Vai al contenuto
Gion123

Appartamento condiviso - staccare le utenze è possibile?

Buongiorno. In casa siamo in quattro e siamo cointestatari di un contratto di affitto. È arrivato il momento di volturare le utenze (i vecchi inquilini, dopo tanto tempo stanno giustamente facendo pressioni affinché si facciano le volture) e fin qui nulla di strano. Sinceramente ho un po' di timore ad intestarmi le utenze perché in passato mi è successo, in un'altra casa, che i nuovi inquilini non avessero fatto la voltura e le bollette arrivavano intestate a me e una non fu pagata. Vi risparmio tutto quello che ho dovuto sopportare per risolvere la situazione.

 

Dal momento che vorrei che la situazione non si ripetesse, avevo in mente di intestarmi  il gas o l'acqua e di far piombare il contatore qualche giorno prima di lasciare definitivamente casa. Gli inquilini che rimarranno dovranno quindi fare un nuovo contratto.

 

La mia domanda è: da un punto di vista legale, lo potrei fare? O non si possono lasciare gli inquilini senza l'acqua o il gas per qualche giorno?

 

Modificato da Gion123

ciao

 

se stai per lasciare l'appartamento, senti gli altri coinquilini per la voltura delle forniture, informandoli che senza la loro disponibilità, tu disdirai tutti i contratti a te intestati.   E' nel tuo diritto.   Naturalmente se arriverai a ciò potresti aver difficoltà ad introitare la quota delle bollette di chiusura.

Non puoi fare tutto di nascosto perché poi potresti essere chiamato a risarcire il danno. Io lo farei perché  non avvertito per tempo.  Ne dovete parlare e in seguito scegliere che cosa fare.

Grazie per le risposte, anche se contrastanti.

Ovvio che non farei le cose dalla sera alla mattina, tanto meno di nascosto, anche perché rimanere senz'acqua per qualche giorno non è bello.

Ma in ogni caso, il disagio ci sarebbe comunque e in base a quello potrebbero chiedermi i danni. Torniamo quindi al punto di partenza: sarebbe lecita un'operazione del genere?

Perché se devo rischiare dei casini, faccio prima a trovarmi un'altra sistemazione.

Dopo che qualcuno si assume la responsabilità di intestarsi le utenze, gli altri avrebbero pure ragioni da accampare ?!

Va da sè che quando te ne dovrai andare informerai i tuoi coinquilini con un preavviso di due settimane (o più) che se nessuno provvederà alle volture delle utenze entro la data X , diventerà gioco forza che tu le debba cessare.

Fine dei giochi, perchè tu sei l'intestatario delle utenze e nessuno può comandarti. Se tu te ne vai, comunque  rimarranno altri tre occupanti nell'immobile tra cui scegliere a chi intestare le utenze: se non scelgono nessuno vuol dire che staranno bene anche senza utenze attive. 

albano59 dice:

Va da sè che quando te ne dovrai andare informerai i tuoi coinquilini con un preavviso di due settimane (o più) che se nessuno provvederà alle volture delle utenze entro la data X , diventerà gioco forza che tu le debba cessare.

Quello che dici è perfetto, ma prima non si ragionava così. Se i coinquilini vengono informati per tempo non possono accampare scuse, ma ripeto non è quello che era emerso. La persona avvisata è mezzo salvata si dice dalle mie parti.

Modificato da Dino40

Sulle utenze, i rapporti fra coinquilini non sono come quelli fra locatore e coinquilini.

 

Nel rapporto locatore/coinquilini se le utenze sono intestate al locatore è quest'ultimo che si espone a rischi, sia in termini di mancati rimorsi sia in termini di servizi sospesi.per unilaterale chiusura delle utenze, ammesso che il locatore lo possa fare.

 

Fra coinquilini alla pari il rapporto è molto diverso.

Chi si intesta le bollette non ha alcuna responsabilità verso i suoi coinquilini, detiene il controllo delle utenze, ma anche tutte le responsabilità amministrative, civili e penali verso i fornitori dei servizi. L'intestazione delle utenze e la suddivisione delle spese è solo un loro fatto privato interno.

Non sussistendo l'obbligo ad intestarsi le utenze, compete a @Gion123  decidere se sia meglio intestarsi le utenze oppure lasciare l'onore e l'onere a qualcun altro.

Poi però non dovrà rosicare se non detiene più il controllo delle utenze.

Modificato da albano59

Certo, intestandomi le utenze mi farei carico di tutte le rogne del caso. Ma per essere un pochino al riparo, mi premeva molto la questione sulla fattibilità legale di poter staccare le utenze, previo ampio preavviso, senza incorrere in rischi legali. 

Gion123 dice:

Certo, intestandomi le utenze mi farei carico di tutte le rogne del caso. Ma per essere un pochino al riparo, mi premeva molto la questione sulla fattibilità legale di poter staccare le utenze, previo ampio preavviso, senza incorrere in rischi legali. 

Se già pensi di disdire le utenze perché vuoi comunque intestare a tuo nome? A cosa servirebbe? Ad avere rogne? Poi che fai dopo il preavviso chiudi e buona notte? Non capisco la motivazione.

Gion123 dice:

Certo, intestandomi le utenze mi farei carico di tutte le rogne del caso. Ma per essere un pochino al riparo, mi premeva molto la questione sulla fattibilità legale di poter staccare le utenze, previo ampio preavviso, senza incorrere in rischi legali. 

Credo non ci sia nessun rischio legale se il titolare di un'utenza decida di staccarla.

Come ti hanno suggerito dai un prevviso di 2 settimane per procedere alle volture fornendo i dati identificativi dei contratti e relativa delega.

Se non si provvede puoi procedere al distacco senza nulla temere.

Dino40 dice:

Se già pensi di disdire le utenze perché vuoi comunque intestare a tuo nome? A cosa servirebbe? Ad avere rogne? Poi che fai dopo il preavviso chiudi e buona notte? Non capisco la motivazione.

Ognuno dovrà intestarsi un'utenza perché un vecchio inquilino si è fatto vivo dopo tanto tempo chiedendo di fare la voltura. E penso che fra non molto si farà sentire anche un altro vecchio inquilino, per chiedere anch'egli di volturare le utenze.

 

Dopo il preavviso pensavo di chiudere, se gli altri che rimarrebbero in casa non mostrasse intenzione di fare la voltura.

Cosa dovrei fare? Andare via e lasciare l'utenza intestata a me? Purtroppo è una cosa che ingenuamente ho fatto in passato e vorrei che non si ripetesse più.

 

A questo punto, mi verrebbe da chiedermi cosa succederebbe se nessuno ha intenzione di fare la voltura. I vecchi inquilini possono denunciarci?

I vecchi inquilini possono chiedere agli attuali inquilini  il rimborso delle fatturazioni dovute e/o cessare le utenze.

Possono chiedere un rimborso anche se le fatture sono state tutte regolarmente pagate?

Il problema non si pone se quelle fatturazioni risultano già regolarmente saldate dagli attuali inquilini.

Rimane in essere solo il problema delle volture.

×