Vai al contenuto
gianca49

Argomenti all'ordine del giorno di assemblea ordinaria

Buongiorno,

per cortesia chiederei il vostro aiuto per questo dubbio:

 

ho richiesto all'amministratore, circa due settimane prima della convocazione della assemble ordinaria, di inserire anche su richiesta di altri condomini alcuni argomenti all'ordine del giorno tramite lettera consegnata a mano con sua firma di ricevuta;

 

l'amministratore NON li ha inseriti all'ordine del giorno.

 

Sicuramente gli argomenti possono essere discussi tra le varie ed eventuali, ma con quali di differenze?

 

grazie e cordiali saluti.

Buongiorno,

per cortesia chiederei il vostro aiuto per questo dubbio:

 

ho richiesto all'amministratore, circa due settimane prima della convocazione della assemble ordinaria, di inserire anche su richiesta di altri condomini alcuni argomenti all'ordine del giorno tramite lettera consegnata a mano con sua firma di ricevuta;

 

l'amministratore NON li ha inseriti all'ordine del giorno.

 

Sicuramente gli argomenti possono essere discussi tra le varie ed eventuali, ma con quali di differenze?

 

grazie e cordiali saluti.

con la differenza che tra le varie ed eventuali si può discutere delle varie problematiche ma non si posso prendere decisioni in merito, proprio perché l'argomento non inserito all'odg della convocazione assembleare

Non potrete deliberare per quanto riguarda gli argomenti discussi tra le "varie ed eventuali".

 

Sarebbe interessante capire perché l'amministratore non ha recepito il volere dei condòmini.

Buongiorno,

per cortesia chiederei il vostro aiuto per questo dubbio:

 

ho richiesto all'amministratore, circa due settimane prima della convocazione della assemble ordinaria, di inserire anche su richiesta di altri condomini alcuni argomenti all'ordine del giorno tramite lettera consegnata a mano con sua firma di ricevuta;

 

l'amministratore NON li ha inseriti all'ordine del giorno.

Sicuramente gli argomenti possono essere discussi tra le varie ed eventuali, ma con quali di differenze?

 

grazie e cordiali saluti.

avrebbe avuto tempo di modificare l'o.d.g. e poi spedire gli inviti oppure li aveva già spediti ?

avrebbe avuto tempo di inviare una integrazione all'odg entro i 5 gg dall'assemblea (con costi supplementari ovviamente) ?

se aveva tempo è stato scorretto.

erano argomenti urgenti da discutere o pazienza... ?

si scrive a verbale (nelle varie ed eventuali) di inserire l'argomento xxyyzz nell'odg della prossima assemblea utile; o addirittura si decide direttamente la data.

Ma c'è una legge che vieti di deliberare su argomenti non espressamente indicati nell'Odg? Il nostro caso è similare con l'aggravante che non ha indicato nell'odg nomina o revoca amministratore, lo scorso novembre 2015. Nel verbale di delibera inoltre ha continuato ad omettere tale argomento, invece lo ha inserito in uno dei punti dello stesso. Possiamo invalidare tale verbale? Se si quindi l'amministratore (che nel nostro caso è un condomino) starebbe amministrando senza mandato? Può essere motivo di revoca giudiziale?

Se avete la firma per ricevuta della richiesta, e voi richiedenti firmatari eravate almeno 2 rappresentanti almeno 1/6 del valore dello stabile, e l'amministrare come dici non ha inserito all'OdG quanto richiesto, voi richiedenti trascorsi 10 giorni dalla consegna potete convocare l'assemblea invitando tutti i condomini, discutere e deliberare sull'argomento richiesto, è previsto dall'art 66 Dacc;

 

- L'assemblea, oltre che annualmente in via ordinaria per le deliberazioni indicate dall'articolo 1135 del codice, può essere convocata in via straordinaria dall'amministratore quando questi lo ritiene necessario o quando ne è fatta richiesta da almeno due condomini che rappresentino un sesto del valore dell'edificio. Decorsi inutilmente dieci giorni dalla richiesta, i detti condomini possono provvedere direttamente alla convocazione.

Riguardo gli argomenti nelle varie ed eventuali;

 

E' nulla (oggi annullabile) la delibera relativa ad argomenti assunti sotto la voce «varie ed eventuali» dell'ordine del giorno indicato nell'avviso di convocazione.

Tale formula, infatti, stante la sua genericità ed insignifìcanza, non è idonea a conseguire l'obbiettivo della preventiva informazione dei condomini richiesta ex art. 1105 c.c. per la validità delle deliberazioni assunte dalla maggioranza.

La formula « varie ed eventuali » che nella prassi si usa inserire come ultimo argomento dell' ordine del giorno, inoltre, è di regola riservato a mere «comunicazioni» che in assemblea intende fare l'amministratore o qualche condomino su argomenti di ordinaria amministrazione e non prelude ad alcuna deliberazione la quale, al massimo, può essere rinviata ad seduta, previa idonea informazione del suo oggetto. (Tribunale di Napoli, 11 luglio 2002, n. 11201)

art. 1105 codice civile

 

se non c'è revoca, conferma o nomina amministratore, quello in carica rimane in carica "in proroga" con tutti i suoi oneri e responsabilità.

non si poteva scrivere a verbale poichè no argomento da trattare (assenza su odg).

se è stato inserito è un verbale che dice il falso.

quel tipo di delibera (argomento non presente) è annullabile entro trenta giorni dall'avvenuta conoscenza del verbale.

se nessuno ha impugnato la cosa è finita lì ma l'amministratore sta continuando legittimamente in proroga.

chiedete che nella prossima assembla di fine esercizio inserisca quell'argomento all'odg.

http://www.megafincas.it/leggi-normative-sentenze/e-illegittima-la-deliberazione-su-questioni-che-non-siano-state-inserite-all-ordine-del-giorno-e-che-non-siano-state-oggetto-di-pregressa-informativa-ai-condomini-partecipanti.html

Avevo omesso di scrivere che l'assemblea convocata carente nell'odg dell'argomento nomina o revoca dell'amministratore in realtà era relativa all'approvazione del consuntivo 09/2014-9/2015 e preventivo dell'anno successivo, ma nella convocazione non c'era riferimento ad alcun punto( anche se tutti gli anni nello stesso periodo si discuteva sullo stesso argomento): il verbale successivamente redatto lo ha intitolato" verbale di assemblea straordinaria" nonostante si approvasse il bilancio ed il preventivo. Tale dicitura può inficiare la validità del verbale (e quindi nullo)? O non avendolo impugnato nei 30 gg successivi è ormai a tutti gli effetti valido?

purtroppo le delibere "annullabili" sono impugnabili per l'annullamento entro i fatidici 30 giorni.

le delibere "nulle" non hanno limiti di tempo: nel frattempo però sono efficaci.

quelle di cui parli mi sembrano delibere "annullabili" ...

purtroppo le delibere "annullabili" sono impugnabili per l'annullamento entro i fatidici 30 giorni.

le delibere "nulle" non hanno limiti di tempo: nel frattempo però sono efficaci.

quelle di cui parli mi sembrano delibere "annullabili" ...

Grazie di tutta la disponibilità e competenza

... il verbale successivamente redatto lo ha intitolato" verbale di assemblea straordinaria" ...
se è successiva ad altre che avevano il medesimo proposito è possibile ma se è la prima per la chiusura dell'anno amministrativo deve essere "ordinaria".

Da quello che hai scritto sorge anche il legittimo dubbio che possano esserci errori sulla verifica dei quorum.

Un amministratore di sbagli ne può fare, come tutti coloro che lavorano, ma convocare un'assemblea senza riportare il motivo della convocazione stessa è un paradosso.

Stupisce un pò anche il fatto che la cosa non abbia (così sembra) avuto rilevanza per i presenti.

Anche se l'amministratore è un condòminio è comunque un amministratore e queste sviste (errori ?) sono estremamente grossolane.

×