Vai al contenuto
calimero71

Art.1130 bis, 1136, c.6-7 del C.C. Rendiconto e verbale assemblea

Buon giorno a tutti, Vi porto all'esame il mio caso: ho contestato una deliberazione di approvazione dei rendiconti preventivi privi dei requisiti di cui all'art. 1130 bis del c.c., tuttora da trattare in giudizio (anni 2019/2020 e 2020/2021) (è stata fatta la mediazione), ora a settembre l'amministratrice memore del rilievo fatto in quella sede a settembre propone stesso rendiconto 2020/2021 e aggiunge 2021/2022 allegando gli elementi mancanti quali il registro di contabilità, di un riepilogo finanziario, nonché di una nota sintetica esplicativa della gestione con l'indicazione anche dei rapporti in corso e delle questioni pendenti, dimostrando con ciò la sua mala gestio (in questo datemi conforto :-) visto che i deliberanti non sanno non solo leggere i dati, ma approvano anche spese come invio 770 e certificazioni che rientrano nelle competenze ordinarie dell'amministratore e del suo compenso, ma soprattutto deliberano su parti di proprietà esclusiva (balconi aggettanti e terrazzi chiusi di proprietà privata coperti da eternit ed i relativi oneri ponteggi vorrebbero farli sostenere anche allo scrivente e suoi familiari) ed il presidente non sa i suoi compiti e come verificare convocazioni e redazione del verbale dell'assemblea con il segretario. Il punto è questo: il verbale di settembre che riporta nuovamente il rendiconto già approvato in altra delibera precedente priva degli elementi essenziali di cui all'art- 1130 bis è annullabile, a settembre l'assemblea non l'ha revocata la precedente: quale delibera delle due adotterà l'amministratrice, quella successiva per successione temporale? senza attendere l'esito dei giudizi? Il verbale di settembre recante cancellature sui nominativi dei partecipanti, oltre a non fare sempre alcuna menzione della regolarità della convocazione (la raccomandata allo scrivente è giunta successivamente alla data della seconda data e quindi violerebbe art. 1136 c. 5 perché non regolarmente convocato, nonché l'incollatura della fotocopia dell'odg quando il successivo comma 6 prescrive "Delle riunioni dell'assemblea si redige processo verbale da trascrivere nel registro tenuto dall'amministratore", a mio parere redigere come si usa per qualunque atto significa scriverlo a mano o altro mezzo idoneo a darne certezza, nel mio caso essendosi svolta su un terrazzo condominiale non esiste una fotocopiatrice e penso sia illegittimo inviare un verbale non redatto di pugno del segretario, posto che la scrittura è identica a quella dei precedenti verbali ed il segretario dell'attuale non è mai stato presente a tali riunioni.

Vi chiedo come poter agire e sentenze in merito per contestare il verbale che a mio parere oltre che riportare parti esclusive private, porta tali illegittimità da annullare gli atti, i preventivi di spesa approvati e soprattutto far revocare l'amministratrice per mala gestio.

Grazie atutti

calimero71 dice:

anche spese come invio 770 e certificazioni che rientrano nelle competenze ordinarie dell'amministratore e del suo compenso

ciao

non è così automaticamente, ma leggiti la sua offerta che deve aver presentato per la nomina o riconferma.

calimero71 dice:

deliberano su parti di proprietà esclusiva (balconi aggettanti e terrazzi chiusi di proprietà privata coperti da eternit ed i relativi oneri ponteggi vorrebbero farli sostenere anche allo scrivente e suoi familiari)

la ripartizione dei ponteggi se serve solo per i terrazzini aggettanti, va ripartita solo tra loro.  Quindi una delibera diversa assunta non all'unanimità dei partecipanti al condominio è nulla.

calimero71 dice:

quella successiva per successione temporale?

certo che se rifà una delibera sullo stesso argomento è questa che vale e non serve la abrogazione della precedente, a meno che la precedente non contenga argomenti deliberati che non sono stati ripresi o modificati nella nuova delibera.

calimero71 dice:

la raccomandata allo scrivente è giunta successivamente alla data della seconda data e quindi violerebbe art. 1136 c. 5 perché non regolarmente convocato,

Ma se hai partecipato all'assemblea, hai sanato il tutto.

calimero71 dice:

l'incollatura della fotocopia dell'odg

..... provoco..... trascrivere .... non è come digitare, quindi ......   forse un po' di pignoleria andrebbe calmierata con il buon senso e la praticità.

Salve Camillo lei parla di un compenso di 6 euro per u.i. al mese + iva + 4% che non si capisce cosa (scritto a mano), per cui secondo giurisprudenza l'invio dei 770 o delle certificazioni o comunque degli obblighi di legge sono compresi nel suo compenso (sei euro per intenderci).

Il cod. civile parla di redigere (Delle riunioni dell'assemblea si redige processo verbale) e poi trascrivere, pertanto redigere significa scrivere il verbale o di pugno come lo è in gran parte e non attaccarci su una fotocopia, poiché equivarrebbe a significare un atto predisposto precedentemente da mano che non sia del segretario verbalizzante (cosa che in effetti non è sua scrittura, ma sempre di altra persona dal verbalizzante segretario poiché le scritture dei parenti ovviamente le conosco e basterebbe citare che il segretario sia Tizio anziché far figurare un parente "fesso" insieme al Presidente fantoccio che non verifica neanche le convocazioni e le deleghe e non riporta i nomi dei delegati, ti aggiungo con l'espressione di voto).

La formalità che tu chiami pignoleria la impone la legge e la professionalità di chi assurge a professionista che solo dopo reiterate cause e bacchettate ora mi allega ai rendiconti la nota esplicativa e gli altri documenti essenziali citati nel post precedente, mancante nei precedenti atti deliberativi... In merito ai costi dei ponteggi (avendo il 2 e 3 piano su due lati), l'amministratrice nel rendiconto li addebitati a tutti, compreso lo scrivente e i suoi familiari, nonostante le contestazioni che trattasi di prop. esclusive e balconi aggettanti.

Se hai da darmi informazioni su cancellazioni e incollature anomale in violazione alla redazione (deve redigersi il verbale non fare copia incolla, per intenderci) te ne sarei grato...

Ciao

Sarà che io punto sempre al risultato pratico nel rispetto del leggi.

Anch'io incollo l'ordine del giorno nel verbale che scrivo a mano, tagliando l'odg dalla lettera di invito che incollo prima di aprire la discussione costituita l'assemblea. Infatti riscriverlo a mano nel registro dei verbali farebbe perdere tempo.

In merito al 770 se nulla dice nella sua offerta non è che automaticamente lo debba fare, e quindi potrebbe incaricare un professionista.... ecc. Ecc.  Anche per altre prestazioni.  Se vuoi continuo.

 

È la sostanza che io guardo e lascio correre eventualmente piccole anomalie che non incidono sulle tasche e sulla gestione del condominio.

 

×