Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Sabaudia

Appartamento adibito a b&b

Salve.

Il condomino dell'attico ha improvvisamente adibito lo stesso ad un b&b con enorme via vai di persone...e non so se tutto a nero.

Chiedo se il condominio possa opporsi oppure se quel condomino avesse dovuto prima avvertire gli altri condòmini.

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Salvo diversa disposizione del regolamento contrattuale il condomino non era tenuto a comunicare nulla .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Salvo diversa disposizione del regolamento contrattuale il condomino non era tenuto a comunicare nulla .

Ok. Ma può anche adibirlo a b&b o altro senza alcun limite?

Potete indicarmi una normativa di riferimento?

(La verità é che ci dà fastidio il via vai di persone)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
(La verità é che ci dà fastidio il via vai di persone)
Se il condomino è in regola, purtroppo non potete fare assolutamente nulla, fatto salvo non ci sia già un RdC Contrattuale che preveda il divieto di trasformare le proprie u.i. in qualche cosa d'altro, p.es. B&B, studi medici, uffici, laboratori ecc ecc

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ringrazio tutti ed anche Tullio, al quale ricordo, compatibilmente con le sue incombenze, che ha un messaggio privato.

grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Scusate ma quante persone potranno mai passare? Non ci saranno mica la quantità di camere disponibili di un albergo! Se il vostro vicino ospitasse tutti i giorni a casa sua amici per fare pranzi e cene in compagnia che fareste glielo vietereste?

Se pure lo fa a nero, a voi che cosa toglie?

Scusate ma mi sembra che a volte si vadano a cercare proprio pretesti assurdi pur di criticare il vicino e litigare.

Dove abitavo prima hanno aperto un albergo che era proprio a fianco al nostro civico (zona del centro), con locale notturno annesso. Non vi dico quante volte è intervenuta la polizia per le liti che scaturivano quando la gente usciva dal locale, spesso ubriaca, e le urla e gli schiamazzi quotidiani, anzi notturni. E che dovevamo fare? Pretendere di chiudere il locale o tutto l'albergo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ringrazio tutti ed anche Tullio, al quale ricordo, compatibilmente con le sue incombenze, che ha un messaggio privato.

grazie

Prego.

Oggi non mi è giunto nessun messaggio privato nella mia cartella

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Prego.

Oggi non mi è giunto nessun messaggio privato nella mia cartella

ho appena provveduto.

grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
ho appena provveduto.

grazie

Ti ho risposto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scusate ma quante persone potranno mai passare? Non ci saranno mica la quantità di camere disponibili di un albergo! Se il vostro vicino ospitasse tutti i giorni a casa sua amici per fare pranzi e cene in compagnia che fareste glielo vietereste?

Se pure lo fa a nero, a voi che cosa toglie?

Scusate ma mi sembra che a volte si vadano a cercare proprio pretesti assurdi pur di criticare il vicino e litigare.

Dove abitavo prima hanno aperto un albergo che era proprio a fianco al nostro civico (zona del centro), con locale notturno annesso. Non vi dico quante volte è intervenuta la polizia per le liti che scaturivano quando la gente usciva dal locale, spesso ubriaca, e le urla e gli schiamazzi quotidiani, anzi notturni. E che dovevamo fare? Pretendere di chiudere il locale o tutto l'albergo?

Io non abito al centro, né in enormi città caotiche, ma in un piccolo paese di 15mila anime, dove la tranquillità la fa da padrona.

Esistono solo 2/3 mini hotel, ma sul mare (e non in zona centrale, dove è ubicato il mio condominio).

Essendo di soli 5 condòmini, rappresenta un "trauma", ed il via vai si vede e si sente eccome, soprattutto per via dei cani!!

se è suo diritto aprire un b&b, di converso, v'è il nostro alla tranquillità e, soprattutto, alla legalità e trasparenza di chi, estraneo, vi entri.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

.............................

Se pure lo fa a nero, a voi che cosa toglie?

...............

A me toglie che in caso, sarebbe uno scroccone schifoso che evade le tasse alla faccia di chi fa fatica a pagarle. E meriterebbe lo stesso trattamento riservato ai suoi simili negli USA dove vieni schifato e bollato per il resto dell'esistenza. Dove ti viene negata la pure la carta di credito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
A me toglie che è uno scroccone schifoso che evade le tasse alla faccia di chi fa fatica a pagarle.

Per fortuna c'è ancora gente che la pensa come me! ben detto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il quartiere di periferia dove abito ora ha circa 7000 abitanti. La famiglia che abita sopra a me fa più rumore di un intero albergo ma tocca tollerare. Preferirei avere un B&B sopra la testa.

Va be muovete guerra al vicino se credete poi quando inizieranno dispetti e ritorsioni tutti a lamentarsi sul forum che la vita in condominio è un inferno.

Anche nel piccoli centro in campagna dove hanno casa i miei genitori tutti e dici tutti i vicini confinanti hanno fatto qualche costruzione e annesso abusiva compresa aggiungereuna quarta villetta dove in origine erano tre. Per far questo hanno fatti danni alla rete fognaria che poi hanno dovuto ripagare tutti compresi i miei. Hanno tollerato e pagato e risultato è che dopo 25 anni che hanno quella casa sono on buoni rapporti con tutti. Io credo che sorvolare su alcune cose alla fine ripaga di più in termini di tranquillità poi ognuno fa come crede è chiaro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La proprietà privata è sacrosanta. Gli unici limiti al suo godimento possono essere imposti da norme contrattuali di un regolamento di condominio. Se il B&B è autorizzato, basta andare in comune e verificarlo, il proprietario ha il diritto di svolgere la sua attività legalmente, in caso contrario è possibile segnalare la cosa alle Autorità competenti (ma io come amministratore non lo farei .... lo farei fare a chi si lamenta).

 

Spesso è l'invidia a muovere la gente, ma quella, insieme al rispetto per gli altri, non può essere disciplinata da un regolamento contrattuale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Il quartiere di periferia dove abito ora ha circa 7000 abitanti. La famiglia che abita sopra a me fa più rumore di un intero albergo ma tocca tollerare. Preferirei avere un B&B sopra la testa.

Va be muovete guerra al vicino se credete poi quando inizieranno dispetti e ritorsioni tutti a lamentarsi sul forum che la vita in condominio è un inferno.

Anche nel piccoli centro in campagna dove hanno casa i miei genitori tutti e dici tutti i vicini confinanti hanno fatto qualche costruzione e annesso abusiva compresa aggiungereuna quarta villetta dove in origine erano tre. Per far questo hanno fatti danni alla rete fognaria che poi hanno dovuto ripagare tutti compresi i miei. Hanno tollerato e pagato e risultato è che dopo 25 anni che hanno quella casa sono on buoni rapporti con tutti. Io credo che sorvolare su alcune cose alla fine ripaga di più in termini di tranquillità poi ognuno fa come crede è chiaro.

Però, poi non lamentiamoci dell'evasione fiscale a 110 miliardi e di tutto ciò che socialmente comporta. Ragioniamo così, perche siamo un popolo che si è sempre accontentato di poco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se pure lo fa a nero, a voi che cosa toglie?

 

Il declino dell'Italia, sintetizzato in un verso. Alè !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
La proprietà privata è sacrosanta. Gli unici limiti al suo godimento possono essere imposti da norme contrattuali di un regolamento di condominio. Se il B&B è autorizzato, basta andare in comune e verificarlo, il proprietario ha il diritto di svolgere la sua attività legalmente, in caso contrario è possibile segnalare la cosa alle Autorità competenti (ma io come amministratore non lo farei .... lo farei fare a chi si lamenta).

 

Spesso è l'invidia a muovere la gente, ma quella, insieme al rispetto per gli altri, non può essere disciplinata da un regolamento contrattuale.

Cos faresti, come amministratore, se in un condominio il cui regolamento contrattuale vieta strutture ricettive, continuassero ad adibire UI a casa vacanza, anche se regolarmente autorizzate dal Comune?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Leggerei molto bene il regolamento (deve essere indicato molto chiaramente il divieto essendo una norma restrittiva) e invierei una raccomandata di diffida al proprietario per fare cessare l'illecito. Me lo impone l'art. 1130 comma 1 punto 1 (curare osservanza regolamento).

 

Se la raccomandata non dovesse sortire alcun effetto convocherei l'assemblea per deliberare se fare o meno azione legale chiedendo, nel caso la delibera mi imponesse di procedere, i mezzi necessari (fondo legale) che ripartirei a tutti tranne che all'accusato.

 

Di mia libera iniziativa non farei alcuna azione legale, non è mio compito fare il poliziotto, io sono semplicemente il mandante. Sono poche le cose che si possono decidere in autonomia ... molto poche.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il problema è che la soci che gestisce le case vacanza è collegata all'amministratore stesso. Ossia: con società a lui collegate compra le UI che sa sono on vendita. Le ristruttura, le rivende "a reddito", ossia come cas vacanza che fa gestire da altra società a lui collegata. Come vedi per non poter agire in autonomia cose ne fa veramente tante.

Lui ovviamente nega. In quanto al divieto da regolamento contrattuale, per la presenza di case vacanza nel condominio dice che i tempi sono cambiati (per quello che fa comodo a lui) anche se gli sbatti sotto il naso una sentenza della Cassazione che lo smentisce.

Cosa mi consigli di fare Bilbetto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

MA RAGAZZI! REVOCATELO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

 

E il nuovo amministratore farà quanto indicato nel post #19!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
MA RAGAZZI! REVOCATELO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

 

E il nuovo amministratore farà quanto indicato nel post #19!

Tra il dire e il fare c'è di mezzo l'interesse personale di alcuni condomini e l'inerzia di altri.

Per revocarlo e' necessario trovarne un altro. Nessuno si vuole prendere le responsabilità.

Ho provato a parlarne con qualcuno: si hai ragione, ma tanto sono tutti ladri. Hai sentito quello che e' scappato con la cassa? Hai sentito di quell'altro che ecc ecc

Questa è la situazione.

Purtroppo sull'inerzia e l'ignoranza dei condomini sguazzano tanti amministratori. Non tutti.

Lo sai che sono l'unico che arriva alle assemblee preparato? Per preparato intendo che ho controllato i conteggi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

E allora è durissima ... ma mi dispiace, perchè la categoria non può essere rappresentata da amministratori così

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Tra il dire e il fare c'è di mezzo l'interesse personale di alcuni condomini e l'inerzia di altri.

Per revocarlo e' necessario trovarne un altro. Nessuno si vuole prendere le responsabilità.

Ho provato a parlarne con qualcuno: si hai ragione, ma tanto sono tutti ladri. Hai sentito quello che e' scappato con la cassa? Hai sentito di quell'altro che ecc ecc

Questa è la situazione.

Purtroppo sull'inerzia e l'ignoranza dei condomini sguazzano tanti amministratori. Non tutti.

Lo sai che sono l'unico che arriva alle assemblee preparato? Per preparato intendo che ho controllato i conteggi

C'è inerzia? E allora prova tu a cercare un altro amministratore.

 

E quando l'hai trovato, comincia a parlarne in giro, in modo da "raggiungere" la maggioranza richiesta e andare ai voti!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Però, poi non lamentiamoci dell'evasione fiscale a 110 miliardi e di tutto ciò che socialmente comporta. Ragioniamo così, perche siamo un popolo che si è sempre accontentato di poco.

Hai ragione in linea di principio e sono d'accordo con te, ma credo che l'evasione quella che conta davvero e pesa sulle casse dello Stato non sia questa (anche se il mare è fatto da tante piccole gocce), ma quella di chi evade per miliardi di euro l'anno e mi metto anche nei panni di chi magari è costretto ad evadere un po per sopravvivere, prendi ad esempio piccole imprese, artigiani ecc..

Ipotizzo, poi magari non è così, che il condomino dell'attico si possa essere trovato in difficoltà economiche e abbia avviato questa attività per arrotondare che so una pensioncina minima, o figli da aiutare che sono disoccupati, temi piuttosto sempre più ricorrenti. Poi certo se il giro di affari è notevole è chiaro e giusto che deve essere dichiarato, ma se si tratta di una cosa discreta e che serve appunto per racimolare qualcosa in più in coscienza non mi senitrei di condannare.

E quando parlo di non rispetto delle regole fiscali purtroppo so bene di cosa parlo, io ho un lavoro precario, malpagato e non ho ne ferie ne assistenza sanitaria, contributi minimi perchè figuro come collaboratore occasionale pur lavorando otto ore al giorn,o tutti i giorni, nel medesimo luogo. Ma a sbagliare non è il privato, il singolo è lo Stato che permette e da gli strumenti anche legali a queste persone di approfittarsi e perciò condanno lo Stato non il poveraccio che evade per riuscire a campare. Ora mi fermo per non andare fuori argomento volevo solo chiarire meglio il mio punto di vista.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×