Vai al contenuto
armando1933

Amm/re con compensi che non gli competono

L'amm/re del mio stabile dopo acquisito il compenso di 2.500,00 euro annuo ha indicato a verbale alcuni servizi aggiuntivi da calcolare a parte tra cui gli adempimenti fiscali come elaborazione e invio mod.F23/F24,mod.C.U,il mod.770 e altri come redazione ed invio comunicazione detrazioni fiscali e quelli che dovessero insorgere.Il sottoscritto ha rilevato l'irregolarità di tali richieste precisando che i servizi aggiuntivi fiscali dopo gli obblighi di comunicazione al Centro operativo di Pescara soppresso dalla legge n° 220/2012,in quanto non più considerati attività straordinaria perchè ricompresi nel nuovo punto 5) dell'art.1130 c.c. che ha delineato la nuova attività fiscale,senza ipotizzare il compimento di alcuna attività straordinaria.E quindi non può riconoscersi all'amm/re alcun compenso suppletivo senza l'eventuale riconoscimento dell'assemblea.In questo caso la delibera di approvazione di un rendiconto non veritiero deve ritenersii viziata nel suo procedimento di formazione da un vizio legato alla figura dell'eccesso di potere e come tale si qualifica (tale vizio) come causa di annullamento della delibera.

Bisogna verificare cosa abbia indicato l'amministratore nel preventivo allegato al verbale con la sua nomina.

Nel ns. condominio il disbrigo di quelle pratiche fiscali le affidiamo ad un commercialista e gli paghiamo la parcella.

armando1933 dice:

L'amm/re del mio stabile dopo acquisito il compenso di 2.500,00 euro annuo ha indicato a verbale alcuni servizi aggiuntivi da calcolare a parte tra cui gli adempimenti fiscali come elaborazione e invio mod.F23/F24,mod.C.U,il mod.770 e altri come redazione ed invio comunicazione detrazioni fiscali e quelli che dovessero insorgere

Nel suo preventivo analitico venivano elencati tali compensi? Se si gli spettano e se no  non li approvate e non gli spetteranno. Devi verificare il suo preventivo analitico come ti ha consigliato anche  condo77.

armando1933 dice:

In questo caso la delibera di approvazione di un rendiconto non veritiero deve ritenersii viziata nel suo procedimento di formazione da un vizio legato alla figura dell'eccesso di potere e come tale si qualifica (tale vizio) come causa di annullamento della delibera.

intanto, come già detto, bisogna verificare cosa era indicato nel preventivo dell'amministratore presentato al momento della sua nomina, per quanto riguarda la delibera, se i condomini approvano con la maggioranza prevista, la stessa risulterebbe regolare, ma  potrebbe essere  impugnata  da ogni condomino assente, dissenziente o astenuto  con ricorso all'autorità giudiziaria  nel termine perentorio di trenta giorni, che decorre dalla data della deliberazione per i dissenzienti o astenuti e dalla data di comunicazione della deliberazione per gli assenti. 

Fino alla pronuncia del giudice che ne dichiari la nullità, la deliibera è valida a tutti gli effetti.

 

 

 

 

Perché dici che la delibera non è veritiera?

Dino40 dice:

Nel suo preventivo analitico venivano elencati tali compensi? Se si gli spettano e se no  non li approvate e non gli spetteranno. Devi verificare il suo preventivo analitico come ti ha consigliato anche  condo77.

Condivido pienamente ciò che dice Dino40 , oramai se glieli avete approvati nel suo preventivo, gli spettano .

JOSEFAT dice:

intanto, come già detto, bisogna verificare cosa era indicato nel preventivo dell'amministratore presentato al momento della sua nomina, per quanto riguarda la delibera, se i condomini approvano con la maggioranza prevista, la stessa risulterebbe regolare, ma  potrebbe essere  impugnata  da ogni condomino assente, dissenziente o astenuto  con ricorso all'autorità giudiziaria  nel termine perentorio di trenta giorni, che decorre dalla data della deliberazione per i dissenzienti o astenuti e dalla data di comunicazione della deliberazione per gli assenti. 

Fino alla pronuncia del giudice che ne dichiari la nullità, la deliibera è valida a tutti gli effetti.

 

 

 

 

Concordo, va verificato inoltre cosa è stato deliberato in assemblea perché da come è scritto correttamente sono state segnalate le cifre extra richieste.

I compensi extra indicati dall'amm/re non sono stati indicati in forma analitica come prescrive l'art.1129 c.c perchè non è stata indicata nè la natura della prestazione extra nè il relativo importo.Per cui i Condomini non si sono resi conto su cosa votavano.Comunqe in tale caso la norma è esplicita perchè la dichiarazione è nulla compresa la nomina dell'amm/re che non ha dichiarato tutti compensi percepiti.Il suo scopo è quello di riportare icompensi extra appena accennati in sede di rendiconto e chiederne magari il pagamento dimostrando che i relativi prezzi sono nel frattempo livietati. Ecco lo scopo sotto inteso che avrebbe dovuto essere rilevato dai Condomini e che la Camera dei Deputati ha inteso evitare attraverso la riforma della legge  

armando1933 dice:

I compensi extra indicati dall'amm/re non sono stati indicati in forma analitica come prescrive l'art.1129 c.c perchè non è stata indicata nè la natura della prestazione extra nè il relativo importo.Per cui i Condomini non si sono resi conto su cosa votavano.Comunqe in tale caso la norma è esplicita perchè la dichiarazione è nulla compresa la nomina dell'amm/re che non ha dichiarato tutti compensi percepiti.Il suo scopo è quello di riportare icompensi extra appena accennati in sede di rendiconto e chiederne magari il pagamento dimostrando che i relativi prezzi sono nel frattempo livietati. Ecco lo scopo sotto inteso che avrebbe dovuto essere rilevato dai Condomini e che la Camera dei Deputati ha inteso evitare attraverso la riforma della legge  

L'esposizione, secondo il mio modo di vedere le cose, non è per niente chiara. Prima di tutto manca un riferimento esplicito al preventivo e alla somma globale che il vostro amministratore ha richiesto e voi avevte approvato. Lo devi sèpecificare tu in modo preciso perchè i forumisti non possono vedere le carte. Io sono per la trasparenza al 100%, ma in tutti i sensi: sia dell'amministratore che dei condomini. I chiarimenti io sono abituato a chiederli in assemblea e una volta che l'assemblea ha approvato quello è: non si cambia per nessun motivo. Se avete approvato a piè di lista ora ve lo tenete. Le battaglie bisogna condurle in un certo modo e non sempre si vince anche se condotte bene. Dipende se i condomini stanno ad ascoltare tutti quelli che intervengono o solo alcuni di essi.  Per me condomino è brutto fare una simile affermazione, ma è così.  Noi siamo tre palazzine, ma in realtà comandano  swu tutto le palazzine A e  C. La palazzina B rimane sempre penalizzata in tutto sia perchè i non residenti sono tutti nella B e sia perchè non si sanno neanche coalizzarsi.

armando1933 dice:

I compensi extra indicati dall'amm/re non sono stati indicati in forma analitica come prescrive l'art.1129 c.c perchè non è stata indicata nè la natura della prestazione extra nè il relativo importo.Per cui i Condomini non si sono resi conto su cosa votavano.Comunqe in tale caso la norma è esplicita perchè la dichiarazione è nulla compresa la nomina dell'amm/re che non ha dichiarato tutti compensi percepiti.Il suo scopo è quello di riportare icompensi extra appena accennati in sede di rendiconto e chiederne magari il pagamento dimostrando che i relativi prezzi sono nel frattempo livietati. Ecco lo scopo sotto inteso che avrebbe dovuto essere rilevato dai Condomini e che la Camera dei Deputati ha inteso evitare attraverso la riforma della legge  

pur volendo ammettere che la nomina sia nulla, anche se a mio parere non lo è, la nullità non è automatica, è sempre un giudice che deve sentenziarla, quindi in ogni caso occorre rivolergersi  al magistrato

JOSEFAT dice:

pur volendo ammettere che la nomina sia nulla, anche se a mio parere non lo è, la nullità non è automatica, è sempre un giudice che deve sentenziarla, quindi in ogni caso occorre rivolergersi  al magistrato

Concordo, anche per me non è nulla, anzi potrebbero pure essere giustificate le somme richieste e approvate.

armando1933 dice:

I compensi extra indicati dall'amm/re non sono stati indicati in forma analitica come prescrive l'art.1129 c.c perchè non è stata indicata nè la natura della prestazione extra nè il relativo importo.Per cui i Condomini non si sono resi conto su cosa votavano.

Va bene, poniamo che i condòmini non siano resi conto su cosa votavano perchè non essendo esperti sono stati indotti in errore. Dopo, però, pare che ve siate accorti.

Dopo esservene accorti, se l'assemblea non intendeva approvare quella spesa, senza andarvi a perdere in chiacchiere su cosa intendeva la Camera dei Deputati, chiedete amichevolmente all'amministratore di rivedere il suo compenso ma se non lo fa, come lui ha il diritto di pretendere ciò che gli avete approvato, voi avete il diritto di richiedere una convocazione di assemblea, revocargli l'incarico e contestualmente nominare un nuovo amministratore che sia più chiaro nell'esporre i suoi preventivi e non vi induca all'errore perchè, come disse il buon Gesù, "se mi hai fregato una volta, ora non mi freghi più".

Il vero problema sono i condòmini che anzichè agire con i potenti mezzi che hanno a disposizione, parlano tanto nei pianerottoli ma poi in assemblea sono tante pecorelle che non proferiscono parola.

Leonardo53 dice:

Va bene, poniamo che i condòmini non siano resi conto su cosa votavano perchè non essendo esperti sono stati indotti in errore. Dopo, però, pare che ve siate accorti.

Dopo esservene accorti, se l'assemblea non intendeva approvare quella spesa, senza andarvi a perdere in chiacchiere su cosa intendeva la Camera dei Deputati, chiedete amichevolmente all'amministratore di rivedere il suo compenso ma se non lo fa, come lui ha il diritto di pretendere ciò che gli avete approvato, voi avete il diritto di richiedere una convocazione di assemblea, revocargli l'incarico e contestualmente nominare un nuovo amministratore che sia più chiaro nell'esporre i suoi preventivi e non vi induca all'errore perchè, come disse il buon Gesù, "se mi hai fregato una volta, ora non mi freghi più".

Il vero problema sono i condòmini che anzichè agire con i potenti mezzi che hanno a disposizione, parlano tanto nei pianerottoli ma poi in assemblea sono tante pecorelle che non proferiscono parola.

Il problema è che probabilmente al 90% dei condomini la cosa non crea problemi e allora ci si trova a disquisire su cosa voleva o non voleva fare la Camera dei Deputati, governo e soci. E la cosa bella è che probabilmente non lo sapevano nemmeno loro cosa volevano...

davidino1978 dice:

E la cosa bella è che probabilmente non lo sapevano nemmeno loro cosa volevano...

Probabilmente è così.

Io lo dico sempre. I peggiori nemici dei condòmini sono gli stessi condòmini perchè se avessero le idee chiare su diritti e doveri della maggioranza e diritti e doveri della minoranza, non ci sarebbe da ricorre ne al Giudice ne al Legislatore perchè il condominio può Leggiferare autonomamente nella Camera Legislativa Condominiale che è l'assemblea.

Modificato da Leonardo53

 

Sono d'accordo sulla sostanza del discorso di  Leonardo, ma purtroppo molti condomini non ascoltano quello che dicono alcuni di loro e guardano soltanto la persona che parla. Se è della loro cerchia approvano a prescindere, ma se non lo è  anche se dice cose esattissime votano contro. Nel nostro condominio è  così. Le palazzine A e C dettano legge a loro piacimento, mentre la B rimane sistematicamente penalizzata anche per colpe sue visto che qualcuno fa l'amico di A e C.

Ciao. Siamo alle solite, l'amministratore inserisce nel consuntivo spese di sua competenza che non appaiono nel suo preventivo. In assemblea un condomino rileva il particolare, il mandatario per non fare brutte figure dichiara di essersi dimenticato e chiede la ratifica. I condomini approvano per svariati motivi, dalla incompetenza al menefreghismo. Il condomino perde la sua diligenza e viene deriso. Cosa si dovrebbe fare? Una ricetta facile, facile. Rendere norme inderogabili e per quel lavoro svolto, negando rulteriore denaro richiesto. Nell'anno successivo presentata il proprio preventivo aggiornato."Non bisogna mai fare società con i più forti e i più furbi perché il debole o l’ingenuo ne uscirà sempre con le ossa rotte.

(Fedro)".🙄

Biagio64 hai ragione, ma mi dici come puoi sconfiggere i gruppetti? Io ci ho provato, ma sono stato sempre sconfitto non perché quello che proponevo fosse errato bensì perché di un cane sciolto.

Dino40 dice:

Biagio64 hai ragione, ma mi dici come puoi sconfiggere i gruppetti? Io ci ho provato, ma sono stato sempre sconfitto non perché quello che proponevo fosse errato bensì perché di un cane sciolto.

👍 Iniziando a segnalare a chi di competenza che alcune norme devono essere inderogabili. Per il resto i pecoroni restano tali. Bisognerebbe coinvolgere anche i mass in quanto la materia è importante. Le norme che ci sono facciamole attuare e responsabilizziamo coloro che si credono onnipotenti. Grazie!

×