Vai al contenuto
Giascaf

Aspiratore bagni ciechi condominio rumoroso

Buongiorno a tutti,

abito all'ultimo piano di un condominio sito in una zona abbastanza silenziona dal luglio 2013. Sono in affitto. Recentemente i condomini hanno deciso, senza alcuna comunicazione in bacheca, di installare un aspiratore motorizzato sul torrino di ventilazione dei bagni ciechi.

 

Tale aspiratore entra in funzione alle 6 di mattina e rimane in funzione ininterrottamente fino a tarda notte. Purtroppo tale apparato è posizionato direttamente sulla verticale delle camere da letto e quindi il rumore prodotto dal motore è trasferito nelle camere generando non poco disturbo.

Il rumore, ovviamente, è molto evidente durante i periodi più silenziosi , pomeridiani e notturni, impedendo di fatto il normale riposo.

Preciso che, fino al momento della installazione, quindi almeno da quando occupo il mio appartamento ( Luglio 2013), non ho mai avuto alcun disturbo di questo genere. Ho già chiamato l’amministratore, che ha inviato un tecnico che ha riscontrato il problema ed ha cercato di risolverlo ma senza avere esito positivo.

Anche gli ultimi interventi, eseguiti senza che mi fossero notificati in precedenza, non hanno avuto alcun riscontro. Il tecnico infatti ha inserito un pulsante per fermare o attivare la ventola che ovviamente non risolve il problema del rumore e, con molta franchezza, non penso che io debba essere il “custode “ dell’apparato decidendo quando accendere o spegnere lo stesso.

 

Senza entrare nel merito meramente tecnico, poiché negli anni scorsi il problema non sussisteva, è probabile che il lavoro non sia stato eseguito a regola d’arte e tenendo conto di tutte le opzioni utili a diminuire il rumore dell’aspiratore

 

Ho provato a suggerire all'amministratore di provare degli attenuatori di rumore da inserire nel condotto sotto al motore, o un estrattore eolico,che però non so se potrebbe essere a norma, ma l'esito è stato negativo. Anzi mi è stato detto che l'apparato dovrà funzionare sempre tranne nelle ore notturne ( per fortuna).

 

Mi chiedo se c'è qualche forma di azione che posso fare per risolvere un problema che fino a qualche mese fa non esisteva.

E' possibile ad esempio fare una assemblea straordinaria indetta da me , in modo da risolvere in qualche modo la questione? I condomini interessati al problema sono meno di 8 . Vorrei cercare di trovare una soluzione secondo le regole di buon vicinato.

 

Un ultimo punto . Io sono l'unico condomino( sulla mia verticale) a non avere il bagno cieco ma dovrò pagare i consumi elettrici di un apparato che è attivo 365 giorni all'anno e che genera rumore !

 

Grazie per i suggerimenti ( non suggeritemi tappi per le orecchie !)

A casa di mia nonna il bagno secondario, frapposto alle camere da letto, non aveva la finestra ma un ventolino malandato che aspirava come un ciclone. Il rumore era fastidioso....

Poi un giorno...decisi di sostituirlo con uno nuovo di una rinomata marca che inzia per Vortic, e da allora ho potuto dormire fino a mezzogiorno in quella memorabile estate di tanti anni fà.

Purtroppo il problema, al momento, non è all'interno dei bagni di ciascun condomino. Nei bagni infatti non c'è un aspiratore ma solo una griglia che comunica con il condotto di ventilazione . Anche questo non lo capisco perchè non sia stato fatto. Tutti i bagni ciechi del mondo in genere hanno una griglia di aspiratore collegata ad un motore che agisce solo quando è necessario. La mia idea è quella di far sostituire la ventola con il motore con un estrattore eolico ( il migliore e più efficiente possibile ) che non solo eliminerebbe il rumore del motore ma avrebbe un impatto positivo anche sulle spese elettriche del condominio. Penso che questo sia possibile anche perchè un condominio adiacente ha installato proprio un estrattore di questo timo in cima al torrino di ventilazione dei bagni ciechi ( ...e funziona perchè ho chiesto ad un condomino e mi ha detto che non ci sono state lamentele ) ....se avete indicazioni su estrattori/aspiratori eolici a base quadrata di massima efficienza ....grazie !

Hanno risparmiato sull'impianto elettrico, la cosa "allucinante" è che queste ventoline da montare sulla conduttura all'interno del bagno cieco costa 20€ l'una e sono facilissime da installare.

 

Comunque capisco che non è un problema di rumore ma di bolletta elettrica visto che la gommapiombo non interessa.

 

Il risparmio a condomino di elettricità è 5€ annui?

Grazie Spaesato.

In realtà non hanno risparmiato sull'impianto elettrico....L'installazione dell'estrattore in cima al condotto di ventilazione è di tipo elettrico.... in sostanza abbiamo un oggetto elettrico che rimane acceso (sulla mia testa !!!) per circa 19 ore al giorno per 365 gg !!!...tutte le spese elettriche sono a carico dei condomini !!!

 

Ieri, comunque, ho dato un 'occhiata al Regolamento Edilizio ed ho visto che per i bagni ciechi deve essere previsto un estrattore meccanico che deve essere comandato elettricamente e/o con timer.

Quindi ...potrei anche chiedere ( o imporre ??) ai condomini sulla mia verticale di adeguarsi alla normativa ( quindi installare le ventole elettriche nei bagni ciechi) qualora non si risolva il problema del rumore del motore sul torrino del condotto di ventilazione.

In genere ogni bagno dovrebbe avere la propria ventola, che entra in azione appena si usa il bagno (collegato con la luce o con sensore a presenza d'uomo) inoltre tale aspiratori debbono avere una valvola di non ritorno, in modo da non mandare l'aria aspirata negli altri locali a cui il condotto principale è collegato. Quindi tali apparati non possono essere quelli economici da € 20! Il sistema così concepito funziona a mandata d'aria.

 

C'è poi il sistema molto più economico che funzione ad aspirazione: è quello adottato per te, molto più economico, ma molto più fastidioso per chi ha accanto il motore.

 

l'aspirazione eolica non assicura una sufficiente portata d'aria.

 

Purtroppo sei in locazione, e il non essere proprietario complica le cose!

 

Se da dentro casa tua puoi accedere con un forellino alla tubazione, manda una raccomandata all'amministratore dicendo che se non provvederà entro tot giorni a far realizzare un impianto a mandata, provvederai alla "schiumatura" del condotto. Magari non eseguirai la schiumatura, ma vi gonfierai un semplice palloncino, per non creare danni di cui ti chiederanno il risarcimento, cui però potrai agire in riconvenzionale per quanto costretto a subire.

Però il rumore di tante ventole in azione, non so se saranno peggio o meglio (per me peggio!); il rumore si propaga lungo il condotto! Chiedi ai Tecnici della Vortice (presumo sia dell Vortice l'aspiratore da torrino): sono molto disponibili.

 

Presumo possa essere un modello da circa 850 mc/h, che alla massima velocità spunta circa 40 db: onestamente non sono tanti, se correttamente montato (supporti in gomma per smorzare vibrazioni)

In ogni caso dovrebbe essere azionato solo alla bisogna, dalle singole utenze.

Edoardobennato Grazie .... pero vediamo se ho capito e faccio alcune precisazioni cosi magari puoi darmi un ulteriore suggerimento :

 

1) Io non ho un bagno cieco essendo all'ultimo piano del condominio

 

2) i condomini sulla mia verticale hanno bagni ciechi sprovvisti di estrattore meccanico che entra in funzione quando si usa il bagno. hanno solo una griglia appoggiata ad un foro che comunica con il condotto di ventilazione ( in violazione della normativa edilizia corrente) .

 

3) sul torrino del condotto è stato posto un aspiratore a motore che rimane acceso per circa 19 ore al giorno esattamente sulla verticale della mia camera da letto.

 

4) Se non ho capito male stai proponendo che si abbia un collegamento (???) tra i bagni dei condomini e l'estrattore in cima al torrino in modo da attivarlo solo all'occorrenza come se fosse installato in ciascun bagno ???

 

5) non so se l'aspiratore eolico non assicura una sufficiente portata d'aria, ma nel condominio adiacente ( ed uguale al mio) hanno installato un aspiratore di questo tipo in cima al torrino MA HANNO ESTRATTORI MECCANICI ELETTRICI IN OGNI BAGNO CIECO (come prevede la normativa edilizia corrente).

 

6) devo, ovviamente risolvere il problema! non posso avere il rumore sulla mia testa per 6935 ore ( accensione in un anno!!) quindi o si elimina il motore in cima al torrino o si inseriscono estrattori meccanici elettrici nei bagni ciechi.

 

7) grazie per il suggerimento di chiamare i tecnici della Vortice .... mi sono informato e l'estrattore è della Vortice e quindi chiamerò certamente. Non so valutare i 40 Db ...ma il rumore in casa è davvero non sopportabile.

 

Grazie per qualsiasi altro commento e/o suggerimento.

Essendo il decibel una misura esponenziale per una maggiore comprensione ti posso dire che una lavastoviglie/lavatrice sono intorno a 45/50 db:

http://www.cosedicasa.com/lavatrici-e-lavastoviglie-silenziose-per-vivere-al-meglio-nella-propria-casa-61397/

 

Quindi la rumorosità del Vortice sarebbe accettabilissima, ove montato a regola d'arte!

Per i tecnici della Vortice, loro ti possono dare solo consigli! Non vengono certo a casa a controllare!

 

Quindi puoi chiedere a loro se conviene, per un tuo riposo tranquillo, aspiratori singoli in mandata, o un unico aspiratore come è adesso.

 

Credo che il comando a uomo presente sia facilmente realizzabile anche senza fili Wire-less: un sensore dentro ogni bagno (accanto al foro di aspirazione , magari dietro la griglia) ed un attuatore sull'alimentazione del motore sul torrino.

 

PS ma tu hai la possibilità di accedere a tuo piacimento al torrino o quanto meno alla linea di alimentazione? la possibilità di accesso potrebbe risolvere tante cose!

 

Il problema è che i suoni si trasmettono meglio attraverso un mezzo più denso dell'aria! Non so se hai pesca subacquea: hai notato come sott'acqua si trasmettono cento volte meglio i rumori delle eliche?

Grazie ancora . Ok per i decibel comunque non sopporterei una lavatrice accesa per 19 ore al giorno !...inoltre sono in un luogo abbastanza silenzioso e quindi il rumore specie nei pomeriggi tranquilli ( si fa per dire !) o le serate estive , non è tollerabile...

 

Chiederò al tecnico certamente ... penso che potrebbe essere meglio "obbligare" l'installazione degli aspiratori nei singoli bagni ( quello del piano terra o del primo piano non lo sentirei assolutamente ..) piuttosto che installare un sensore che comanda, dall'appartamento dei singoli, il motore sul torrino.....esempio : se al piano terra vanno in bagno di notte avrei il problema che si attiverebbe il motore sulla mia testa in piena notte. In ogni caso ti ringrazio molto per il suggerimento che comunque è una opzione da tenere presente.

 

In relazione all'accesso al torrino....Si posso accedere al terrazzo condominiale superiore dove è montato il motore che è di questo tipo http://www.vortice.it/it/ventilazione-industriale/torrette/tetto/15120 ( non so esattamente il codice, ma la forma è quella )....se l'accesso può risolvere ...attendo lumi !

cavolo, ma un aspiratore del genere neanche la FIAT ce l'ha in fabbrica. Vedo però che lo danno per 35,8 db! Mi sembra abbastanza silenzioso. Ci sarà qualcosa che non va nel montaggio!

Avendo l'accesso, :)puoi solo sperare che una cicogna nidifichi lì, turando tutto con i rami/paglia del suo nido!

In genere ogni bagno dovrebbe avere la propria ventola, che entra in azione appena si usa il bagno (collegato con la luce o con sensore a presenza d'uomo) inoltre tale aspiratori debbono avere una valvola di non ritorno, in modo da non mandare l'aria aspirata negli altri locali a cui il condotto principale è collegato. Quindi tali apparati non possono essere quelli economici da € 20! Il sistema così concepito funziona a mandata d'aria.

.

In casa mia hanno installato in fase costruttiva una ventola direttamente sul condotto che va sul tetto.

Ogni alloggio con bagno cieco ha il suo condotto e la sua ventola.

 

Costo della ventola 20€/30€ nella grande distribuzione.

Accensione collegata all'interruttore luce, ha un temporizzatore regolabile.

Io ho montato un secondo interruttore per escluderla, essendo rumorosa.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Non capisco perché non prendi in considerazione l'isolamento acustico del locale dove sta questo estrattore.

Costo GOMMAPIOMBO 15€ al metroquadro.

Grazie Spaesato...l'aspiratore non è in un locale , ma sul torrino del condotto di ventilazione sul terrazzo condominiale ...

Quindi raggiungibile dalle CICOGNE!

 

PS Le ventoline da 20 euro, non spingono fuori l'aria, l'amalgamano !

Giascaf ma tu ti sei rivolto a tutti meno che all'unico a cui dovevi chiedere di risolvere il problema, ossia a chi ti ha dato in affitto appartamento. E' lui che deve rivolgersi all'ammistratore, che deve chiedere l'eventuale convocazione di una assemblea straordinaria. Tu sei inquilino, hai preso in affitto un appartamento in certe condizioni e tali devono tuttora esserci.

Grazie Vichi.... Il proprietario è già stato avvertito è si è già rivolto all'amministratore....su cui non voglio esprimere giudizi ( che è meglio !)...Comunque quando hai un problema o lo risolvi tu o il problema rimarrà sempre li ...stai pur certo che condomini, amministratore e proprietario hanno tempi di reazione bibblici ...e certamente non si preoccuperanno di risolvere il problema delle 6939 ore annue di accensione di questo catanazzo di motore sulla mia testa ! detto ciò in attesa dell'arrivo delle cicogne ( possibilmente senza fagottini associati !! 😂

Quindi raggiungibile dalle CICOGNE!

 

PS Le ventoline da 20 euro, non spingono fuori l'aria, l'amalgamano !

Eh può essere... farò una verifica.🤣

Giascaf, tu non puoi legalmente convocare nessuna assemblea. Puoi indire una riunione con gli altri abitanti dell'edificio per trovare insieme una soluzione di buona volontà, ma non sarà una delibera vincolante.

In quanto a certi amministratori (non tutti) concordo con te.

Grazie mille Vichi, avevo letto da qualche parte che se il num di condomini era minore di 8 un condomino poteva convocare una assemblea ....comunque in realtà è una riunione... giusto per recuperare le posizioni di tutti ( che già mi hanno dato disponibilità a risolvere il problema)... poi sarà l'amministratore a dover fare il punto della situazione con una eventuale assemblea formale per decidere il da farsi.... grazie ancora.

Il fatto è che tu non sei proprietaria, cioè non sei condomina ma inquilina. L'assemblea la può richiedere il condomino non l'inquilino. Penso che una riunione tra voi che abitate li per trovare una soluzione sarà utile. Facci poi sapere.

Intervento a gamba tesa ( per rimanere in ambito calcistico) da parte del proprietario che ha scritto all'amministratore una lettera molto dettagliata ( recuperando e sintetizzando quanto gli avevo descritto) chiedendogli in modo perentorio di intervenire sul problema in modo definitivo entro fine mese. L'amministratore ha già risposto che si attiverà immedietamente per risolvere e riportare il tutto a livelli di rumore umanamente sopportabili....mi chiedo ...ma è mai possibile che per risolvere una cosa che è cosi "evidente" e forse banale ...sono necessarie più di 8 settimane ???!!!!...bah !!... vi terrò aggiornati..

Buongiorno a tutti,

abito all'ultimo piano di un condominio sito in una zona abbastanza silenziona dal luglio 2013. Sono in affitto. Recentemente i condomini hanno deciso, senza alcuna comunicazione in bacheca, di installare un aspiratore motorizzato sul torrino di ventilazione dei bagni ciechi.

 

Tale aspiratore entra in funzione alle 6 di mattina e rimane in funzione ininterrottamente fino a tarda notte. Purtroppo tale apparato è posizionato direttamente sulla verticale delle camere da letto e quindi il rumore prodotto dal motore è trasferito nelle camere generando non poco disturbo.

Il rumore, ovviamente, è molto evidente durante i periodi più silenziosi , pomeridiani e notturni, impedendo di fatto il normale riposo.

Preciso che, fino al momento della installazione, quindi almeno da quando occupo il mio appartamento ( Luglio 2013), non ho mai avuto alcun disturbo di questo genere. Ho già chiamato l’amministratore, che ha inviato un tecnico che ha riscontrato il problema ed ha cercato di risolverlo ma senza avere esito positivo.

Anche gli ultimi interventi, eseguiti senza che mi fossero notificati in precedenza, non hanno avuto alcun riscontro. Il tecnico infatti ha inserito un pulsante per fermare o attivare la ventola che ovviamente non risolve il problema del rumore e, con molta franchezza, non penso che io debba essere il “custode “ dell’apparato decidendo quando accendere o spegnere lo stesso.

 

Senza entrare nel merito meramente tecnico, poiché negli anni scorsi il problema non sussisteva, è probabile che il lavoro non sia stato eseguito a regola d’arte e tenendo conto di tutte le opzioni utili a diminuire il rumore dell’aspiratore

 

Ho provato a suggerire all'amministratore di provare degli attenuatori di rumore da inserire nel condotto sotto al motore, o un estrattore eolico,che però non so se potrebbe essere a norma, ma l'esito è stato negativo. Anzi mi è stato detto che l'apparato dovrà funzionare sempre tranne nelle ore notturne ( per fortuna).

 

Mi chiedo se c'è qualche forma di azione che posso fare per risolvere un problema che fino a qualche mese fa non esisteva.

E' possibile ad esempio fare una assemblea straordinaria indetta da me , in modo da risolvere in qualche modo la questione? I condomini interessati al problema sono meno di 8 . Vorrei cercare di trovare una soluzione secondo le regole di buon vicinato.

 

Un ultimo punto . Io sono l'unico condomino( sulla mia verticale) a non avere il bagno cieco ma dovrò pagare i consumi elettrici di un apparato che è attivo 365 giorni all'anno e che genera rumore !

 

Grazie per i suggerimenti ( non suggeritemi tappi per le orecchie !)

Essendo una miglioria inserita in maniera posticipata dovrebbe rientrare nelle sanzioni di questa normativa:

 

http://bit.ly/1zwjdMI

×