Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
monica601

Appartamento pignorato/banca spese arretrate chi paga

Sono subentrata ad un amministratore poco volenteroso,

in quanto non aveva fatto nessuna azione legale per il recupero del credito.

Pertanto quando sono subentrata io la banca aveva già in attivo il pignoramento sull'appartamento, ho incaricato il legale per le spese condominiali arretrate.

Solo che quando l'appartamento è stato venduto i soldi sono stati versati interamente alla banca creditizia.

Avevo capito che il condominio dovesse essere il primo ad avere il diritto per le spese.

Ho fatto confusione con il fallimento del attività/Condomino?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Si, hai un pò di confusione...............

Il credito del condominio è chirografario cioè senza garanzie, al contrario della banca che ha come garanzia appunto l'immobile, quindi si pappa tutto lei.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

il nuovo acquirente paga solo le spese per l'anno in corso e il precedente !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
il nuovo acquirente paga solo le spese per l'anno in corso e il precedente !

Ma se nell'anno precedente c'è un bilancio consuntivo approvato e che contabilizza anche rate pregresse non pagate, chi acquista paga tutto. Giusto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

No. Paga solo le spese dell'anno in corso e del precedente, il resto...fate causa al vecchio proprietario (io la farei all'amministratore dormiente)......

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

No si sbaglia, mi sono informato.

Le obbligazioni condominiali si definiscono obbligazioni propter rem.

Secondo la Corte di Cassazione, infatti, le obbligazioni dei condomini di concorrere nelle spese per la conservazione delle parti comuni si considerano obbligazioni propter rem, perché nascono come conseguenza della contitolarità del diritto sulle cose, sugli impianti e sui servizi comuni.

Alle spese per la conservazione per le parti comuni i condomini sono obbligati in virtù del diritto (di comproprietà) sulle parti comuni accessori ai piani o alle porzioni di piano in proprietà esclusiva.

Pertanto, queste obbligazioni seguono il diritto e si trasferiscono per effetto della sua trasmissione.

(Cass. 18 aprile 2003 n. 6323).

Il neo proprietario risponde di tutti i debiti riguardanti l’appartamento, salvo rivalsa verso l’ex proprietario pignorato. Se le spese condominiali risalenti a tre o quattro anni prima dell'acquisto sono state riportate nei vari rendiconti, anno dopo anno, entrano a far parte di quanto richiedibile alla persona che ha acquistato casa all’asta (cfr. Corte Appello Genova n. 513/09).

Anche la logica ci viene in aiuto: se un condomino non paga le rate condominiali per diversi anni e non intende pagarle, prima o poi si arriverà al pignoramento dell'appartamento (se il pignoramento dei beni mobili nn bastasse a ripagare tutta spesa), l'amministratore nn può certo fucilarlo (basta coi luoghi comuni sugli amministratori please!).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

L'amministratore aveva gli strumenti per muoversi...ma non lo ha fatto. Qui non è questione di luoghi comuni ma di cose che TU hai detto, quindi. Secondo me continuerete a non avere nemmeno un euro e dovrete intentare una causa per riavere i soldi e in ogni caso non è detto che vi diano ragione. Vi conviene? Dipende dalla cifra ovviamente, ma io prima di prendermela col nuovo proprietario farei fare due salti di gioia all'amministratore dormiente....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×