Vai al contenuto
delone

Apertura vano porta nel corridoi condominiale

Salve,vivo in una palazzina composta da 6 famiglie, una di queste ci ha chiesto la possibilità di aprire una porta nel muro condominiale in modo tale da entrare in garage direttamente dal corridoio condominiale evitando in questo modo di accedere solo dall esterno .

Per fare questa cosa serve l uninamita'? oppure basta solo la maggioranza dei condomini? grazie

Salve,vivo in una palazzina composta da 6 famiglie, una di queste ci ha chiesto la possibilità di aprire una porta nel muro condominiale in modo tale da entrare in garage direttamente dal corridoio condominiale evitando in questo modo di accedere solo dall esterno .

Per fare questa cosa serve l uninamita'? oppure basta solo la maggioranza dei condomini? grazie

Non è necessaria nessuna delibera ne permesso, aprire una nuova porta sul pianerottolo è un diritto di ciascun condomino in forza dell'art 1102 cc, ovviamente si devono ottenere i permessi edilizi dal Comune.

 

L'art.1102 del Cod.Civ. dettato per la comunione, ma applicabile al condominio per il richiamo all'art.1139, consente a ciascun partecipante, anche senza necessità di delibere assembleari, di servirsi della cosa comune per il miglior uso e godimento della stessa, apportandovi a tal fine, a proprie spese, le modifiche necessarie, purché non ne alteri la destinazione o impedisca agli altri di farne parimenti uso. L'estensione dell'uso della cosa comune non sembra possa essere negata nel caso dell'apertura di una porta sul pianerottolo comune. Tale estensione infatti non pregiudica ad altri il godimento della cosa comune, né impedisce agli altri condomini di effettuare un identico lavoro. ( Cass. 29 aprile 1994 n.4155).

quindi se uno la mattina si alza e decide di fare un buco nel muro per mettere ,che ne so una cassaforte può benissimo farlo?

quindi se uno la mattina si alza e decide di fare un buco nel muro per mettere ,che ne so una cassaforte può benissimo farlo?
Se vuoi parlare di porte parliamone pure perchè siamo in tema, ma se vuoi parlare di cassaforte apri un nuovo topic.

stiamo parlando di un'area comune dove chiunque si alzi la mattina può costruire porte ,finestre e quant altro senza chiuedere autorizazzione agli abitatanti dell edificio stesso,era questo il senso

Gentile delone, non è che chiunque possa alzarsi di mattina e fare delle modifiche. In ogni caso sono necessarie le autorizzazioni comunali, corredate da relazione sismica da parte di ingegnere strutturista. Il condominio non può opporsi a queste modifiche, che si configurano come una migliore e più comoda utilizzazione di un bene comune (quindi di proprietà anche di colui che opera la modifica). Per le finestre tra l'altro entrano in gioco altri fattori che tengono in considerazione i diritti di veduta.

stiamo parlando di un'area comune dove chiunque si alzi la mattina può costruire porte ,finestre e quant altro senza chiuedere autorizazzione agli abitatanti dell edificio stesso,era questo il senso
Il senso te l'ho già spiegato postando la sentenza della suprema Corte di Cassazione del 29 aprile 1994 n.4155
×