Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Barbamise

Art. 1069 servitù di passaggio: chi decide le spese

Buongiorno a tutti. So che ci sono state molte discussioni in proposito ma ho bisogno di un chiarimento. Situazione: supercondominio - con Condominio A possessore e utilizzatore di strada di accesso e cancello carrabile, ma è anche fondo servente del condominio B (fondo dominante) che utilizza la stessa strada e lo stesso cancello per l'accesso al condominio B. Fino ad ora le spese relative alla manutenzione ordinaria e straordinaria della strada e del cancello venivano prese dal supercondominio con la maggioranza degli intervenuti e 334 millesimi. Mentre questo rende le decisioni molto facili non è però tecnicamente corretto in quanto non trattasi di proprioetà in comune fra A e B, bensì proprietà di A con servitù passiva a B.

 

Nell'ultima riunione il condominio A ha sollevato la proposta di non discutere più la manutenzione della strada e del cancello nelle riunioni del supercondominio, bensì di deciderle nelle riunioni condominiali di A (in quanto proprietario) e poi chiedere i soldi a B.

 

L'art. 1069 ultimo comma recita che "le spese sono sostenute in proporzione ai rispettivi vantaggi" ma non chiarisce chi "DECIDE" la spesa. Per vostra informazione la ripartizione spese è a metà fra i due condomini perchè hanno lo stesso numero di unità immobiliari. Qualcuno conosce qualche sentenza a riguardo? Può A decidere e poi chiedere i soldi a B? Grazie dei consigli su come gestire questa questione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Prima dell'inizio della servitù è stato sottoscritto qualche atto tra il condominio A e B? Anche se presumo di NO altrimenti il quesito non avrebbe senso, ma per puro scrupolo, in caso affermativo sono state convenute condizioni?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La servitu' intanto viene esercitata in quanto c'è stato un precedente accordo tra il proprietario del fondo dominante (condominio B) ed il proprietario del fondo servente (condominio A).

L'art.1063 c.c. recita: l'estensione e l'esercizio della servitù sono regolati dal titolo e in mancanza dalle disposizioni seguenti (artt.1064 e ss.)-

Normalmente il fondo dominante versa a quello servente un indennizzo, in cambio dell'esercizio della servitù che non può essere stabilito unilateralmente da una parte ma da entrambe, tenuto anche conto del co-utilizzo della strada e del cancello da parte del fondo servente (art.1069 3° comma c.c.). Per la quantificazione dell'indennizzo, in mancanza di accordo tra le parti ci si può avvalere di un perito

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Salve sono nuovo e leggendo ho notato che è simile al mio problema : spero che qualcuno voglia consigliarmi sul da farsi; riassumo in breve per legge si può scaricare le acque nere in una linea tecnologica di un altro condominio adibiti a ricevere solo le acque meteoriche grazie anticipatamente per una risposta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Egregio Jaemcs

la tua non è una risposta al quesito in discussione; è la proposizione di un nuovo caso.

Sono nuovo anch'io; ho commesso degli errori tanto che è intervenuto lo staff moderatore; credo che NON sia questo il giusto percorso da seguire per proporre una nuova discussione.

Almeno io la vedo così.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×