Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
monica75

Apertura chiusura anno contabile

Ciao a tutti,

Se un amministratore prende un condominio che non era amministrato da nessuno ma si autogestivano raccogliendo i soldi al momento del pagamento delle varie spese come fa a determinare l'inizio di un esercizio contabile?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Lo decidono i condòmini in assemblea.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ciao a tutti,

Se un amministratore prende un condominio che non era amministrato da nessuno ma si autogestivano raccogliendo i soldi al momento del pagamento delle varie spese come fa a determinare l'inizio di un esercizio contabile?

si inizia da 0 , cioè si fa un preventivo valutando più o meno la spesa annuale e si inizia con un saldo a 0

e come prendere un condominio appena nato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie mille della celere risposta

 

- - - Aggiornato - - -

 

Quindi in un certo senso potrà anche corrispondere con l'annualita della carica dell'amministratore

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie mille della celere risposta

 

- - - Aggiornato - - -

 

Quindi in un certo senso potrà anche corrispondere con l'annualita della carica dell'amministratore

fino alla carica non c'è mai stato un bilancio ? Giusto ? La gestione vera e propria inizia con il nuovo amministratore e come una rinascita a nuovo cioè quello che e stato fino qui resta qui ,da oggi in poi si inizia una nuova vita ......

 

- - - Aggiornato - - -

 

fino alla carica non c'è mai stato un bilancio ? Giusto ? La gestione vera e propria inizia con il nuovo amministratore e come una rinascita a nuovo cioè quello che e stato fino qui resta qui ,da oggi in poi si inizia una nuova vita ......

- - - Aggiornato - - -

 

Grazie mille della celere risposta

 

- - - Aggiornato - - -

 

Quindi in un certo senso potrà anche corrispondere con l'annualita della carica dell'amministratore

 

si, se vengo nominato il 27.07.17 resto in carica fino al 27.07.18

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Io sponsorizzo l'anno solare come riferimento di bilancio, a meno che un regolamento di condominio non imponga date di esercizio diverse. Tieni conto anche delle scadenze fiscali, delle certificazioni e di tutti gli adempimenti annuali che si riferiscono tutti all'anno solare, che ti metterebbero in difficoltà negli esercizi a cavallo d'anno.

 

Nel tuo caso, quindi, suggerirei l'apertura dell'esercizio al momento dell'insediamento e il primo bilancio (naturalmente parziale) al 31/12 dell'anno, ripartendo così dal 1° gennaio dell'anno successivo. Mi azzarderei anche a farmi "rinominare" alla scadenza del primo esercizio parziale (dipende se ti senti sicuro o meno) in modo da farlo durare esattamente l'anno solare, facendoti rinominare ogni volta al momento dell'approvazione del bilancio consuntivo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Io sponsorizzo l'anno solare come riferimento di bilancio, a meno che un regolamento di condominio non imponga date di esercizio diverse. Tieni conto anche delle scadenze fiscali, delle certificazioni e di tutti gli adempimenti annuali che si riferiscono tutti all'anno solare, che ti metterebbero in difficoltà negli esercizi a cavallo d'anno.

 

Nel tuo caso, quindi, suggerirei l'apertura dell'esercizio al momento dell'insediamento e il primo bilancio (naturalmente parziale) al 31/12 dell'anno, ripartendo così dal 1° gennaio dell'anno successivo. Mi azzarderei anche a farmi "rinominare" alla scadenza del primo esercizio parziale (dipende se ti senti sicuro o meno) in modo da farlo durare esattamente l'anno solare, facendoti rinominare ogni volta al momento dell'approvazione del bilancio consuntivo.

Mi perdoni ,sono d'accordo con la nomina ma non con il bilancio. Come può essere possibile iniziare dal 1.01 al 31.12 se siamo ad agosto quasi ?? 🤔

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Scusami, non ti seguo. Se vengo nominato adesso in un condominio che non ha alcuna storia pregressa e dove addirittura si comincia da 0, il primo bilancio (chiaramente se l'assemblea è d'accordo) lo chiuderei il 31/12 di quest'anno, facendomelo approvare i primi mesi del 2018. Ovviamente sarà un bilancio 27/07 - 31/12.

 

Presenterei quindi le spese preventive dell'intero 2018 e comincerei la gestione annuale 01.01 / 31.12.2018

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Scusami, non ti seguo. Se vengo nominato adesso in un condominio che non ha alcuna storia pregressa e dove addirittura si comincia da 0, il primo bilancio (chiaramente se l'assemblea è d'accordo) lo chiuderei il 31/12 di quest'anno, facendomelo approvare i primi mesi del 2018. Ovviamente sarà un bilancio 27/07 - 31/12.

 

Presenterei quindi le spese preventive dell'intero 2018 e comincerei la gestione annuale 01.01 / 31.12.2018

 

Non sarebbero rendiconti o sarebbero, quindi, illeciti

 

i rendiconti parziali (inferiori all’anno es. per 8 mesi)

la nova legge direbbe che l'esercizio dovrebbe iniziare dal 1.01 e finire al 31.12 Correggimi se sbaglio

Nel mio condominio ancora il bilancio va da 1 luglio al 30 giugno

altrimenti il mio consiglio attendere il 31.12

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Non sarebbero rendiconti o sarebbero, quindi, illeciti

 

i rendiconti parziali (inferiori all’anno es. per 8 mesi)

la nova legge direbbe che l'esercizio dovrebbe iniziare dal 1.01 e finire al 31.12 Correggimi se sbaglio

Nel mio condominio ancora il bilancio va da 1 luglio al 30 giugno

altrimenti il mio consiglio attendere il 31.12

La nuova Legge obbliga l'amministratore a presentare un rendiconto di esercizio annuale (365 giorni) ma non vieta di presentarne uno per un periodo minore e non obbliga alla scadenza del 31 dicembre.

In tanti condominii con riscaldamento centralizzato, infatti, l'esercizio dura proprio come nel tuo condominio perchè così è più semplice quantificare le spese annuali di riscaldamento.

 

Corretto il ragionamento di bilbetto.

Se l'assemblea lo desidera potrà deliberare il periodo di esercizio annuale 1 gennaio - 31 dicembre.

In tal caso, il primo rendiconto va presentato al primo 31 dicembre utile, in modo da allineare l'esercizio annuale senza superare i 365 giorni di rendiconto (se il primo rendiconto fosse presentato il 31/12/2018 il primo esercizio durerebbe più di 365 giorni).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
La nuova Legge obbliga l'amministratore a presentare un rendiconto di esercizio annuale (365 giorni) ma non vieta di presentarne uno per un periodo minore e non obbliga alla scadenza del 31 dicembre.

In tanti condominii con riscaldamento centralizzato, infatti, l'esercizio dura proprio come nel tuo condominio perchè così è più semplice quantificare le spese annuali di riscaldamento.

 

Corretto il ragionamento di bilbetto.

Se l'assemblea lo desidera potrà deliberare il periodo di esercizio annuale 1 gennaio - 31 dicembre.

In tal caso, il primo rendiconto va presentato al primo 31 dicembre utile, in modo da allineare l'esercizio annuale senza superare i 365 giorni di rendiconto (se il primo rendiconto fosse presentato il 31/12/2018 il primo esercizio durerebbe più di 365 giorni).

Non si può fare un bilancio parziale. Ma cosa dice ??? Se mai si può fare un preventivo provvisorio per l'anno in corso e al 31/12 presentare il bilancio annuale

E in fine se io nasco adesso nessuna legge mi lo vieta ad iniziare la mia vita cioè se il condominio nasce adesso con il consenso dei condomini si parte proprio adesso !!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Non si può fare un bilancio parziale. Ma cosa dice ??? Se mai si può fare un preventivo provvisorio per l'anno in corso e al 31/12 presentare il bilancio annuale

E in fine se io nasco adesso nessuna legge mi lo vieta ad iniziare la mia vita cioè se il condominio nasce adesso con il consenso dei condomini si parte proprio adesso !!

Forse stiamo dicendo la stessa cosa.

Se il condominio nasce oggi 28/07/2017 e delibera che l'esercizio annuale andrà dal 1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno, il primo bilancio sarà un bilancio TOTALE che rendiconterà l'esercizio dal 28 luglio 2017 (data di nascita) al 31/12/2017.

In questo caso, il primo rendiconto non sarà relativo ad un esercizio di 365 giorni bensi ad un esercizio TOTALE di 157 giorni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Forse stiamo dicendo la stessa cosa.

Se il condominio nasce oggi 28/07/2017 e delibera che l'esercizio annuale andrà dal 1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno, il primo bilancio sarà un bilancio TOTALE che rendiconterà l'esercizio dal 28 luglio 2017 (data di nascita) al 31/12/2017.

In questo caso, il primo rendiconto non sarà relativo ad un esercizio di 365 giorni bensi ad un esercizio TOTALE di 157 giorni.

Non credo. Io mi riferivo ad un preventivo provvisorio dal 01/17 al 12/17 ( un

piccolo preventivo per permettermi ad arrivare a fine anno ) Fra tempo raccolgo tutte le fatture , bollettini ecc.. e ricostruisco il mio anno al completo. Questo movimento mi permetterà a conoscere benissimo la spesa annuale di questo codominio

Se fossero due amministratori un ha gestito x 6mesi e l'altro x6 allora ogni uno dovrebbe fare il suo (non accade mai)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Non credo. Io mi riferivo ad un preventivo provvisorio dal 01/17 al 12/17 ( un

piccolo preventivo per permettermi ad arrivare a fine anno ) Fra tempo raccolgo tutte le fatture , bollettini ecc.. e ricostruisco il mio anno al completo. Questo movimento mi permetterà a conoscere benissimo la spesa annuale di questo codominio

Se fossero due amministratori un ha gestito x 6mesi e l'altro x6 allora ogni uno dovrebbe fare il suo (non accade mai)

Stiamo parlando di un condominio autogestito in cui fino ad ora se è sempre agito raccogliendo i soldi quando arrivava una bolletta e la si pagava, lasciando condominio e condòmini con stato patrimoniale ZERO. Zero debiti e Zero crediti.

 

In pratica, fino ad ora, il condomino di Monica è stato gestito con un rendiconto consuntivo ad ogni spesa.

Se hai zero spese arretrate e zero debiti arretrati, ti serve solo l'approvazione di un preventivo spese da oggi fino a fine esercizio.

L'approvazione del preventivo non è vincolante e nulla vieta all'assemblea di revisionarlo in corso d'opera se necessitano ulteriori fondi.

L'esempio dei due amministratori che si succedono a metà esercizio non è calzante perchè in quel caso esiste un rendiconto approvato ed una contabilità che parte dall'ultimo rendiconto approvato e finisce il giorno di passaggio di consegne per cui l'amministratore uscente deve rendere conto al nuovo del suo operato ed il nuovo dovrà presentare il rendiconto alla naturale scadenza di esercizio già stabilita dall'assemblea.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Stiamo parlando di un condominio autogestito in cui fino ad ora se è sempre agito raccogliendo i soldi quando arrivava una bolletta e la si pagava, lasciando condominio e condòmini con stato patrimoniale ZERO. Zero debiti e Zero crediti.

In pratica, fino ad ora, il condomino di Monica è stato gestito con un rendiconto consuntivo ad ogni spesa.

Se hai zero spese arretrate e zero debiti arretrati, ti serve solo l'approvazione di un preventivo spese da oggi fino a fine esercizio.

L'approvazione del preventivo non è vincolante e nulla vieta all'assemblea di revisionarlo in corso d'opera se necessitano ulteriori fondi.

L'esempio dei due amministratori che si succedono a metà esercizio non è calzante perchè in quel caso esiste un rendiconto approvato ed una contabilità che parte dall'ultimo rendiconto approvato e finisce il giorno di passaggio di consegne per cui l'amministratore uscente deve rendere conto al nuovo del suo operato ed il nuovo dovrà presentare il rendiconto alla naturale scadenza di esercizio già stabilita dall'assemblea.

Leonardo se voi che ti do ragione , va bene! Hai ragione.

L'esempio dei due amministratori era semplicemente per il discorso del rendiconto parziale! Per quanto riguarda il condominio, chi raccoglieva soldi si occupava anche delle bollette sa benissimo chi ha pagato ,e chi no,quindi assieme si può ricostruite l'anno 2017 iniziando con il saldo zero 2016 se c'è qualcuno che non ha pagato si riesce a recuperare qualcosa . Fatto accaduto e considerato correttissimo

E illecito un rendiconto parziale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

... E illecito un rendiconto parziale

Non voglio alcuna ragione per forza. stiamo solo esprimendo pareri.

E' anche possibile ricostruire la contabilità dal primo gennaio 2017 partendo da zero, sempre che chi si occupava di riscuotere e pagare non si limitasse a quello e strappare tutti i documenti una volta assolto al pagamento.

 

Di la a dire che è illecito un rendiconto per un periodo a 365 giorni direi che ce ne passao quanto meno, io non conosco una Norma che lo vieti.

 

Si pensi ad un condominio che per comodità vuole spostare la data di inizio di esercizio e farla iniziare il 1 luglio anzichè il 1 gennaio come è sempre stato....

Secondo quanto affermi, questa modifica non sarebbe mai possibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Scusate ma una nuova azienda che inizia l'attività diciamo ad aprile 2017, al 31/12/2017 chiuderà il bilancio con tutte le registrazioni del periodo di competenza.

 

Per il condominio la cosa è simile ma si deve tener conto di due chiusure, quella di gestione e quella fiscale.

 

I condòmini possono decidere il periodo di gestione più congeniale a seconda che vi sia o meno riscaldamento centralizzato.

 

Nel caso esposto, l'amministratore gestisce un condominio che si è sempre autogestito e che ha i saldi a zero.

 

Nella prima assemblea chiede e fa deliberare per la scelta del periodo di gestione.

 

Mettiamo di essere ad aprile 2017 e si decida per una gestione dal 1 giugno 2017 al 31 maggio 2018.

 

Entro 180 giorni dal 31 maggio 2017, convoca l'assemblea per la chiusura del periodo aprile 2017-31 maggio 2017

 

Si dirà, solo due mesi? SI se in autogestione non vi è il codice fiscale e nessuna fattura intestata al condominio, viceversa, in presenza di codice fiscale anche nel periodo di autogestione, l'amministratore raccoglie tutta la documentazione contabile a partire dal 1 giugno 2016 a tutto il 31 maggio 2017 e dalle registrazioni prepara il relativo bilancio consuntivo.

 

In assemblea si approva il bilancio consuntivo, il bilancio preventivo ed i riparti.

 

Al 31 dicembre 2017 si chiude la gestione fiscale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×