Vai al contenuto
lanati

Appropriazione rendiconto non a norma ...

Buongiorno,

 

a breve ci sarà la convocazione per la ri-approvazione del bilancio che nella precedente non era stato approvato perché non conforme:

senza giornale di contabilità, senza saldi, senza E.C. ecc, solo un elenco con entrate-uscite non sufficientemente dettagliato tra l'altro... e con un paio di "addebiti" non dovuti.

 

Ad oggi l'Amministratore può contare sulla maggioranza delle deleghe, se venisse approvato, la maggioranza non commetterebbe un reato non pretendendo il rendiconto in base alla legge attuale?

Saluti

No. Non esiste un "modello" di Bilancio imposto dalla Legge.

 

Se non comprendi ti fai dare le pezze d' appoggio. Se trovi errori chiedi spiegazioni e nel caso voti contro ed impugni.

Grazie Diego,

 

so che non esiste un modello, cerco solo un modo per convincere la possibile maggioranza a non votarlo, anche perché a mio personale avviso, votandolo "al buio" non permettono agli altri Condòmini di averlo almeno dettagliato per un minimo di controlli, e comunque la mancanza di quanto già elencato prima non renderà annullabile l'approvazione?

 

Inoltre è addebitato un costo preventivato ma non sostenuto: 302€ che rimarrebbero a vita perché aggiunte nel capitolo compenso Amministratore, trattandosi di addebito per riunioni straordinarie tenute nel suo ufficio, solo nel precedente esercizio.

E' anche addebitata una fattura x letture contatori acqua, mai emessa da alcuno, (per certo).

 

So di poter pretendere le pezze di appoggio, ma poi devo farmi il bilancio...

Poi devo andare dal Giudice ecc. ecc. intanto la gestione prosegue...

 

 

ciao.

ciao

 

le anomalie che rilevi, se le fai mettere a verbale, è facile ottenere soddisfazione. Penso che se non esiste la fattura, in assemblea puoi contestare tale spesa perché non documentata, in quanto deve esserci la pezza giustificativa, e se ci fosse la pezza in nero la cosa sarebbe addirittura peggiore per l'amministratore, che però dovrebbe rendersene conto.

Buona sera Camillo,

 

entrambe le spese non sono dovute e tanto meno documentate.

grazie per l'intervento, buona serata.

Scusa Camillo,

 

sarebbe nulla l'assemblea o nulla l'approvazione del rendiconto-...

Perché nulla l'assemblea ? Semmai sarebbe una delibera annullabile...ma solo il Giudice può stabilirlo e fino a quel momento resta perfettamente lecita ed efficace.

ciao

 

l'assenza delle pezze giustificative rende annullabile qualsiasi delibera, anche con maggioranza bulgara, che approvi un bilancio. Fa mettere a verbale che manca la o le pezze giustificative e avrai rapidamente soddisfazione.

Occhio a non confondere mancanza di pezze giusitificative con omessa presentazione.

 

Non vi è obbligo di allegare le "pezze giustificative" (Fatture ed altri documenti simili) o di presentarle in sede di approvazione del Bilancio. Chi vuole può chiederlo espressamente prima di dare corso alla votazione o di presentarsi in assemblea.

 

Un Bilancio "privo" di "pezze giustificative" e votato all' unanimità è sempre valido.

Buongiorno Diego,

 

le "pezze giustificative" non ci sono: x un importo non è stata emesse fattura da parte del Fornitore, x l'altro importo non è stato goduto il servizio (di sala riunioni) e non è stata fatta fattura perché spesa inserita nel preventivo (approvato) pur se distinta come voce, tra i compensi Amministratore, quindi addebitato automaticamente tramite l'aumento "tacito" del compenso stesso perché i Condòmini non controllano...

Buona giornata.

Non hai prove o non vi è "illecito" per argomentare in tal senso:

 

le "pezze giustificative" non ci sono:

 

x un importo non è stata emesse fattura da parte del Fornitore, potrebbe essere il fornitore il colpevole di mancata emissione oppure è semplicemente in ritardo. Il fatto potrebbe anche sottointendere lavoro "in nero"...magari approvato/disposto in tal senso al tempo in cui i condomini l' hanno deliberato. In tal caso sareste colpevoli voi ...o quantomeno correi anche avvalorando a posteriori il fatto. Magari verifica se l' imorto era comprensivo di Iva e/o se è stata defalcata Ritenuta di Acconto.

 

 

x l'altro importo non è stato goduto il servizio (di sala riunioni) e non è stata fatta fattura perché spesa inserita nel preventivo (approvato) pur se distinta come voce, tra i compensi Amministratore, quindi addebitato automaticamente tramite l'aumento "tacito" del compenso stesso perché i Condòmini non controllano... metodo alternativo di far figurare una spesa che voi comunque avete approvato. La cosa non comporta illecito visto che comunque è stata inclusa in un compenso regolare e su cui verranno applicate le tasse.

 

 

A volte la realtà e meno tragica di quanto si tema.

eccomi Diego,

 

per il primo documento, ho parlato con il Fornitore, non ha fatto e non farà fattura;

per il secondo, sì approvata la spesa, ma non godendo il servizio non dobbiamo pagarne il costo!!

Scusa nel preventivo "ipotizzi" una spesa, ma se non la sostieni non l'addebitati...

Ciao.

Scusa Diego,

 

mi hai fatto arrivare alla soluzione di tutti (questi) problemi, forse: prendo quello che danno dell'appartamento e compro una mini casetta "isolata"...

 

Certo che con le Tue risposte ci dai: cosa significa la cosa non comporta illecito visto che comunque è stata inclusa in un compenso regolare e su cui verranno applicate le tasse.

Ciao.

Mi devo scusare per un particolare che però non muta la sostanza.

 

Solo ora ho capito cosa intendevi con spesa addebitata per un servizio non goduto. (dovrò autoflagellarmi per questo...-)).

 

Se l' amministratore furbastro ha messo un importo, nel preventivo di compenso, come opzionale per l' uso del suo ufficio durante le assemblee ...e poi di fatto mai avete tenuto assemblea nel suo ufficio, tale importo non gli spetta.

Se il Bilancio che ha presentato per l' approvazione palesa un aumento del suo compenso per lo stesso importo dell' affitto non dovuto non necessariamente si può affermare che sia la stessa voce.

Magari ha infilato un aumento di pari importo. Se voi approvate il Bialncio approvate anche tale aumento..che non è dovuto...quindi la maggioranza si guardi bene dall' approvare.

Se approva nessuno potrà contestare tale aumento.

 

Se il fornitore dichiara che non emetterà fattura...và denunciato...ma servono prove del pagamento. Mi auguro che sia avvenuto in forma tracciabile.

 

Fosse stato fatto per contanti registrati nella contabilità...la loro assenza equivale ad ammanco e potrai sporgere denuncia contro l' amministratore per appropriazione indebita aggravata....sempre fatto salvo il fatto che questi non abbia agito su specifica indicazione dell' Assemblea.

Venisse riconoscita tale appropriazione ...sarebbe motivo sufficente non solo per revocare il professionista e chiedergli il risarcimento...ma per radiarlo a vita da tale mansione visto che gli rimarrebbe la fedina penale "sporca".

 

 

Casetta singola...soluzione elegante e buona per sperimentare come eliminata una fonte di problemi...te ne ritrovi con innumerevoli di altro tipo.

 

La vità è dura.💪

Il fornitore non emetterà mai fattura perché non ha mai dovuto emetterla!!!!!!!

Il servizio cui si riferisce è la lettura dei vecchi contatori acqua dallo stesso sostituiti ad ogni Condòmino, con il pagamento diretto Condòmino-Artigiano; la lettura eseguita per conto dell'Amministratore per l'addebito dell'acqua consumata non è Mai stata concordata " a pagamento".

 

L'importo in preventivo era compreso nell'importo compenso amministratore: anno 2012-2013 €. 4194,66 + Iva ecc. + 302,02 comprensivi di iva e di tasse(testuali parole scritte)=totale 4496,68

Compenso amministratore, Preventivo (a me sfuggito) e consuntivo 2013-2014 €. 4496,68

 

Ecco come stanno le cose....

Quella sul fornitore non la comprendo.

Se una attività è registrata (Partita Iva) deve emettere fattura o altro documento equivalente...non vi provvedesse con una denuncia lo "metti a carità" (modo di dire).

Se avete commissionato un lavoro ad una persona priva dei requisiti...siete correi.

Se tale persona ha svolto tale compito come prestazione occasionale ...deve mettere ricevuta su cui andava effettuata R.A.

 

Se ti è "sfuggito" il preventivo ...chi è causa del suo mal pianga se stesso.

 

Se vai al ristorante...magari verifichi i prezzi prima di ordinare...ma poi controlli il conto corrisponda. In Condominio è la stessa cosa.

Diego,

 

l'Idraulico ha rilasciato ricevuta a tutti i Condòmini, contestualmente alla sostituzione dei misuratori ha effettuato la lettura del vecchio misuratore e l'ha consegnata all'amministratore che l'ha utilizzata per gli addebiti individuali; per questo " servizio" non ha chiesto e voluto nulla: l'ha inteso comprendere nel ricavo dell'attività di sostituzione degli apparati.

L'amministratore però evidenzia e addebita: lettura contatori acqua 152,50€ (testuale) il fornitore mi ha confermato di non aver emesso tale fattura....

 

Saluti.

SE non spieghi le cose con dovizia è facile dire cose non corrette.

 

Dovevi scrivere fin da subito che l' Amministratore addebitava costi per prestazioni già incluse in una fornitura.

 

Direi che è il caso di farsi rilasciare documento scritto dall' idraulico o chiamarlo in assemblea a testimoniare che lui non ha preteso i compensi che gli vengono imputati.

In fin dei conti ne và pure del suo buon nome.

Occhio a non confondere mancanza di pezze giusitificative con omessa presentazione.

 

Non vi è obbligo di allegare le "pezze giustificative" (Fatture ed altri documenti simili) o di presentarle in sede di approvazione del Bilancio. Chi vuole può chiederlo espressamente prima di dare corso alla votazione o di presentarsi in assemblea.

 

Un Bilancio "privo" di "pezze giustificative" e votato all' unanimità è sempre valido.

Ciao

 

la assenza delle pezze giustificative in assemblea è stata motivo di annullabilità, quindi, la pezza giustificative delle spese che carica nel bilancio, all'atto della sua discussione, deve essere presente per dar modo a chi ritiene opportuno, esaminarla. Che poi non sia eventualmente una regolare fatture, è un altro problema.

Diego,

 

quando hai ragione hai ragione, sarò sicuramente più preciso nelle esposizioni.

 

Grazie, buona serata.

Diego,

 

quando hai ragione hai ragione, sarò sicuramente più preciso nelle esposizioni.

 

Grazie, buona serata.

Dimenticavo...a volte do per scontato che si capisca fino in fondo dove vado a parare.

 

Se l'idraulico è disposto a testimoniare e/o firmare documento...e ottieni prova documentale che l'amministratore vi addebita una prestazione che è stata resa gratuitamente...si sconfina direttamente nel penale

falso in atto privato e tentata truffa...basta e avanza per mandarlo a spasso per un pezzo.]

saprai quanto me che quando chiedi alle Persone di "farsi avanti" ....

 

La mia paura è che rivelando "l'errore" riesca a farsi fare la fattura...

 

converrebbe sollevare il problem tra qualche mese, ma una volta approvato il rendiconto....

cosa rispondi?

...appunto per questo intendevo che prima ti facessi rilasciare dichiarazione scritta, meglio se con testimoni presenti, e magari lo chiamassi in assemblea una volta iniziata e ottenuta la documentazione dove si evinca il tentativo di "truffa" dell' amministatore.

 

L' argomento è l' azione è molto delicata. Pensa se non riesci a dimostrare la cosa passi automaticamente alla possibile controquerela per diffamazione.

 

L' assistenza di un contabile e un avvocato sul posto è ineludibile.

Mazziato e cazziato, se non peggio...

 

La forza degli abusi... l'arma vincente più diffusa intorno a Noi.

 

Grazie Diego, buona giornata.

×