Vai al contenuto
sette_comuni

Amministrazione 6 unità abitative

Buongiorno a tutti e Buon Natale.

Vi seguo da molto tempo anche se questa é la mia prima discussione nel forum.

 

Posseggo un appartamento in una piccola palazzina di periferia di sei unità e l'attuale amministratore (esterno) terminerebbe a fine di quest'anno il suo incarico.

A fronte delle nuove regole sul condominio in vigore da Giugno, volevo sapere quanti condomini devono essere favorevoli (su sei) per poter continuare ad avere un Amministratore esterno

(si considera per caso il numero degli intestatari?)

Qualora dovesse esserci una situazione di 50% favorevoli e 50% contrari si considerano i millesimi?

 

So che essendo sei unità non siamo obbligati ad avere un amministratore esterno, ma i contrasti presenti nella palazzina (nuovo stabile di periferia) sono tali che a mio avviso questa figura sarebbe indispensabile.

 

Saluti e grazie

Buongiorno a tutti e Buon Natale.

Vi seguo da molto tempo anche se questa é la mia prima discussione nel forum.

 

Posseggo un appartamento in una piccola palazzina di periferia di sei unità e l'attuale amministratore (esterno) terminerebbe a fine di quest'anno il suo incarico.

A fronte delle nuove regole sul condominio in vigore da Giugno, volevo sapere quanti condomini devono essere favorevoli (su sei) per poter continuare ad avere un Amministratore esterno

(si considera per caso il numero degli intestatari?)

Qualora dovesse esserci una situazione di 50% favorevoli e 50% contrari si considerano i millesimi?

 

So che essendo sei unità non siamo obbligati ad avere un amministratore esterno, ma i contrasti presenti nella palazzina (nuovo stabile di periferia) sono tali che a mio avviso questa figura sarebbe indispensabile.

 

Saluti e grazie

L'amministratore è nominato con il vot ofavorevole della maggioranza degli intervenuti presenti personalmente o per delega + almeno 500 millesimi.

Se all'assemblea sarete presenti tutti e 6 occorrerà il voto favorevole di 4 condòmini rappresentanti almeno 500 millesimi.

 

per condòmino si intende il proprietario dell'unità immobiliare.

Se l'unità immobiliare è cointestata a più persone (es. marito e moglie), tutti i cointestatari formano un solo condòmino e quindi solo un comproprietario (in rappresentanza anche degli altri) avrà diritto di partecipare all'assemblea e di esprimere un solo voto.

D'accordo con Leonardo, aggiungo che il quorum minimo per la nomina dell'amministratore in 2° convocazione è di due voti (su sei) presenti in assemblea rappresentanti almeno 500 millesimi, naturalmente i contrari non dovranno essere superiori od uguali ai favorevoli.

×