Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
ziggy

Amministrazione condomini franchising

Buongiorno a tutti,

se la domanda non è troppo impertinente, vorrei sapere cosa ne pensate sulle amministrazioni in franchising.

Preciso che non intendo intraprendere un'attivita',ma purtroppo, sono condomina di uno di questi amministratori.

 

Grazie per eventuali risposte

Ziggy

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ciao

 

non ho nessuna esperienza in merito, ma ritengo foriera di problematiche la cosa ove possibile. A suo tempo la cosa era più chiara, quando l'amministratore era comunque una persona fisica. Poi si è esteso il concetto anche ad una società, a mio giudizio sbagliando, e se ora arriviamo a tanto, dove non hai la persona fisica a cui chiedere eventuali spiegazioni o chiarimenti, forse non è la soluzione ottimale. Dici che sei amministrata da un amministratore in franchising. Sarei curioso di leggere il verbale di incarico, anche alla luce della L. 220/12.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Quando è stato incaricato, nel primo verbale non ha specificato nulla,ne' i suoi dati personali, ne' specificato il suo compenso.

In teoria la nomina dovrebbe essere nulla, per non parlare dei comportamenti che inizialmente mi sembravano assurdi per la totale incompetenza, solo tempo dopo, quando ad una mia domanda mi rispose dicendo avrebbe dovuto chiedere al proprio "mentore" ho capito molte cose.

Sulla carta intestata non si capisce che è un franchising, non c'è nulla di riconducibile.

Comunque ho dei grossi problemi a causa dei suoi comportamenti, mi sono dovuta rivolgere ad un legale con tutto quello che ne comporta.

Ma pare che alla goffaggine non ci sia mai fine .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

ciao

 

Ma nel verbale di nomina, cosa avete scritto. La nomina o c'è o non c'è. E' quindi fondamentale capire il contenuto del verbale dell'assemblea dove è stata discussa ed approvata la sua nomina, o comunque cosa è stato deciso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Buongiorno a tutti,

se la domanda non è troppo impertinente, vorrei sapere cosa ne pensate sulle amministrazioni in franchising.

Preciso che non intendo intraprendere un'attivita',ma purtroppo, sono condomina di uno di questi amministratori.

 

Grazie per eventuali risposte

Ziggy

Hai verificato se la nomina di questo amministratore è stata deliberata nel rispetto delle norme, ossia con un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti all'assemblea ed almeno la metà del valore dell'edificio espresso in millesimi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

È andata così:

il solito cartello di condomini si era presentato all'Assemblea annuale con il precedente amministratore, e avendo sia i millesimi che le teste, lo ha revocato, ha fatto passare ai presenti 3 preventivi e poi è stato scelto il nuovo amministratore, che apparentemente era un amministratore tradizionale nessun cenno all'affiliazione sulla sua carta intestata.

Successivamente il nuovo ammnistratore ha convocato l'Assemblea come se fosse lì da sempre, senza specificare né dati anagrafici né compenso analitico.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
È andata così:

il solito cartello di condomini si era presentato all'Assemblea annuale con il precedente amministratore, e avendo sia i millesimi che le teste, lo ha revocato, ha fatto passare ai presenti 3 preventivi e poi è stato scelto il nuovo amministratore, che apparentemente era un amministratore tradizionale nessun cenno all'affiliazione sulla sua carta intestata.

Successivamente il nuovo ammnistratore ha convocato l'Assemblea come se fosse lì da sempre, senza specificare né dati anagrafici né compenso analitico.

A prescindere da qualsiasi considerazione e giusta lamentela si ricorda che l'amministratore può essere revocato anche il giorno dopo essere stato nominato, questo senza specificare alcuna giustificazione (per es.: mi sta antipatico), richiedendo almeno due condomini possessori di 166,66 millesimi, la convocazione con un unico punto all'ordine del giorno: 1) Revoca amministratore, nomina nuovo amministratore. Se l'amministratore non ha fatto approvare che il suo compenso si intende "forfettario" e dovuto anche in caso di revoca anticipata alla normale durata dell'incarico (un anno) potete agire tranquillamente quando e come volete, in caso contrario vi conviene aspettare la fine naturale di un anno dall'incarico assicurandovi preventivamente che nella prossima assemblea ordinaria venga posto all'ordine del giorno sia la revoca che la nuova nomina (l'amministratore potrebbe non inserire tale punto giocando sul fatto che la nomina si intende "rinnovata" tacitamente, se non richiesta espressamente, per un ulteriore anno)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La minoranza dissenziente è composta da soli due condomini e non abbiamo i millesimi necessari, gli altri, tutti residenti nello stabile, manipolano a loro piacimento e quando l'amministratore non esegue lo cacciano.

faccio un esempio: approvazione spese in difformità dalla legge , approvazione revisione tabelle millesimali a maggioranza con presupposti falsi ( cambio di destinazione d'uso con variazione di 1/5) e del tutto inventati.

Cosa non ultima nella gravità , mancata esecuzione sentenza del giudice, cosa per la quale mi sono dovuta attivare tramite il legale per chiederne l'esecuzione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×