Vai al contenuto
etienne

Assemblea condominiale senza un Presidente????

Buongiorno a tutti,

mi togliete una curiosità?..

Ho recentemente acquistato un immobile in un complesso condominiale e ho partecipato alla prima assemblea di condominio.

 

La cosa che da subito mi è sembrata al quanto strana è che non è stato eletto un Presidente, mentre il Segretario era il "tutto fare" dell'Amministratore.

Ho chiesto all'Amministratore per quale motivo non ci fosse un Presidente, risposta: non è obbligatorio......

Il verbale è pervenuto un paio di giorni dopo NON firmato dal Segretario che è l'unico a figurare nel Verbale...

 

Ma è corretto????

 

Ultima cosa.. l'Assemblea ha chiesto all'Amministratore di uscire dalla sala per una decina di minuti e lo stesso Amministratore si è rifiutato di uscire, io essendo appena arrivato non ho detto nulla sulla sovranità dell'Assemblea, a meno che le cose siano cambiate...

 

Mi farebbe piacere leggere un vostro parere... grazie Etienne.

Purtroppo l'amministratore ha ragione c'è una sentenza di Cassazione che dice;

 

Il Supremo Collegio ha, tuttavia, evidenziato che la mancata nomina del presidente rappresenta una mera irregolarità che non inficia la validità della deliberazione (Cass. 15 luglio 1980 n. 4615)

Però se l'assemblea lo nomina, è molto meglio che non sia un segretario scelto dall'amministratore a scrivere il verbale il quale potrebbe essere di parte, in pratica a garanzia del regolare svolgimento e scrittura del verbale è meglio siano gli stessi condomini a gestire l'assemblea con la nomina del presidente e scelta del segretario tra loro stessi, leggi questo interessante articolo dell'avvocato Alessandro Gallucci;

 

E' irregolare il comportamento dell'amministratore.Ad ogni assemblea vi dovete imporre e nominare un Presidente che a sua volta nominerà un segretario.

Grazie per avermi chiarito un pochino le idee, non ho capito però se è normale che il verbale non sia firmato, e se è valido senza la firma del segretario...

Inoltre è corretto che l'Amministratore si rifiuti di uscire dall'aula assembleare se richiesto dall'assemblea?

Se è valida l'assemblea senza che sia nominato un presidente (vedi sentenza Cass. 15 luglio 1980 n. 4615) è logico che il verbale senza la firma sarà altrettanto valido, per cui sono gli stessi condomini presenti a condizionare l'andamento della riunione, cioè loro possono, direi dovrebbero, nominare il presidente il quale sceglierà il segretario, come ho precedentemente detto è meglio scegliere i due tra gli stessi condomini.

Cioè l'amministratore non può condizionare l'andamento dell'assemblea affermando che non c'è l'obbligo del Presidente, infatti è il contrario, ossia sono i condomini a decidere se nominarlo o farne a meno.

Per quanto riguarda l'invito all'amministratore di uscire dall'aula, questo può essere fatto se l'argomento è strettamente legato alla persona, ma non è regolato da nessun articolo di Legge, per cui secondo me potrebbe rifiutarsi di uscire, questo è un commento che ho trovato in proposito;

 

Ognuno con propri ruoli e competenze e a latere l'Amministratore che in sede assembleare non ha

alcun ruolo. Capita spesso quindi di chiedersi se l'Amministratore debba essere presente o meno

all'assemblea o se la sua presenza non sia vincolante. La risposta è che l'Assemblea può deliberare

e quindi riunirsi anche senza la presenza dell'Amministratore anche se ci teniamo a dirlo l'assenza

non è proprio un buon esempio di professionalità e correttezza nei confronti del condominio

stesso. http://digilander.libero.it/visca.fabrizio/svolgimentoassemblea.pdf

×