Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
leale

Amm.re in ferie.

Giorno l'amm.re che và in ferie e non comunica al condomino mediante affissione in bacheca della sua assenza, in caso di bisogno e non si rende disponibile per la distanza che tipo di responsabilità potrebbe avere?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Giorno l'amm.re che và in ferie e non comunica al condomino mediante affissione in bacheca della sua assenza, in caso di bisogno e non si rende disponibile per la distanza che tipo di responsabilità potrebbe avere?

penso che siano le stesse che potrebbe avere un condomino che va in ferie senza avvertire e in caso di bisogno non si rende disponibile per la distanza.

il condomino per la parte di sua proprietà, l'amministratore per le parti comuni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
penso che siano le stesse che potrebbe avere un condomino che va in ferie senza avvertire e in caso di bisogno non si rende disponibile per la distanza.

il condomino per la parte di sua proprietà, l'amministratore per le parti comuni.

Giorno, quanto sopra e da considerarsi condominio e non condomino e penso che il condomino che va in ferie non debba assolutamente informare nessuno se lo fa e di sua spontanea volontà. Per l' amministratore il discorso a mio avviso dovrebbe essere diverso, come il.dottore che si assesta e comunica il suo sostituto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Giorno, quanto sopra e da considerarsi condominio e non condomino e penso che il condomino che va in ferie non debba assolutamente informare nessuno se lo fa e di sua spontanea volontà. Per l' amministratore il discorso a mio avviso dovrebbe essere diverso, come il.dottore che si assesta e comunica il suo sostituto.

è quel che dicono i link che ti hanno citato.

tu hai parlato di responsabilità e sono quelle relative alle gestione di ciò che gli compete.

se comunica un sostituto qualcosa, forse, praticamente andrà meglio ma credo che le responsabilità siano comunque sue.

se non lo comunica le responsabilità sono comunque sue, per le parti comuni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Giorno l'amm.re che và in ferie e non comunica al condomino mediante affissione in bacheca della sua assenza, in caso di bisogno e non si rende disponibile per la distanza che tipo di responsabilità potrebbe avere?

In Italia l'emergenza sanitaria è gestita da AST, l'emergenza tecnica è gestita dai Vigili del Fuoco, l'emergenza sociale dalle varie Forze dell'Ordine.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
In Italia l'emergenza sanitaria è gestita da AST, l'emergenza tecnica è gestita dai Vigili del Fuoco, l'emergenza sociale dalle varie Forze dell'Ordine.

Ma in casi di aperture di eventuali sx? Non si parla solo di assenze feriali quali luglio o agosto si fa cenno anche a quelle fuori stagione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ma in casi di aperture di eventuali sx? Non si parla solo di assenze feriali quali luglio o agosto si fa cenno anche a quelle fuori stagione.
i sinistri si possono aprire entro 90 giorni. Quanti giorni di ferie fa senza essere rintracciabile?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
penso che siano le stesse che potrebbe avere un condomino che va in ferie senza avvertire e in caso di bisogno non si rende disponibile per la distanza.

il condomino per la parte di sua proprietà, l'amministratore per le parti comuni.

quale potrebbe essere il caso di bisogno per l'obbligatoria presenza dell'amministratore; bisogno assolutamente non differibile e che lui non possa risolvere a distanza ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Almeno comunicare che in caso di assenza bisogna rivolgersi a.... O telefonare a.... e il minimo indispensabile che si possa fare. Rientra nel senso civico che ognuno dovrebbe avere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Almeno comunicare che in caso di assenza bisogna rivolgersi a.... O telefonare a.... e il minimo indispensabile che si possa fare. Rientra nel senso civico che ognuno dovrebbe avere.

su questo sono d'accordo.

sul fatto che ci sia un bisogno reale che richieda urgentemente la presenza fisica dell'amministratore e che non sia qualcosa che può essere gestito a distanza (telefono, fax, e-mail, tablet, ...) lo sono un po' meno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Almeno comunicare che in caso di assenza bisogna rivolgersi a.... O telefonare a.... e il minimo indispensabile che si possa fare. Rientra nel senso civico che ognuno dovrebbe avere.

Poichè l'amministratore non è il custode del palazzo, è sufficiente apporre in bacheca un foglio con i numeri utili.

Anche io che sono amministratore interno, non è detto che non possa assentarmi per un week end per cui ho predisposto in bacheca un foglio di questo tipo:

 

ELENCO NUMERI TELEFONICI UTILI PER URGENZE

 

XXXXX ….. (ascensori)

 

XXXXX ….. (impianto idrico)

 

XXXXX ….. (impianti elettrici e cancello)

 

XXXXX ….. (Impresa pulizie )

 

XXXXX ….. (autospurgo)

 

XXXXX ….. (antenna TV centralizzata)

 

112 Carabinieri (pronto intervento)

 

113 Polizia di Stato (pronto intervento)

 

115 Vigili del Fuoco (pronto intervento)

 

118 Ambulanza (pronto intervento)

 

XXX Reparto psichiatrico ospedale per condòmini esauriti 😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Io aggiungerei nr. per senso civico per amm.ri inadempienti...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Io aggiungerei nr. per senso civico per amm.ri inadempienti...

Vale lo stesso discorso per i condomini "nr. per senso civico per condomini inadempienti"....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ognuno porta l'acqua al proprio terreno. Certamente siamo la parte più debole.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
su questo sono d'accordo.

sul fatto che ci sia un bisogno reale che richieda urgentemente la presenza fisica dell'amministratore e che non sia qualcosa che può essere gestito a distanza (telefono, fax, e-mail, tablet, ...) lo sono un po' meno.

Sono pienamente d'accordo sul fatto che tutti hanno sacrosanto diritto alle ferie, però ritengo anche che ci sono situazioni in cui serva la presenza di una persona per eventuali interventi.

Faccio l'esempio del nostro condominio in cui ci sono locali tecnici per l'antincendio (quadro elettrico, pompe, vasche riserva acqua ecc), oppure il generatore per sopperire ad un'eventuale mancanza di energia e quindi poter aprire cancelli elettrici, ascensore, e lo stesso impinto antincendio

Non ha mai voluto dare le chiavi dei locali a nessuno, e nemmeno ha voluto montare quelle scatolette che in caso di emergenza si rompe il vetro e ci sono le chiavi.

In questo caso come ci si deve comportare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

non so se il vs amministratore è abilitato ad operare su quegli impianti (locali tecnici, generatore, ...).

è evidente che debba mettere in bacheca i nominativi di eventuale altro personale abilitato ad operare per essere normalmente corretto.

se non fa nulla si tiene le sue responsabilità.

e se si dovrà chiedere l'intervento dei vv.f. poi si vedrà chi deve risarcire i danni patiti.

io sto parlando, come da post iniziale, di responsabilità e non di buon senso da applicare.

come da leonardo, anche nel ns condominio sono già elencati i numeri e i nomi per eventuali emergenze.

se l'amministratore sta a fare un esame clinico e succede qualcosa ?

non è solo il problema delle ferie ...

per il vs problema, non è lui che decide se dare o meno le chiavi a qualcuno: lo decidete voi in assemblea e lui agisce di conseguenza (cassettina, persone alternative da contattare, al tri condomini a cui affidare le chiavi, ..., decidete voi).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
non so se il vs amministratore è abilitato ad operare su quegli impianti (locali tecnici, generatore, ...).

è evidente che debba mettere in bacheca i nominativi di eventuale altro personale abilitato ad operare per essere normalmente corretto.

se non fa nulla si tiene le sue responsabilità.

e se si dovrà chiedere l'intervento dei vv.f. poi si vedrà chi deve risarcire i danni patiti.

io sto parlando, come da post iniziale, di responsabilità e non di buon senso da applicare.

come da leonardo, anche nel ns condominio sono già elencati i numeri e i nomi per eventuali emergenze.

se l'amministratore sta a fare un esame clinico e succede qualcosa ?

non è solo il problema delle ferie ...

per il vs problema, non è lui che decide se dare o meno le chiavi a qualcuno: lo decidete voi in assemblea e lui agisce di conseguenza (cassettina, persone alternative da contattare, al tri condomini a cui affidare le chiavi, ..., decidete voi).

Non è lui che opera nei suddetti locali, però è lui che ha le chiavi.

 

Per tutto il resto, mi trovi pienamente d'accordo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×