Vai al contenuto
mario.arielli

Apertura porta su parti comuni pianerottolo;

Quesito condominiale con parere;

Buongiorno sono un condomino di uno stabile di 8 appartamenti e da pochi giorni è stato nominato il nuovo amm.re; la domanda è questa: nel nostro stabile nella prossima assemblea si discuterà dell'apertura di una seconda porta di un appartamento al PS;questo condomino ha già una porta di entrata dal cortile comune e vorrebbe aprire un 'altra all'interno della scal comune  a piano seminterrato in prossimità dei contatori Enel sul muro portante; per l'apertura ci vorrebbe l'approvazione dell'assemblea all'unanimità oppura la maggioranza qualificata? la proprietà è del marito dell'Amm.re; per maggiore chiarezza riporto due articoli del R.C.:

Modificazioni delle cose Comuni

art.2-Sono vietate al singolo condomino non solo le innovazioni,ma anche le modificazioni delle cose comunidi cui all'art.1102 del codice civile,non preventivamente consentite dall'assemblea.L'infrazione a questo divieto comporta l'obbligo della riduzione in pristino dell'immobile ed il risarcimento dei danni.La deliberazione con la quale si nega il consenso alle modificazioni di cui all'art.1102 del Codice Civile o lo si subordina a condizioni,deve essere motivata e contro di essa l'interessato può ricorrere alla Autorità giudiziaria salvo il disposto art.39.

Vertenze-conxciliazione

Art.39-Insorgendo vertenze o dissidi fra condomini,ovvero fra questi e l'Amm.re,ciascuna parte interessata dovrà tentare un amichevole componimento prima di adire l'autorità giudiziaria. In attesa saluti; (AM)

Il regolamento specifica solo "consenso dell'assemblea" senza imporre altre condizioni, quindi a mio avviso basta la maggioranza semplice dei presenti.

 

×