Vai al contenuto
sgaetgb

Anagrafe condominiale nuda proprietà

Mia moglie ha la nuda proprietà della casa dove vive sua madre che quindi è l'usufruttuaria e io e mia moglie siamo in comunione di beni; vorrei sapere come si compila la scheda dell'anagrafe: nella sezione "dati anagrafici relativi alla proprietà", oltre ai dati anagrafici, mia moglie che titolo deve indicare (proprietà,comproprietà,nuda proprietà) ?? vista la comunione dei beni, devo mettere anche i miei dati ? se si, con quale titolo ? bisogna indicare anche la percentuale di proprietà (nel nostro caso 50%) ? sempre nella stessa sezione mia suocera deve indicare i suoi dati in quanto usufruttuaria ? se si, con quale titolo ?

grazie

100% nuda proprietà di tua moglie, se lo è diventata prima di sposarsi, prima della comunione dei beni

100% usufrutto di tua suocera

 

la comunione dei beni è per il dopo matrimonio

tu, nell'anagrafe non ci stai

grazie mille per la celere risposta !

però forse ho omesso qualche info: ci siamo sposati in comunione dei beni, poi DOPO il matrimonio mia moglie ha comprato la nuda proprietà per sua madre come usufruttuaria, ma nell'atto di compravendita IO NON ci sono ma sono citati solo mamma (usufrutto) e figlia (nuda proprietà) ... questo conferma la tua risposta che il sottoscritto non debba essere inserito nell'anagrafe condominiale della casa in oggetto ??

di nuovo grazie mille !

Se non risulti sul titolo di proprietà non devi essere inserito. Anche nel caso in cui l'immobile sia intestato solo a te e non a tua moglie e sei in regime di comunione dei beni, tua moglie non deve essere inserita nell'anagrafe condominiale. Il regime di come è regolamentato il tuo matrimonio non deve interessare al condominio. Il registro di anagrafe va compilato solo con i dati di proprietà risultanti dal certificato del catasto.

non ne sono certa.... con la comunione dei beni, tutto quello che è acquistato dopo il matrimonio è di entrambi

spero nell'intervento di altri

LIBRO PRIMO DEL CODICE CIVILE SEZIONE III

Della comunione legale

 

Art. 177 Oggetto della comunione

 

Costituiscono oggetto della comunione:

a) gli acquisti compiuti dai due coniugi insieme o separatamente durante il matrimonio, ad esclusione di quelli relativi ai beni personali;

b) i frutti dei beni propri di ciascuno dei coniugi, percepiti e non consumati allo scioglimento della comunione;

c) i proventi dell'attività separata di ciascuno dei coniugi se, allo scioglimento della comunione, non siano stati consumati

d) le aziende gestite da entrambi i coniugi e costituite dopo il matrimonio.

Qualora. si tratti di aziende appartenenti ad uno dei coniugi anteriormente al matrimonio ma gestite da entrambi, la comunione concerne solo gli utili e gli incrementi.

 

Art. 178 Beni destinati all'esercizio di impresa

 

I beni destinati all'esercizio dell'impresa di uno dei coniugi costituita dopo il matrimonio e gli incrementi dell'impresa costituita anche

precedentemente si considerano oggetto della comunione solo se sussistono al momento dello scioglimento di questa.

 

Art. 179 Beni personali

 

Non costituiscono oggetto della comunione e sono beni personali del coniuge:

a) i beni di cui, prima del matrimonio, il coniuge era proprietario o rispetto ai quali era titolare di un diritto reale di godimento;

b) i beni acquisiti successivamente al matrimonio per effetto di donazione o successione, quando nell'atto di liberalità o nel testamento non è specificato che essi sono attribuiti alla comunione;

c) i beni di uso strettamente personale di ciascun coniuge ed i loro accessori;

d) i beni che servono all'esercizio della professione del coniuge, tranne quelli destinati alla conduzione di un'azienda facente parte della

comunione;

e) i beni ottenuti a titolo di risarcimento del danno nonché la pensione attinente alla perdita parziale o totale della capacità lavorativa;

f) i beni acquisiti con il prezzo del trasferimento dei beni personali sopraelencati o col loro scambio, purché ciò sia espressamente dichiarato all'atto dell'acquisto (2647).

L'acquisto di beni immobili, o di beni mobili elencati nell'art. 2683, effettuato dopo il matrimonio, è escluso dalla comunione, ai sensi delle lett. c), d) ed f) del precedente comma, quando tale esclusione risulti dall'atto di acquisto se di esso sia stato parte anche l'altro coniuge.

grazie mille, chiarissimo ... se possibile vorrei anche sapere se mia moglie (nudo proprietario) piu delegare il sottoscritto (il marito che però non c'entra niente con la casa in questione) a partecipare ad un'assemblea condominiale per discutere di alcune spese straordinarie; oppure anzi in aggiunta, lei potrebbe delegare un qualsiasi proprietario di un altro immobile dello stesso caseggiato anche se lei non ci vive (ricordo che l'usufrutto è di sua madre), nel caso in cui anche il sottoscritto sia impossibilitato ? grazie ancora

.

grazie mille, chiarissimo ... se possibile vorrei anche sapere se mia moglie (nudo proprietario) piu delegare il sottoscritto (il marito che però non c'entra niente con la casa in questione) a partecipare ad un'assemblea condominiale per discutere di alcune spese straordinarie; oppure anzi in aggiunta, lei potrebbe delegare un qualsiasi proprietario di un altro immobile dello stesso caseggiato anche se lei non ci vive (ricordo che l'usufrutto è di sua madre), nel caso in cui anche il sottoscritto sia impossibilitato ? grazie ancora

.

Può delegare chiunque purchè maggiorenne

grazie mille ... buona giornata.

 

- - - Aggiornato - - -

 

grazie mille ... buona giornata.....

×