Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Agendo

Aree verdi private : assemblea può deliberare la manutenzione "obbligatoria" del giardiniere

Buongiorno,

 

in un piccolo condominio ci sono :

- un' area verde condominiale

- diverse aree verdi private

 

Purtroppo la non manutenzione delle aree private da parte dei condomini proprietari crea uno spettacolo davvero indecoroso in un gioiello di condominio protetto da vincoli delle "Belle Arti".

 

Per quanto sopra e considerato anche il vincolo, può l'Assemblea obbligare i privati ad avvalersi delle prestazione della ditta che cura l' aerea verde condominiale e l'Amministratore addebitare i lavori in proporzione alle rispettive proprietà ? Se si, con quale quorum ? Se no, cosa si potrebbe fare per ristabilire un decoro all'interno della corte condominiale ?

 

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Salve,

l'assemblea non può obbligare interventi su aree private. Inoltre non può nemmeno imputare spese senza il consenso dei proprietari delle parti private. In merito al decoro architettonico, la tutela potrà farsi solo vie giudiziali.

 

Cordiali saluti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Aggiungo che se le aree non manutenute (ne ho un caso proporio in un edificio nel mio stesso parco, in appartamento invenduto), arrivano ad un livello tale da comportare rischi per la salute e l'ingiene (topi e altri animali), si deve provvedere anche ad una denuncia all'ASL. Potrebbe paventarsi il pericolo di incendio.

Un eventuale verbale positivo redatto da ASL potrebbe essere il presupposto per un ricorso ex art.700 cpc nei confronti dei condòmini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Capita che sul regolamento condominiale sia inserito un articolo dove si richiamano i condomini a tenere "ordinati" e "decorosi" i giardini privati. Prova a guardare sul tuo regolamento condominiale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie a tutti per le risposte. Come sempre tutto è da rimandare ad una questione di buonsenso e di "buon padre di famiglia".

Nel Regolamento di condominio c'e articolo di decoro e con la nuova regolamentazione c'e possibilità da parte di Amministratore di sanzionare...e agendo su questo si potrà cercare, in seno all'Assemblea, di convincere i proprietari ad accettare il male minore...ovvero di accollarsi delle spese per la manutenzione del giardiniere per sfalcio e potature siepi ( stiamo parlando di max 30-50€ annuo per condomino )...di contro la sanzione pecuniaria dell'Amministratore può essere più pesante

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Buongiorno sono nuovo del forum, non trovo la finestra "nuova discussione" scrivo qui che mi sembra argomento correlato.

Volevo porvi questa situazione:

Un condomino si accorge dopo 10 anni che l’area (da sempre delimitata con paletti e rete metallica) di giardino privato da lui acquistata con l’appartamento è difforme in dimensioni a quella rogitata.

L’area è più piccola ed ora rivendica la proprietà chiedendo al Condominio di realizzare una nuova recinzione a confine intimando anche dei tempi precisi onde evitare la realizzazione da parte sua anticipando il costo e rivalendosi successivamente sul condominio.

E’ possibile tale procedura? I costi li deve pagare il condominio?

Partiamo dallo stato di fatto:

non è un muro di cinta, quindi le normative sui muri di cinta e confini non dovrebbero potersi applicare;

la recinzione è completamente interna alla sua proprietà, come fa a dire che è del condominio?

e le eventuali spese le deve davvero pagare il condominio?

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×