Vai al contenuto
Uapos

Anagrafe condominiale - cosa sta scritto in copertina e che dati riporta?

Semplice domanda: Mi dite materialmente parlando come è fatto il registro condominiale: Dimensioni, numero di pagine bene o male, cosa sta scritto in copertina e che dati riporta???

Grazie.

 

Perche' un amministratore un po furbetto, alla mia richiesta di visionare l'anagrafe condominiale ( che non avra' fatto in quanto non ha mai mandato moduli da compilare come altri amministratori fanno), mi ha mandato una lista elenco clienti.

In questa lista elenco clienti ci sono: Nomi proprietari, interno avbitazione, condominio di appartenenza e stop.

 

Non credo che questa sia l'anagrafe condominiale, quindi vi chiedo maggiori informazioni.

 

Grazie

Non comprendo ancora cosa ha richiesto il tuo amministratore, ma quanto meno avrebbe dovuto aggiornare o cerare se inesistente, l'anagrafe condominiale come previsto dall'art. 1130 cc al punto 6)

 

- L'amministratore, oltre a quanto previsto dall'articolo 1129 e dalle vigenti disposizioni di legge, deve:

- 6) curare la tenuta del registro di anagrafe condominiale contenente le generalità dei singoli

proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di godimento, comprensive del codice

fiscale e della residenza o domicilio, i dati catastali di ciascuna unità immobiliare, nonché ogni dato

relativo alle condizioni di sicurezza. Ogni variazione dei dati deve essere comunicata

all’amministratore in forma scritta entro sessanta giorni. L’amministratore, in caso di inerzia,

mancanza o incompletezza delle comunicazioni, richiede con lettera raccomandata le informazioni

necessarie alla tenuta del registro di anagrafe. Decorsi trenta giorni, in caso di omessa o incompleta

risposta, l’amministrazione acquisisce le informazioni necessarie, addebitandone il costo ai

responsabili;

...

Ti ringrazio ma vorrei capire materialmente, (cartaceamente), come è fatta? Cosa sta scritto nelle pagine, di che dimensioni è, etc?

 

Cosa significa: "nonché ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza"

Se qualcuno ha spostato le pareti di casa etc, deve dichiararlo al catasto?? Se qualcuno affitta in nero come fa?

Aspetto notizie grazie

Ti ringrazio ma vorrei capire materialmente, (cartaceamente), come è fatta? Cosa sta scritto nelle pagine, di che dimensioni è, etc?

 

Cosa significa: "nonché ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza"

Se qualcuno ha spostato le pareti di casa etc, deve dichiararlo al catasto?? Se qualcuno affitta in nero come fa?

Aspetto notizie grazie

per quanto riguarda il punto 6 dell'art. 1129 questi è stato ulteriormente aggiornato per cui i dati relativi alla sicurezza si riferiscono alle parti comuni e non a quelle private:

...6) curare la tenuta del registro di anagrafe condominiale contenente le generalità dei singoli proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di godimento, comprensive del codice fiscale e della residenza o domicilio, i dati catastali di ciascuna unità immobiliare, nonché ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza delle parti comuni dell’edificio

Materialmente non esiste uno standard, ognuno può creare il registro anagrafica nel modo in cui gli pare.

Il registro può anche essere un quaderno a righe delle prima elementare.

L'importante è che in questo registro (quaderno) siano riportate:

le generalità dei singoli proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di godimento, comprensive del codice fiscale e della residenza o domicilio, i dati catastali di ciascuna unità immobiliare

Non so se il D.L. 23 dicembre 2013, n. 145 è stato convertito il Legge ma questo diceva;

 

c) all'articolo 1130, primo comma, n. 6, del Codice civile, per

come modificato dalla legge 11 dicembre 2012, n. 220, dopo le parole:

«nonche' ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza» sono

inserite le seguenti: «delle parti comuni dell'edificio»;

Per cui il singolo condomino non dovrebbe fornire dati personali all'amministratore, fatto salvo modifiche di cui non sono a conoscenza.

 

Se qualcuno ha spostato pareti all'interno del suo appartamento, avrebbe dovuto richiedere la concessione al comune, e comunicare la variazione al catasto della planimetria con l'assistenza di un tecnico abilitato.

ok con te, ma visto che nell'anagrafe condominiale ci devono essere i dati catastali??? Quindi si dovrebbe prendere visione anche di questo giusto.

Inolte se su un palazzo costruiscono case abusive, mi dite come possono dichiararlo? L'amministratore non è che visto che non è intervenuto, non fa l'anagrafe per non passare guai?

 

Sono alla seconda richiesta di anagrafe a distanza di mesi. Mi ha inviato una lista dei condomini. Se ho ragione chiedo la revoca giudiziaria dell'amministratore.

Quindi ho bisogno di capire bene quanto è grande sto registro, cosa porta all'interno etc

ok con te, ma visto che nell'anagrafe condominiale ci devono essere i dati catastali??? Quindi si dovrebbe prendere visione anche di questo giusto.

Inolte se su un palazzo costruiscono case abusive, mi dite come possono dichiararlo? L'amministratore non è che visto che non è intervenuto, non fa l'anagrafe per non passare guai?

 

Sono alla seconda richiesta di anagrafe a distanza di mesi. Mi ha inviato una lista dei condomini. Se ho ragione chiedo la revoca giudiziaria dell'amministratore.

Quindi ho bisogno di capire bene quanto è grande sto registro, cosa porta all'interno etc

Visto che parli di case abusive fai una richiesta più precisa.

Richiedi ufficialmente con raccomandata il nominativo del proprietario, il suo codice fiscale ed i dati catastali dell'untà immobiliare che tu ritieni essere abusiva.

@ Uapos

I dati catastali necessari all'amministratore sono quelli che ha esposto Leonardo e previsti dall'art. 1130 cc (non all'art. 1129)

Credo sia difficile che ci siano nuove costruzioni di case abusive in condominio, ma possono esserci variazioni e/o divisioni di appartamenti, queste, come detto dovrebbero essere regolarizzate, le modifiche concesse dal Comune, e con l'assistenza di un tecnico abilitato e notificate al catasto.

Se hai qualche dubbio che ciò non sia stato effettuato e/o l'amministratore d'accordo e/o all'insaputa, di chi non ha notificato la variazione, hai l'opportunità, se lo desideri di adire al Giudice con l'assistenza di un legale iniziando dalla conciliazione.

Il D.L. 23 dicembre 2013, n. 145 è stato convertito il Legge il 19 febbraio 2014

http://www.senato.it/leg/17/BGT/Schede/Ddliter/43927.htm

Grazie Leonardo 💪

Uapos, la questione è un pò complessa e di nuova introduzione. Pertanto, priva di giurisprudenza di merito. A mio avviso ciò dovrebbe far pensare due volte prima di articolare una domanda di revoca giudiziale sulla mancata redazione dell'AC. E ancor di più se l'oggetto fosse la presunta realizzazione di vani o pertinenze in assenza di titolo concessorio.

 

Tra l'altro, la riforma non pone affatto in capo all'amm.re l'obbligo della verifica della conformità tra situazione catastale, titolo concessorio e situazione di fatto. E non potrebbe mai esserlo in quanto ci sarebbe bisogno di sopralluoghi e rilievi, di cui il codice civile non parla affatto.

 

La riforma ha infatti introdotto l'obbligo di acquisire i dati catastali e non anche le planimetrie. Da qui verrebbe meno qualsiasi addebito all'amm.re.

 

Se proprio volessi partire lancia in resta, casomai rileverebbe maggiormente l'eventuale rifiuto a raccogliere i dati sulla sicurezza delle parti comuni.

Una parola, di tutto il palazzo praticamente. Qui grazie al silenzio dell'amministratore si sono dati da fare in molti.

Sui tetti, verande, interno case etc.

Ecco perche' gli richiedo l'anagrafe condominiale e se non mela daaa, passo alla revoca giudiziaria.

 

Lui ha tentato di sviarmi mandandomi una lista dei condomini aggiornata, ma non credo sia l'anagrafe.

 

Non ci sono dati catastali e non ci ha mai fatto fare dei moduli da compilare.

 

Confermate???? Grazie

cc art 1129 (inderogabile);

La revoca dell'amministratore può essere deliberata in ogni tempo dall'assemblea, con la

maggioranza prevista per la sua nomina oppure con le modalità previste dal regolamento di

condominio. Può altresì essere disposta dall'autorità giudiziaria, su ricorso di ciascun condomino,

nel caso previsto dal quarto comma dell'articolo 1131, se non rende il conto della gestione, ovvero in

caso di gravi irregolarità. Nei casi in cui siano emerse gravi irregolarità fiscali o di non ottemperanza

a quanto disposto dal numero 3) del dodicesimo comma, del presente articolo, i condomini, anche

singolarmente, possono chiedere la convocazione dell'assemblea per far cessare la violazione e

revocare il mandato all'amministratore. In caso di mancata revoca da parte dell'assemblea, ciascun

condomino può rivolgersi all'autorità giudiziaria; in caso di accoglimento della domanda, il

ricorrente, per le spese legali, ha titolo alla rivalsa nei confronti del condominio, che a sua volta può

rivalersi nei confronti dell'amministratore revocato.

Costituiscono, tra le altre, gravi irregolarità:

7) l'inottemperanza agli obblighi di cui all'articolo 1130, numeri 6), 7) e 9);

1130. Attribuzioni dell'amministratore

L'amministratore, oltre a quanto previsto dall'articolo 1129 e dalle vigenti disposizioni di legge, deve:

 

6) curare la tenuta del registro di anagrafe condominiale contenente le generalità dei singoli

proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di godimento, comprensive del codice

fiscale e della residenza o domicilio, i dati catastali di ciascuna unità immobiliare, nonché ogni dato

relativo alle condizioni di sicurezza. Ogni variazione dei dati deve essere comunicata

all’amministratore in forma scritta entro sessanta giorni. L’amministratore, in caso di inerzia,

mancanza o incompletezza delle comunicazioni, richiede con lettera raccomandata le informazioni

necessarie alla tenuta del registro di anagrafe. Decorsi trenta giorni, in caso di omessa o incompleta

risposta, l’amministrazione acquisisce le informazioni necessarie, addebitandone il costo ai

responsabili;

Una parola, di tutto il palazzo praticamente. Qui grazie al silenzio dell'amministratore si sono dati da fare in molti.

Sui tetti, verande, interno case etc.

Ecco perche' gli richiedo l'anagrafe condominiale e se non mela daaa, passo alla revoca giudiziaria.

 

Lui ha tentato di sviarmi mandandomi una lista dei condomini aggiornata, ma non credo sia l'anagrafe.

 

Non ci sono dati catastali e non ci ha mai fatto fare dei moduli da compilare.

 

Confermate???? Grazie

A parte che non si capisce se cerchi di ottenere la revoca dell'amm.re o di contrastare gli abusi, ma secondo me sei fuori strada comunque.

Degli abusi se ne parla in assemblea e l'amm.re esegue le relative delibere. Oppure si dimette.

Se non vi dovesse essere assemblea o se non si condividessero le delibere, il condomino va dall'avvocato, oppure denuncia gli abusi alla Polizia Locale o all'Ufficio tecnico comunale.

 

L'anagrafe condominiale non c'entra nulla con presunti abusi edilizi e a nulla serve per contrastarli, se non per gli estremi catastali e le generalità del proprietario.

mi sembra che ci siano i presupposti, Richiedo per la seconda volta dopo 2 mesi l'anagrafe e se non mi viene mostrata, vado in tribunale per la revoca. Grazie

mi sembra che ci siano i presupposti, Richiedo per la seconda volta dopo 2 mesi l'anagrafe e se non mi viene mostrata, vado in tribunale per la revoca. Grazie

Ok. Se te la riconosceranno mi farebbe piacere tu la pubblicassi in questa discussione in cui riceverai tutti gli onori del caso da parte mia.

 

Sempre che il tuo amministratore non impugni il provvedimento e vuol dire che aspetteremo la Cassazione.

prima devi chiedere la convocazione dell'assemblea .

 

" i condomini, anche

singolarmente, possono chiedere la convocazione dell'assemblea per far cessare la violazione e

revocare il mandato all'amministratore. In caso di mancata revoca da parte dell'assemblea, ciascun

condomino può rivolgersi all'autorità giudiziaria; in caso di accoglimento della domanda, il

ricorrente, per le spese legali, ha titolo alla rivalsa nei confronti del condominio, che a sua volta può

rivalersi nei confronti dell'amministratore revocato. "

Se non ci muoviamo, non faremo mai nulla. Il paese in crollo è colpa nostra.

Ho un amministratore colluso con gli affaristi del palazzo di ben 76 anni.

Bastaaaa,

×