Vai al contenuto
tosatto

Amministratore..e soci ... ?

Ok molto lineare grazie.

Non tutte le visure e/o controlli possono essere fatte "aggratis".

 

Io personalmente quando ho dei dubbi mi affido sempre a seri professionisti.

I "pareri aggratis" sono utili per sapere come muovere i primi passi ma per approfondire servono consulenze specifiche.

ahahah..come volevasi dimostrare..e figuriamoci se..un comdominio..fatto di persone per lo piu' anziane..si va da un avvocato..per avere una certezza su una cosa che..dovrebbe essere di legge...e quindi controllabile molto semplicemente. Poi...ora l'amministratore resta in carica due anni...(e quindi le sue credenziali fornite il primo anno..chissa' se sono valide anche il secondo...cioe' se ha davvero sostenuto l'esame...) ah gia',,ma x saperlo..cari condomini...portafoglio alla mano..e andate dall'avvocato...con tutto il tempo ed i soldi che l'avvocato chiedera'..sempre ammesso che nel frattempo riesca poi a dare una risposta. Intanto passa il secondo anno..e ..come capita...a volte si resta FREGATI....siamo maestri nel complicare..le cose semplici...grazie a tutti...

... Intanto passa il secondo anno..e ..come capita...a volte si resta FREGATI....siamo maestri nel complicare..le cose semplici...grazie a tutti...

Perchè non fai una cosa semplice come quella che ho fatto io?

1) Ti studi la materia condominiale (potrai farlo anche da autodidatta sfruttando google ma dovrai sforzarti ad aprire almeno qualche link)

2) Contatti i tuoi colleghi condòmini e spieghi tutto quello che non va e come andrebbero le cose se amministrassi tu il vostro condominio (convincere le persone anziane è ancora più facile)

3) Raccogli consensi e deleghe da chi crede in te ma non può presenziare in assemblea

4) Richiedi un'assemblea con all'ordine del giorno "nomina amministratore" (puoi richiederla in ogni tempo, anche il giorno dopo che è stato confermato il vecchio amministratore)

5) Ti fai nominare amministratore del tuo condominio.

 

P.S. Nel caso ti fosse sfuggito l'art. 71-bis citato da Josefat nel post n. 7, ti evidenzio che se deciderai di amministrare il tuo condominio, in qualità di condòmino non hai bisogno di alcun titolo, di alcun corso iniziale e di alcun corso annuale di aggiornamento.

Non dovrai spendere un solo centesimo e non dovrai preoccuparti di trovare un amico avvocato che ti faccia da responsabile scientifico e ti esamini a casa tua in orario di cena davanti a carte "farlocche" di corsi seguiti on line.

Se qualcuno ti chiederà se hai superato l'esame non dovrai nasconderti invocando la privacy ma risponderai candidamente che in qualità di condòmino non hai bisogno di fare alcun corso e superare alcun esame.

 

P.S.S. Questa è la mia storia e se segui il forum dal 2009 dovresti conoscerla molto bene perchè proprio in quel periodo mi iscrissi a questo forum da completo ignorante in materia e mi furono sufficienti 6 mesi di frequenza attiva al forum per "rivoluzionare" il mio condominio senza aspettare che.... "armiamoci e partite"

ahahah..come volevasi dimostrare..e figuriamoci se..un comdominio..fatto di persone per lo piu' anziane..si va da un avvocato..per avere una certezza su una cosa che..dovrebbe essere di legge...e quindi controllabile molto semplicemente...
"Una volta ricevuta l'attestazione del superamento dell'aggiornamento annuale potrai verificarne l'autenticità controllando presso il Ministero di Giustizia che il responsabile scientifico ne abbia dato comunicazione." Qual' è la procedura?

la mia è stata una risposta d'istinto perchè la cosa non m'interessava e non ho potuto rispondere a tutto e subito ma se volevate una certezza di Legge "aggratis" vi bastava fare una ricerca sul web come ho fatto io in questo momento.

Scrivete voi stessi una pec al Ministero chiedendo se è stato comunicato l'inizio del corso del __/__/__ avente come responsabile scientifico il Sig. XXX (scrivete tutti gli estremi della copia dell'attestato che vi consegna l'amministratore.

L'indirizzo al quale chiedere le informazioni è il seguente:

 

ufficio3.dgcivile.dag@giustiziacert.it

 

Se il Ministero vi risponde che il corso a quella data con quel responsabile scientifico non esiste, con il documento ricevuto dall'amministratore e la risposta del Ministero presentate esposto/denuncia alla Procura della Repubblica (sempre aggratis) presso una qualsiasi caserma di Carabinieri.

 

Fateci sapere l'esito.

Interessante!!! grazie.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Buonasera...mi reco alla camera di commercio e - attraverso una visura - vengo a sapere che la soc. (che ci fa amministrazione) e' costituita da tre soci . Uno accomandatario..gli altri accomandanti. (la soc. e' una s.a,s.) - non vi sono dipendenti. Possono..i due soci accomandanti...fungere da..amministratori ? Ma la responsabilita'..non sta al solo socio accomandatario ? - (fra l'altro quest'ultimo mai visto e conosciuto)...potete darmi lumi ? i verbali delle assemblee sono firmati da un socio accomandante..e' normale questa cosa qui ? grazie

Salve, anch'io nella tua medesima situazione sempre a to.

Leggo che Peppe64 ha dato una risposta completa sul quesito.

Vorrei esporre un nuovo caso:

Il condominio ha affidato l'incarico di amministratore ad uno "Studio" nel quale operano 3 amministratori, ognuno iscritto a una associazione di amministratori e ognuno con sua partita IVA. Non è noto se abbiano costituito tra loro una società .

Ciò che è certo è che è stato nominato specificamente uno dei 3.

La prima assemblea, che ha come primo punto di discussione la "rettifica nomina amministratore", viene convocata da uno degli altri due.

Date le responsabilità dell'amministratore, penso che questi debba essere essere univocamente identificato e che debba essere quello individuato dall'assemblea condominiale.

Mi interessa il suo parere.

Grazie

 

- - - Aggiornato - - -

 

Leggo che Peppe64 ha dato una risposta completa sul quesito.

Vorrei esporre un nuovo caso:

Il condominio ha affidato l'incarico di amministratore ad uno "Studio" nel quale operano 3 amministratori, ognuno iscritto a una associazione di amministratori e ognuno con sua partita IVA. Non è noto se abbiano costituito tra loro una società .

Ciò che è certo è che è stato nominato specificamente uno dei 3.

La prima assemblea, che ha come primo punto di discussione la "rettifica nomina amministratore", viene convocata da uno degli altri due.

Date le responsabilità dell'amministratore, penso che questi debba essere essere univocamente identificato e che debba essere quello individuato dall'assemblea condominiale.

Mi interessa il suo parere.

Grazie

×