

Ora non sò se l'amministratore è iscritto o meno a qualche associazione tipo anammi, anaci o anapi, ma nel caso posso scrivere per far presente tale comportamento? o nel caso, fosse architetto o geometra, posso scrivere all'ordine degli architetti o geometri?

Le dimissioni, sebbene irrevocabili (scritte nel verbale di assemblea), possono essere ritirate?

Sottolineo come tutta l'assemblea condominiale è stata registrata al fine di tutelarmi e quindi tali cose sono documentate.

E' normale che un legale di fiducia dell'amministratore presenzi all'assemblea senza riportarlo nel verbale?

Avete qualche consiglio da darmi?

 

Ho partecipato ad altre riunioni condominiali dove ho trovato sempre amministratori educati e capaci e tale comportamento lede la dignità di tutti quelli che svolgono il proprio lavoro con professionalità.

Anche perchè, penso, se un condomine chiede un'informazione su un dettaglio di spesa e l'amministratore gli riferisce a cosa sono dovute "le chiacchiere stanno a zero" e non è un comportamento dignitoso urlargli in faccia.

 

Grazie a tutti quelli che mi daranno un parere.

Saluti 🙂

Bhe, che il suo regime fiscale sia mutato potrebbe essere vero.

Ergo se vuole essere pagato come l'anno prima deve aggiungere l'IVA al suo compenso.

Ma questo non significa che i condomini debbano accettare per forza o rifiutarsi a priori di pagare di più, dipende dal tipo di accordo che si stipula: il preventivo dell'amm.re deve essere accettato dalla maggioranza dei partecipanti all'assemblea che rappresenti la metà del valore dell'edificio. La minoranza si adegua.

Comportamento:

La normalità è un termine soggettivo.

Gli estranei, se non espressamente invitati per motivi di OdG o deleghe, possono essere allontanati, siano avvocati, giudici ermellinati o terroristi che dir si voglia.

Certo che se registrate le assemblee un motivo di fondo che non hai citato, perlomeno, pre esisteva...

Se l'amm.re si è dimesso, che si colga la palla al balzo e si nomini un suo successore.

Si si...il regime variera nel 2016.. (in quanto ha preso l abilitazione da amministratore nel 2011)

Indubbiamente uno si adegua alla maggioranza..

Secondo voi é normale un compenso di 900+400+400?

Da cosa sono dovuti?

Mi sembrano eccessivi.. chiedo a voi che siuramente siete piu ferrati di me..

Indubbiamente i rapporti con lo scrivente non sono ottimi.. qualsiasi domanda gli si faccia...comincia ad urlare..quindi sono partito prevenuto..

Di leggi, regolamenti, adempimenti, iva, zanicchi e compagnia ce ne sono anche troppe per non riuscire a giustificare ogni voce.

 

Insomma lui vuole 1700 € x amministrarvi.

Li vale ?

Questa è la domanda che dovreste porvi.

Eccessivi ?..può darsi, dipende.

Amministro condomini da 20 unità immobiliari che mi pagano anche più di 3.000: dipende sempre da ciò che offri e a quante richieste devi dare risposta. E' una trattativa privata e nessuna delle parti si deve sentire obbligato ad accettare accordi per forza.

Ciao Brad83 leggendo il tuo post per un attimo ho pensato che il tuo amministratore fosse anche il mio!! la mia è una donna e anche lei nell'ultima assemblea mi ha urlato in faccia e insultata davanti agli altri condomini dicendomi che non sapevo niente e che ero disgustosa e questo perché le ho fatto una domanda scomoda a cui non poteva dare una risposta: infatti ha spostato la scadenza del bilancio condominiale ( scadenza stabilita tra l'altro nel contratto condominiale contrattuale) da fine settembre a fine dicembre adducendo come scusa una nuova legge in ambito di amministrazione condominiale; quando gli ho chiesto di visionare tale legge è partita con gli insulti e poi si è dimessa abbandonando l'assemblea appena iniziata. Purtroppo però ci ha ripensato e in un'altra assemblea è riuscita a farsi rinominare Purtroppo!!! Come vedi a quanto pare il comportamento di certi amministratori è diffuso ma secondo me farebbero bene a cambiare lavoro. Se ve ne siete liberati tanto di guadagnato. Io in quell'occasione ho contattato l'associazione in cui è iscritta l'amministratrice e ho parlato col presidente spiegandogli l'accaduto ma lui ha cercato di sminuire e di giustificare l'accaduto e quindi ho capito che le associazioni sono più una pubblicità per gli amministratori ( che pagano per iscriversi) che una tutele per i condomini. Purtroppo un ordine deontologico per gli amministratori così come esiste per gli avvocati, i medici, ecc. non c'è e se ne sente la mancanza.

Infatti Maila67, condivido pienamente.

@Tsugasvili, condordo, ma il compenso è una cosa, le tasse un'altra.

Sul compenso può chiedere quello che vuole e sarà ai condomini accettare o meno, ma gli oneri ed iva, penso siano una cosa oggettiva e non una cosa discrezionale dell'amministratore.

E comunque ancora non riesco a spiegarmi l'aumento di circa 400.00 euro di tasse.

OK sarà cambiato regime fiscale, ma addirittura del 100%?

Salve, purtroppo le associazioni sono di parte.... Ci vorrebbe un albo a cui fare riferimento con pesanti sanzioni a coloro che abusano dei propri doveri. Ci sono obblighi da rispettare e alcune di queste persone non rispettano. Non rispettano nemmeno le lettere degli avvocati figuriamoci le lamentele nostre che siamo la parte debole....Saluti.

Compenso 900,00

Contributo integrativo 4% 36,00

Totale 936,00

IVA su 936,00 205,92

Quanto costa al condominio 1141,92

all'amministratore vengono

trattenuti 180,00 (ritenuta d'acconto che verserà il condominio)

Egli incasserà "lordi" 961,92

verserà l'IVA (-205,92) e gli resteranno in tasca da spendere 756,00 euro.

Lo stato avrà "introitato" 205,92+180=385,92 euro.

IL COSTO TOTALE DEL CONDOMINIO E' SEMPRE E COMUNQUE 1141,92 EURO

Questo è un esempio di un professionista che è iscritto all'ordine degli architetti o degli ingegneri, per altro tipo di professionisti i parametri (es.contributo integrativo dovuti dall'utente finale, leggasi chi commissiona il lavoro) sono diversi: chiedere spiegazioni all'interessato.......se desidera darle

Attenzione, spesso, su tali voci (genericamente illustrate come oneri fiscali..amministrativi e quant'altro) taluni amministratori "giocano" un pò per arrotondare il compenso mascherandolo con altre voci (ci sono spesso anche spese di cancelleria, oneri amministrativi, ecc.)

Il fatto che l'amministratore abbia iniziato a sbraitare, mi fa pensare che qualcosa che non va c'è..tanto più che non è stato in grado di spiegarti le voci che vanno a formare il suo compenso...per il resto dire se è adeguato o meno è difficile non conoscendo la "consistenza" del condominio..

Attenzione, spesso, su tali voci (genericamente illustrate come oneri fiscali..amministrativi e quant'altro) taluni amministratori "giocano" un pò per arrotondare il compenso mascherandolo con altre voci (ci sono spesso anche spese di cancelleria, oneri amministrativi, ecc.)

Il fatto che l'amministratore abbia iniziato a sbraitare, mi fa pensare che qualcosa che non va c'è..tanto più che non è stato in grado di spiegarti le voci che vanno a formare il suo compenso...per il resto dire se è adeguato o meno è difficile non conoscendo la "consistenza" del condominio..

Se l'amministratore sbraita qualcosa che non va c'è sicuramente: il suo comportamento non professionale oltre che incivile...A un amministratore così non si dovrebbe corrispondere proprio alcun compenso e dovrebbe come detto, cambiare lavoro

×